Sintomi di una menopausa precoce

· 16 gennaio 2017
Oltre ai cambiamenti fisici, la menopausa precoce ha conseguenze soprattutto a livello psicologico, per cui bisogna imparare ad affrontare questa fase della vita nel miglior modo possibile

La menopausa è quella tappa della vita di una donna in cui smette di avere il ciclo mestruale e subisce diversi cambiamenti ormonali che le impediscono di rimanere incinta.

Di solito si verifica a partire dai 45 anni, anche se nel periodo precedente si avvertono alcuni sintomi associati alla riduzione dei livelli di estrogeni e progesterone.

È un periodo complicato per tutte, soprattutto perché implica cambiamenti fisici e psicologici che, in un modo o nell’altro, interferiscono con la propria vita quotidiana.

La buona notizia è che può essere superata tranquillamente optando per una vita sana e alcuni integratori che ne mantengano sotto controllo i sintomi.

Cos’è la menopausa precoce?

I dati dell’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) assicurano che l’1% della popolazione femminile soffre di menopausa precoce.

Questo si verifica quando le ovaie smettono di funzionare e le mestruazioni scompaiono nelle donne di età inferiore ai 40-45 anni.  

Inizialmente si manifesta con le irregolarità del ciclo mestruale e, in seguito, con la totale scomparsa dello stesso.

Il problema radica nel fatto che, dato che una donna soffre significativi cambiamenti ormonali troppo presto, si incrementa il rischio di soffrire di malattie croniche e problemi emotivi.    

Leggete anche: Miele all’aglio per combattere le malattie respiratorie

Cause della menopausa precoce

vampate-menopausa

Una significativa percentuale di casi di menopausa precoce non ha una causa prestabilita. Ciò nonostante, esistono alcuni fattori che sono relazionati in qualche modo a tale condizione:

  • Alterazioni genetiche e cromosomiche
  • Agenti infettivi
  • Malattie autoimmuni
  • Esposizione ad ambienti tossici
  • Sovrappeso e obesità
  • Trattamenti aggressivi come radioterapia e chemioterapia
  • Rimozione chirurgica delle ovaie.

Sintomi della menopausa precoce

I sintomi della menopausa precoce possono variare da donna a donna, quasi sempre a seconda dei cambiamenti ormonali che causa.

La riduzione dei livelli di estrogeni nelle ovaie scatena una serie di sintomi che interferiscono nelle funzioni femminili come le mestruazioni e la capacità di concepire.

Tra i principali sintomi ricordiamo:

Cicli mestruali irregolari:

calendario-ciclo

Come conseguenza della riduzione dei livelli di estrogeni, la donna comincia ad avere le mestruazioni irregolari che, a volte, possono tardare mesi nel presentarsi.

È comune anche che il flusso sia meno intenso o che si alteri il colore e l’odore dello stesso.

Vampate notturne

Svegliarsi di notte a causa delle vampate è un evidente sintomo della menopausa. Se la donna che ne soffre ha meno di 40 anni, probabilmente soffrirà di menopausa precoce.

Palpitazioni

palpitazioni

I cambiamenti ormonali causati da una menopausa precoce possono alterare il ritmo cardiaco e provocare fastidiose palpitazioni.

È importante sottoporsi sempre a controlli medici, perché questa condizione incrementa anche il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari.

Secchezza vaginale

Questo sintomo è molto preoccupante, perché può compromettere la vita intima della donna che ne soffre. Dato che si riducono gli estrogeni, la vagina perde la sua naturale idratazione e presenta una mancanza di lubrificazione.   

A loro volta, i rapporti sessuali potrebbero diventare dolorosi e fastidiosi.

Riduzione della libido

relazione-coppia

La riduzione della libido non è sempre un sintomo di menopausa precoce, perché il desiderio sessuale è determinato da molteplici fattori.

Ciò nonostante, quando si verifica all’improvviso e senza un motivo apparente, è probabile che si stiano verificando significativi cambiamenti ormonali provocati dalla menopausa.   

Infezioni urinarie

L’incremento delle infezioni urinarie è un altro dei sintomi della menopausa precoce.

Gli squilibri del pH della zona intima creano un ambiente favorevole alla proliferazione batterica e, di conseguenza, aumentano i casi di cistite.

Vogliamo ricordare, però, che anche il sistema immunitario ne subisce le conseguenze, cosa che riduce la capacità di combattere i virus, i batteri e altri agenti infettivi.  

Cambiamenti dello stato d’animo

L’irritabilità, i cambiamenti repentini di umore e le difficoltà nel mantenere la concentrazione sono altre delle conseguenze della comparsa precoce della menopausa.

Gli squilibri ormonali colpiscono il sistema nervoso e causano sbalzi d’umore.  

Perdita della densità ossea

mani

Con la riduzione dei livelli di estrogeni, si verifica un altro cambiamento al quale bisogna prestare le dovute attenzioni: la perdita di densità ossea.

Questa condizione si verifica perché il corpo perde in parte la sua capacità di assorbire il calcio e altri nutrienti importanti per rafforzare le ossa.

La menopausa precoce può essere evitata?

Oggigiorno non esiste un trattamento specifico per evitare l’insorgere della menopausa precoce.

Gli specialisti di solito consigliano una terapia ormonale, così come l’assunzione di integratori di calcio e altri medicinali per controllarne i sintomi.

La cosa più importante è imparare ad affrontarla con ottimismo e prendersi cura di sé. 

Guarda anche