Tumori della pelle: ecco i principali segnali d’allarme

· 4 marzo 2015

I tumori della pelle sono diventati una delle più grandi minacce del mondo moderno.  L’inquinamento, l’esposizione ai raggi ultravioletti e persino il cibo rappresentano dei fattori di rischio che possono portare allo sviluppo di cellule tumorali nei tessuti epiteliali.

Sono diversi i tumori che possono colpire la pelle, l’organo più esteso del nostro corpo. Il più conosciuto, forse perché uno dei più aggressivi, è senz’altro il melanoma. Tuttavia, non è il più diffuso.

Infatti sono maggiormente frequenti il carcinoma basocellulare e il carcinoma squamocellulare, tumori della pelle anche detti non melanomatosi, poiché originano da cellule che costituiscono l’epidermide (rispettivamente  cellule basali e cellule squamose) diverse dai melanociti. Queste ultime sono le cellule da cui ha invece origine il melanoma.

Cause dei tumori della pelle

  • Una delle principali cause dei tumori della pelle è l’esposizione frequente ai raggi ultravioletti, la cui fonte principale è la luce del sole. Chi si espone troppo a lungo al sole intenso ha un rischio maggiore di sviluppare un cancro della pelle. Il livello di rischio dipende dall’intensità della luce, dal tempo di esposizione e dalla protezione applicata sulla pelle.
  • L’uso di lampade abbronzanti è un altro dei fattori di rischio che possono causare la comparsa di un cancro della pelle. Anche le lampade, infatti, sono una fonte di radiazioni ultraviolette ed è stato dimostrato che possono provocare il cancro non-melanoma.
  • Il contatto o l’esposizione ad agenti chimici come l’arsenico, il catrame industriale, il carbone bituminoso, la paraffina e certi tipi di oli.
  • Le radiazioni della radioterapia.
  • Le lesioni o gravi infiammazioni della pelle, come ustioni gravi, l’area di pelle che ricopre la zona in cui si è verificata una grave infezione ossea e/o la pelle danneggiata da malattie infiammatorie.
  • Fattori genetici.

Leggete anche: Crema naturale per proteggere la pelle dagli effetti del sole

Segnali d’allarme dei tumori della pelle

Qualsiasi cambiamento nella pelle, come piaghe, protuberanze, macchie, segni, imperfezioni o altri cambiamenti insoliti sono un segnale di avvertimento che potrebbe indicare la presenza di un tumore delle pelle non-melanoma o, nel peggiore dei casi, di un melanoma.

Uno dei segnali d'allarme dei tumori della pelle è senz'altro la comparsa di un nuovo neo con determinate caratteristiche

I tumori della pella non-melanomatosi

Il cancro della pelle non-melanoma può essere riconosciuto da diversi segni sulla pelle. Il principale indizio che deve farvi preoccupare è la comparsa di una macchia o una protuberanza che cresce costantemente, in un lasso di tempo che può durare da alcuni mesi fino ad addirittura due anni. Dovrebbe allarmarvi anche la presenza di un’ulcera che non guarisce entro i tre mesi.

Il carcinoma basocellulare è un tipo di cancro a crescita lenta, il cui sintomo principale è il rossore in alcune aree della pelle, squamose oppure lisce. Può anche presentarsi sotto forma di piccole aree cerose, brillanti e traslucide, che possono sanguinare al minimo graffio.

È inoltre possibile che ci siano delle aree dal colore nero, blu o marrone oppure che sia possibile vedere dei vasi sanguigni irregolari in rilievo.

Il carcinoma a cellule squamose rappresenta il 20% dei tumori della pelle e si sviluppa negli strati superiori dell’epidermide.

Può essere rilevato dalla comparsa di protuberanze in continua crescita, in generale dalla superficie ruvida, oppure da macchie rosse e piatte sulla pelle che crescono lentamente. Questo tipo di tumore si presenta spesso in zone come il viso, le orecchie, il collo, le labbra e il dorso delle mani.

Il sarcoma di Kaposi nasce nel derma, ma può anche avere origine in un organo interno. Spesso ha un aspetto simile a un livido, ma poi diventa un tumore.

Il melanoma

Uno dei segnali d’allarme più importante nel caso del melanoma è la comparsa di un nuovo neo sulla pelle oppure il cambiamento della forma o il colore di un neo già esistente.

Può essere un indizio anche la comparsa di un neo dall’aspetto molto diverso da quello di tutti gli altri. Se notate qualcosa di simile sulla vostra pelle, vi consigliamo di consultare immediatamente un medico.

Leggete anche: Nei rossi sulla pelle: bisogna preoccuparsi?

Un altro metodo per individuare un melanoma è controllare i nei seguendo la regola dell’ABCDE:

Il metodo ABCDE è un ottimo modo per capire se un nuovo neo potrebbe essere un tumore della pelle o meno

  • A- Asimmetria: la metà di un neo o di una voglia non corrisponde all’altra metà.
  • B- Bordi: irregolari, poco definiti, anomali.
  • C- Colore: non è uniforme e possono esserci sfumature marroni o nere; potete anche notare macchie rosse, blu, bianche o rosa.
  • D- Diametro: supera i 6 mm.
  • E- Evoluzione: la forma, le dimensioni o il colore del neo cambiano.
Guarda anche