Sintomi di una carenza di magnesio

· 19 aprile 2014
Un deficit di questo minerale può non essere rilevabile tramite analisi mediche, ma tra i sintomi di una carenza di magnesio vi sono spasmi frequenti, mal di testa o ipertensione.

Il magnesio è un minerale indispensabile, in quanto svolge funzioni molto importanti per il nostro organismo. Un deficit di questo minerale spesso non viene diagnosticato, perché non è rilevabile con una normale analisi del sangue; ecco perché è importante conoscere i sintomi di una carenza di magnesio.  

In questo articolo vi spiegheremo quali sono i sintomi di una carenza di magnesio, così come i benefici di questo minerale, gli alimenti che lo contengono e gli integratori che potete assumere.

Sintomi di una carenza di magnesio

  • Degenerazione della cartilagine e malattie come artrosi e dolori articolari
  • Fastidi muscolari come crampi, contratture, formicolio, intorpidimento, tremolio
  • Tachicardia, aritmia del battito cardiaco e spasmi coronarici
  • Ipertensione
  • Mal di testa e dolori alla mandibola dovuti alla tensione
  • Vertigini
  • Spasmi di palpebre, esofago, stomaco o intestino
  • Formicolio intorno alla bocca
  • Fotofobia, difficoltà ad adattarsi alla luce, visualizzazione di macchioline di luce quando si chiudono gli occhi
  • Stanchezza la mattina appena alzati, fatica, debolezza
  • Inappetenza
  • Nausea e vomito
  • Sensazione di oppressione nel petto e difficoltà a respirare profondamente
  • Stitichezza
  • Crampi mestruali
  • Difficoltà ad inghiottire o sensazione di nodo alla gola
  • Ipersensibilità al rumore
  • Voglia intensa di consumare sale e cioccolato
  • Alterazioni del sistema nervoso: insonnia, ansia, iperattività, inquietudine, attacchi di panico, fobie
  • Osteoporosi
  • Carie

Se notate la presenza di almeno due di questi sintomi, potete assumere degli integratori di magnesio.

Effetti positivi del magnesio

  • Rilassa e rende la muscolatura più flessibile; il magnesio è fondamentale per gli sportivi
  • Rafforza il muscolo cardiaco
  • Equilibra il sistema nervoso, è utile in caso di stress, depressione, ansia
  • Migliora la qualità del sonno
  • Aiuta a sintetizzare il collagene, fondamentale per lo scheletro, i tendini e la cartilagine
  • Frena l’infiammazione della prostata
  • Calma i dolori
  • Aiuta ad assorbire e a fissare il calcio. Per questo motivo, si consiglia di assumere magnesio in caso di osteoporosi e carie, soprattutto se stanno già assumendo degli integratori di calcio, in modo da bilanciarli: un consumo eccessivo di calcio da solo, infatti, può nuocere alla salute.
  • Alcalinizza l’organismo. Cattive abitudini, un’alimentazione poco sana, l’inquinamento e lo stress rendono l’organismo acido. Il magnesio riequilibra il pH corporeo.
  • Aumenta la secrezione di insulina, facilitando il metabolismo dello zucchero
  • Utile in caso di asma e bronchite
  • Riduce gli attacchi epilettici

Leggete anche: Dieta antidepressiva: mangiare bene per stare meglio

Ragazza su bicicletta

Fonti naturali di magnesio

  • Cacao. Il cioccolato fondente puro contiene quasi 500 milligrammi di magnesio ogni 100 grammi.
  • Ortaggi a foglia verde scura: bietole, lattuga, spinaci, prezzemolo.
  • Frutta come banane, albicocche, avocado, pesche, prugne, mele.
  • Frutta secca: mandorle, anacardi, nocciole, noci.
  • Legumi: piselli, lenticchie.
  • Semi.
  • Cereali: riso, miglio, avena.
  • Patate.
  • Zucca.
  • Pesce.
  • Germogli di erba medica.
  • Dente di leone.
  • Germe di grano.
  • Lievito di birra.

Leggete anche: Il cioccolato: il piccolo piacere che seduce il cervello

Potete preparare frullati con verdure a foglie verdi, mela, banana ed erba medica, da addolcire con un po’ di miele. Bevendone uno al giorno, nel giro di poco tempo avvertirete una sensazione di benessere generale.

Frullato verde

Integratori di magnesio

A causa della bassa qualità del terreno, oggigiorno gli alimenti non contengono la stessa quantità di minerali di un tempo. Se notate i sintomi di una carenza di magnesio, vi consigliamo quindi di assumere qualche integratore naturale.

  • Cloruro di magnesio: da evitare se si soffre di acidità; se non amate il suo sapore amaro, potete prenderlo in capsule.
  • Citrato di magnesio: se soffrite di disturbi gastrointestinali o non tollerate bene gli altri integratori di magnesio, questo è il più adeguato; ha infatti una grande biodisponibilità, vale a dire che il corpo lo assorbe con più facilità.
  • Carbonato di magnesio: ha un alto potere alcalinizzante. Assumete 300 mg di magnesio ogni giorno, per via orale, se possibile divisi in tre porzioni affinché il corpo le assorba nel modo adeguato.
  • Solfato di magnesio. Se volete ottenere un immediato effetto di rilassamento e allo stesso tempo rivitalizzare il corpo, potete preparare dei bagni con solfato di magnesio, conosciuto anche come Sale di Epsom. Questi bagni possono donare grande sollievo in caso di artrosi, osteoporosi, reumatismi e dolori articolari in generale. Aggiungetene 100 grammi nell’acqua calda e fate un bagno di circa 30 minuti. Ripetete la cura per 9 giorni e poi una volta alla settimana.

Prima di assumere qualsiasi integratore vi raccomandiamo di consultare il medico o naturopata, soprattutto se soffrite di qualche malattia o assumete medicinali.

Immagini per gentile concessione di floridecires e ponte1112

Guarda anche