Differenze tra prima e seconda gravidanza: quali sono?

17 Gennaio 2019
Durante la seconda gravidanza non si ha tempo per riposare come nella prima, in quanto c'è un'altra persona che ha bisogno di tutte le cure e le attenzioni della mamma.

La prima gravidanza è una sorpresa che ci travolge. Abbiamo aspettative e, anche se non sembra, l’emozione più forte che proviamo è la paura. La seconda gravidanza, invece, solitamente la viviamo in maniera più tranquilla.

Le donne che affrontano una seconda gravidanza hanno una maggior consapevolezza del cammino che stanno intraprendendo, infatti si sentono rassicurate dalla precedente esperienza. Per altre donne, invece, la seconda gestazione è molto più stimolante.

Anche se seguono una sorta di guida mentale che si rifà alla loro esperienza, ogni gravidanza è unica. Di sicuro ci sono dei punti in comune con le gestazioni precedenti, ma anche situazioni completamente nuove.

Volete saperne di più? Leggete anche: La gravidanza: legame magico con un essere che già amiamo

Vivere la gravidanza quando si ha già un figlio

Il secondo figlio è accompagnato da un percorso di riflessione. Arriva con l’esperienza. Quello che molte madri non sanno è che una seconda gravidanza può essere complicata, difficile o semplicemente diversa dalla precedente.

Quando si rimane incinta per la seconda volta, si verificano dei cambiamenti fisici ed emotivi che si aggiungono allo stile di vita di una donna che si prende già cura di un altro figlio. Ed è proprio questa la grande sfida. Ci sono differenze tra la prima e la seconda gravidanza e una madre le sperimenta sicuramente.

Quali sono le differenze tra la prima e seconda gravidanza?

Donna incinta con il figlio

  • Dimenticatevi di godervi il sonno che la gravidanza comporta. Quelle lunghe giornate di riposo che vi siete concesse durante la prima gravidanza non si ripresenteranno durante la seconda gestazione. Il vostro primo figlio, soprattutto se piccolo, chiede l’attenzione e l’amore che solo una madre sa dare.
  • Il vostro primo figlio sarà la migliore compagnia nell’attesa del secondo figlio. Stimolerà il bambino nella pancia e creerà un legame tenero con lui, con voi e con il padre. Il vincolo si rafforza a mano a mano che cresce la pancia.
  • Avrete più energia rispetto alla prima gravidanza. Avrete la sensazione di poter fare di tutto e di conquistare il mondo. Siete già in possesso dei cosiddetti “poteri materni”, siete supermamme, in grado di recuperare le forze in maniera incredibilmente veloce nonostante tutto le responsabilità: lavorare, educare i figli, fare i lavori domestici, prendervi cura del partner e di voi stesse durante la gravidanza.
  • Potrete avere il parto che non avete avuto la prima volta. Se non avete sperimentato il parto in acqua o in casa, ora potete considerare questa eventualità. Sappiate, inoltre, che è possibile partorire in maniera naturale anche dopo aver avuto un parto cesareo.
  • Durante la prima gravidanza eravate al centro dell’attenzione di parenti e amici. Ora, è possibile che l’attenzione nei vostri riguardi diminuisca. Non preoccupatevi, riceverete comunque tanto affetto e amore, ma sarà un’esperienza diversa dalla prima gravidanza.

Allattamento e seconda gravidanza

Bimba bacia la pancia della mamma

Se rientrate nel gruppo di donne che vogliono allattare i propri figli per almeno due anni, ma la notizia di una nuova gravidanza vi ha sorpreso, non disperatevi e soprattutto non smettete di allattare.

È possibile che possiate seguire i vostri piani.

È chiaro che esistono diverse opzioni. Molte madri o nonne vi avranno detto che l’allattamento è incompatibile con una seconda gravidanza e alcuni medici ritengono che possa causare un aborto spontaneo da un momento all’altro. State tranquille, non è necessariamente così.

Se state portando avanti una gravidanza sana e tranquilla, non avete ragione di preoccuparvi. Avvertite contrazioni? Probabilmente sì, ma sono lievi, niente che metta in pericolo la vostra salute e soprattutto la vita del bambino che avete in grembo. Potete continuare ad allattare il vostro primo figlio senza paura e dare il meglio ai vostri piccoli.

Tuttavia, se vi trovate in una delle seguenti condizioni, consultate il vostro medico o ginecologo, che probabilmente vi consiglieranno di smettere di allattare:

  • La vostra è una gravidanza ad alto rischio, per via della vostra età o per la presenza di malattie gestazionali.
  • Aspettate due gemelli.
  • Avete avuto perdite uterine.

Vi consigliamo di leggere anche: Diventare mamma a 35 anni: 6 vantaggi

Considerazioni finali

La gravidanza è una delle esperienze più belle che una donna possa vivere. La seconda, in particolare, porta con sé un’aria diversa, un vento di cambiamento. C’è un altro figlio di cui prendersi cura, da nutrire e da amare. È necessario costruire uno spazio d’amore e di felicità con il vostro primo figlio e il resto della famiglia che attende la nascita del secondo bimbo.

Assicuratevi di vivere quest’esperienza con serenità, indipendentemente da quello che fate, perché il bambino deve percepire la vostra pace interiore. Il bambino che nascerà può ricevere più stimoli rispetto al primo. Siete felici e avete fiducia nel futuro, ma vi preoccupate anche di soddisfare i bisogni del vostro primo figlio.

Godetevi questo momento come madri che già siete, donne con un’esperienza vissuta. Preparatevi al meglio, dovrete affrontare nuove sfide d’ora in poi come mamme di due bambini.