Gengive che sanguinano: cause principali

2 Aprile 2019
Possono essere diversi i motivi per cui le gengive sanguinano, ma se il problema è frequente, allora conviene andare dal dentista per una diagnosi

Avete notato che le gengive sanguinano quando vi lavate i denti? Le gengive che sanguinano sono un problema comune e, se non vi è mai capitato, sappiate che prima o poi potrebbe verificarsi.

Se le gengive sanguinano, le cause possono essere molteplici, ma nella maggior parte dei casi si deve a una scorretta igiene orale. La bocca è un deposito di germi e batteri, dunque si consiglia di:

  • Cambiare periodicamente lo spazzolino da denti.
  • Usare il filo interdentale per eliminare i residui di cibo che rimangono tra i denti.
  • Andare dal dentista almeno due volte l’anno.

Anche se è un problema comune, non bisogna sottovalutare le gengive che sanguinano. Se notate che il sanguinamento avviene quando mordete qualcosa o vi lavate i denti, consideratelo un segnale d’allarme che vi informa che le condizioni delle vostre gengive non sono ottimali.

Se le gengive sono in buona salute, non sanguinano. È probabile che in un primo momento questo sintomo venga ignorato o sottovalutato. Tuttavia, se non vi si presta la giusta attenzione, si rischia persino di perdere i denti.

Scopriamo insieme i principali motivi per cui sanguinano le gengive.

Gengive che sanguinano

1. Gengivite

La gengivite è uno dei principali motivi del sanguinamento delle gengive e anche il più comune. Si tratta di un indebolimento e di un’infiammazione causati dalla presenza della placca batterica.

Il rimedio più efficace per risolvere questo problema è migliorare l’igiene orale.

Vi invitiamo a leggere anche: Olio commestibile per combattere placca, gengivite e alito cattivo

2. Mancanza di vitamina K

Il deficit di vitamina K provoca il sanguinamento delle gengive. Questa vitamina, infatti, è fondamentale per il corretto funzionamento delle proteine che intervengono nel processo di coagulazione.

3. Fumo

Fumo e gengive che sanguinano

Fumare molto danneggia i denti e ostacola eventuali trattamenti orali. Se si fuma, le gengive che sanguinano sono un problema piuttosto frequente quando si mordono alimenti duri o si lavano i denti.

Se avete iniziato a notare questa condizione, potrebbe essere l’indizio di problemi futuri.

4. Età

Con il passare del tempo e l’avanzare degli anni, le gengive si indeboliscono ed è quindi frequente il sanguinamento.

5. Diabete

Misurare il diabete

Le gengive che sanguinano sono un sintomo comune quando si soffre di diabete. Di solito succede quando si lavano i denti con violenza e quando si usano spazzolini dalle setole molto dure.

Assicuratevi di spazzolare i denti con delicatezza e scegliete uno spazzolino dalle setole morbide. Se avete dei dubbi, chiedete al vostro dentista.

6. Cattiva alimentazione

La mancanza di nutrienti necessari al corpo, così come l’assenza di vitamine importanti quali A, B e C, può provocare l’indebolimento delle gengive e, di conseguenza, il loro sanguinamento.

È importante assicurarsi di seguire una dieta varia ed equilibrata. Se credete che sia questo il vostro problema, allora è arrivato il momento di aumentare il consumo di frutta e verdura.

7. Farmaci

Farmaci ed effetti collaterali

Quando si segue un trattamento medico, è possibile manifestare sanguinamento gengivale.

Questo problema è legato all’assunzione di alcuni farmaci che riducono la produzione di saliva, condizione che favorisce la riproduzione di determinati batteri.

Se notate che vi sanguinano le gengive e avete iniziato da poco un trattamento medico, chiedete allo specialista o al dentista se i due aspetti sono collegati.

In caso di risposta affermativa, potete chiedere di farvi cambiare il trattamento se è lungo o aspettare che finisca se, invece, durerà pochi giorni.

8. Stress

Può sembrare strano, ma lo stress indebolisce le gengive e i tessuti del cavo orale, favorendone il sanguinamento a causa di un abbassamento delle difese immunitarie.

L’ideale è trovare delle alternative per rilassarvi quando sentite che lo stress vi sta portando al limite.

9. Denti che mancano

Quando mancano dei denti o parti di essi, la masticazione non è corretta. Questo provoca una frizione anomala dei denti e, di conseguenza, le gengive sanguinano.

Se è il vostro caso, chiedete al dentista di provvedere al problema con della resina o altro materiale.

10. Difese immunitarie basse

Difese immunitarie

In assenza della giusta protezione, il corpo contrae più malattie. Alcuni problemi di salute, come l’anemia, possono essere la causa del sanguinamento gengivale (perché aumenta la proliferazione dei batteri).

11. Pochi controlli dal dentista

Se il cavo orale non viene visitato regolarmente, non sarà possibile formulare una diagnosi corretta.

Rivolgersi al dentista o all’igienista per la rimozione della placca batterica e del tartaro è molto importante per la salute dei denti e di tutto il corpo.

12. Infezioni del cavo orale

Ricordate che la saliva è un mezzo di trasmissione dei batteri. Fate attenzione a chi baciate per evitare problemi batteriologici responsabili di infiammazione e disturbi alle gengive.

Vi invitiamo a leggere anche: 6 rimedi fatti in casa per rimuovere il tartaro accumulato sui denti

13. Gravidanza

Gravidanza

La gravidanza è uno dei motivi per cui le gengive sanguinano. La gestazione, infatti, può causare importanti cambiamenti. Il medico saprà consigliarvi e dirvi come comportarvi in merito.

14. Trattamenti seguiti in modo scorretto

Vi siete sottoposti a un trattamento dentale e da quel momento le gengive hanno iniziato a sanguinare? Accade quando il lavoro di protesi o di impianto dentale non è stato svolto correttamente oppure quando l’igiene orale è stata troppo aggressiva. Rivolgetevi al dentista affinché ponga rimedio al problema o cerchi un’alternativa.