Come rimuovere il tartaro dai denti in modo naturale

Oltre a combattere la formazione del tartaro, questi ingredienti neutralizzano l'alito cattivo e aiutano a prevenire le infiammazioni orali.
rimuovere il tartaro dai denti in modo naturale

Il tartaro è un deposito giallastro composto da sali minerali, residui di cibo e altre sostanze di scarto che favoriscono lo sviluppo dei batteri.

Ha una consistenza ruvida al tatto e si presenta sotto forma di macchie difficili da eliminare.

L’aspetto più preoccupante è che, se non rimosso, stimola la liberazione di sostanze acide e la crescita dei batteri che danneggiano lo smalto, provocando quindi carie e altre infezioni orali.


È importante dedicare alla rimozione del tartaro la giusta attenzione e seguire buone abitudini di igiene orale, ricorrendo anche a sostanze naturali che ne facilitino la rimozione senza aggredire lo smalto.

Oggi vogliamo condividere con voi 6 ottimi rimedi che aiutano a trattare la formazione del tartaro: prendete nota!

1. Chiodi di garofano

chiodi di garofano

Gli oli naturali contenuti nei chiodi di garofano sono ricchi di composti antibatterici e antimicotici:  aiutano perciò a prevenire le infezioni associate al tartaro dentale.

Usati regolarmente prevengono la formazione della placca, dell’alitosi e del sanguinamento gengivale.

Ingredienti

  • ½ cucchiaino di chiodi di garofano (3 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Preparazione

  • Versate i chiodi di garofano in una tazza d’acqua bollente. Lasciateli in infusione per 20 minuti.

Modalità d’uso

  • Realizzate con questo infuso sciacqui orali della durata di un minuto, 2 o 3 volte al giorno.

Leggete anche: Cosa succede se non laviamo i denti per molto tempo?

2. Olio di senape

In virtù delle sue proprietà antibatteriche, anche l’olio di senape aiuta a ridurre i cattivi odori e a prevenire lo sviluppo delle infezioni.

Applicato su denti e gengive facilita l’eliminazione del tartaro, dei residui di cibo e dei batteri che vivono sulla superficie dei denti.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di olio di senape (5 g)
  • ½ tazza d’acqua (125 ml)

Preparazione

  • Mescolate l’olio di senape in mezza tazza di acqua tiepida.

Modalità d’uso

  • Sciacquate la bocca con questo collutorio, 2 o 3 volte al giorno.
  • Oppure, se preferite, imbevete un batuffolo di cotone nel liquido e passatelo delicatamente sulle gengive.

3. Aloe vera, limone e glicerina

gel di aloe vera

Combinando le proprietà antibatteriche dell’aloe vera con un po’ di limone e glicerina vegetale, otteniamo una pasta in grado di rimuovere il tartaro.

Usata direttamente sui denti rimuove le macchie giallastre e neutralizza l’alitosi provocata dalla proliferazione batterica.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di gel di aloe vera (15 g)
  • 1 cucchiaino di succo di limone (5 ml)
  • 2 cucchiaini di glicerina vegetale (10 ml)

Preparazione

  • Mescolate energicamente i tre ingredienti, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Modalità d’uso

  • Applicate un po’ di questa pasta sullo spazzolino da denti; lavate i denti come di consueto.
  • Ripetete due volte al giorno per almeno una settimana.

4. Sale

I gargarismi con acqua e sale sono uno dei rimedi tradizionali contro il tartaro, i batteri e l’alito cattivo.

Il sale ha, infatti, proprietà antisettiche che aiutano a inibire la crescita batterica, prevenendo l’insorgere delle infiammazioni della bocca.

Ingredienti

  • 1 tazza di acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaino di sale (5 g)

Preparazione

  • Mescolate un cucchiaino di sale in una tazza di acqua tiepida.

Modalità d’uso

  • Realizzate dei gargarismi per un paio di minuti, due volte al giorno.

5. Succo di limone

succo di limone

Il succo di limone ha proprietà alcaline e antibatteriche che aiutano a disinfettare i denti aggrediti dal tartaro.

Applicato con moderazione, sbianca le macchie giallastre, riduce l’alito cattivo e le infezioni.

Ingredienti

  • ¼ di acqua di tazza (62 ml)
  • Il succo di ½ limone

Preparazione

  • Fate scaldare l’acqua, quindi aggiungete il succo di mezzo limone fresco.

Modalità d’uso

  • Sciacquate la bocca con acqua e limone per un minuto, una volta al giorno.

6. Acqua ossigenata

Un collutorio preparato in casa con acqua ossigenata aiuta a sbiancare i denti ingialliti dal tartaro.

Allo stesso tempo, questo ingrediente combatte i batteri e senza aggredire lo smalto dei denti, previene le infezioni orali.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di acqua ossigenata (20 ml)
    ½ tazza di acqua (125 ml)

Preparazione

  • Diluite l’acqua ossigenata in mezza tazza d’acqua.

Modalità d’uso

  • Realizzate con questo liquido dei gargarismi, 2 o 3 volte al giorno.

I vostri denti appaiono giallastri e ruvidi? Scegliete uno di questi rimedi naturali e combattete la formazione del tartaro prima che cominci a compromettere la vostra salute orale.