Scoprite il sesso del bambino con i seguenti metodi

11 settembre 2017
Anche se questi metodi per verificare il sesso del bambino possono funzionare, non bisogna dimenticare che non hanno alcuna base scientifica che li confermi, pertanto non sono del tutto affidabili.

Esistono diversi metodi per scoprire il sesso del bambino, alcuni tradizionali altri più moderni. In effetti si può contare su alcuni antichi calendari e persino su formule matematiche, oltre che su altri metodi formali e tecnici come l’ultrasuono.

Anche se sul piano medico vi sono diversi modi per verificare il sesso del proprio bambino, oltre che diversi test che possono essere acquistati in farmacia, è possibile anche ricorrere ad alcuni metodi da realizzare in casa.

Prima di tutto, bisogna sottolineare che tali metodi provengono tutti dalla cultura popolare, pertanto, sebbene possano fornirci alcuni indizi, non bisogna affidarvisi al 100%.

Trucchi per scoprire il sesso del bambino

Il metodo dell’anello

Molte persone dicono sia infallibile. Consiste nell’appendere un anello liscio (come ad esempio una fede) su di una catena d’oro in modo tale da farlo pendere.

Collochiamo il pendolo sulla mano della donna e, a seconda di come si muove l’anello, capiremo se il piccolo è maschio o femmina.

Secondo la tradizione, se l’anello si muove da un lato all’altro siamo in attesa di un bambino; se invece il movimento è circolare si tratta di una bambina.

Leggete anche: 8 curiosità sul ciclo mestruale che forse non sapete

Formule matematiche

Si può verificare il sesso del piccolo utilizzando formule ottenute a partire dall’età della madre quando rimane incinta, sommando il mese di nascita e quello del concepimento (in genere 14 giorni dopo l’inizio dell’ultima mestruazione).

Secondo tale teoria, se il risultato è un numero pari si tratta di una bambina. Se, invece, è dispari siamo in attesa di un bimbo.

La prova dell’olio

Si versano delle gocce di olio nella parte più sporgente del ventre della gestante. Se l’olio scivola rapidamente, si è in attesa di un bambino; in caso contrario, si tratta di una bambina.

La forma della pancia

C’è anche chi sostiene che la natura ci parli attraverso le forme, e lo fa anche per comunicarci il sesso del bambino. Se il ventre della madre è tondo, significa che siamo in attesa di una bambina; se è appuntito, allora daremo alla luce un bambino.

Il calendario cinese

Tra i metodi più tradizionali ed efficaci ci sono senz’altro quelli del calendario cinese e maya. Per verificare il sesso del bambino, si parte dall’età della madre e dalla data del concepimento.

Battiti del cuore

Tra i suoni più belli per la madre vi è, senza dubbio, quello del cuore del suo piccolo.

Si dice anche che la frequenza di questi battiti possa offrire un’informazione molto utile per conoscerne il sesso.

Se il cuore del piccolo batte più di 140 volte al minuto, si tratta di una femmina. Se lo fa con una frequenza più bassa, allora siamo in attesa di un maschio.

Test con cavolo rosso

Questo ortaggio non si trova tra gli alimenti più desiderati durante la gravidanza, tuttavia, può esserci utile in questo caso.

Lo bolliamo e ne conserviamo l’acqua di cottura. Per conoscere il sesso del bambino, bisogna mescolare alcune gocce di urina con quest’acqua. 

Se l’acqua di cottura diventa porpora, avremo un bambino; se diventa rosa, avremo una bambina.

Il trucco dell’aglio

Per le donne a cui piace questo condimento, l’aglio è una prova ideale. Se, dopo averlo mangiato, notiamo che dalla pelle si sprigiona un cattivo odore, allora attendiamo un bambino. In caso contrario, avremo una bambina.

Posizione del bambino

Se il piccolo è a faccia in su all’interno della pancia, allora siamo in attesa di una bambina. In caso contrario si tratta di un maschio.

Dolce o salato

Anche le classiche voglie possono darci indicazioni sul sesso del bambino. Se si ha voglia di assumere prodotti dolci, come cioccolato, biscotti o qualsiasi atro cibo di questo genere, si dice che si è in attesa di una bambina.

Se si opta per patatine fritte o altri stuzzichini salati, allora aspettiamo un bambino.

Prove con bicarbonato

Per portare a termine questa prova, bisogna aggiungere un po’ di urina ad un bicchiere d’acqua con bicarbonato. 

Se si producono delle bolle, significa che siamo in attesa di un bambino. Se non ci sono bolle, aspettiamo una bambina.

Brufoli sul viso

Durante la gravidanza, possono comparire alcuni brufoli sul viso. Anticamente si pensava che era la bambina che la mamma portava in grembo a causare tali brufoli. 

Se invece la madre non palesava problemi di acne, probabilmente si era in attesa di un bambino.

Visitate questo articolo: Trattamento al pomodoro per le pelli grasse e con acne

Il viso della madre durante la gravidanza

Nel corso della gravidanza il viso della mamma tende a diventare più tondo, in genere a causa dell’aumento di peso.

Tradizionalmente si pensava che, quando ciò si verificava, probabilmente si era in attesa di una bambina. Se invece il viso della mamma rimaneva normale, allora si trattava di un bambino. 

L’influenza del testosterone

Durante la gravidanza può succedere che crescano dei peli in alcune parti del corpo. Se crescono più velocemente del solito, il testosterone sta facendo effetto e il piccolo potrebbe essere maschio. In caso contrario, potrebbe trattarsi di una bambina.

Guarda anche