Prevenire ed individuare le cisti nelle ovaie

13 ottobre 2014
Solitamente si presentano senza particolari sintomi e scompaiono da sole. Tuttavia, è molto importante riconoscere i sintomi per poterle trattare adeguatamente, per evitare che si aggravino.

Le cisti nelle ovaie rappresentano un problema di natura benigna delle donne. Anche se di solito non mettono a rischio la salute, la cosa migliore da fare è trattarle in tempo per prevenire possibili complicanze. Di solito questo problema si presenta tra la pubertà e la menopausa, ed è molto poco comune una volta entrate in menopausa

Cosa sono le cisti?

Una cisti ovarica è una piccola sacca piena di liquido che si forma dentro o fuori l’ovaia di una donna. Questo succede quando la donna è in fase di ovulazione, durante la quale si forma un piccolo follicolo in una delle ovaie che si rompe quando l’ovulo matura ed è pronto per essere fecondato. In seguito alla liberazione dell’ovulo, la piccola sacca si dissolve e sparisce in modo naturale. Tuttavia, se questo non avviene oppure se la sacca si riempie dopo che l’ovulo sia stato già liberato, è possibile che si riversi in essa del liquido aumentando di grandezza e formando, in questo modo, una cisti.

Quali sono le cause delle cisti?

Una donna presenta un rischio maggiore di soffrire di cisti ovariche se il suo ciclo mestruale è irregolare, se si sta sottoponendo a trattamenti di fertilità, in seguito a squilibri ormonali e anche per fattori genetici.

Come individuare in tempo le cisti nelle ovaie?

In generale le cisti nelle ovaie non presentano sintomi che possono allarmare le donne. Tuttavia, in alcuni casi possono essere individuate in seguito ad un acuto dolore nell’addome che si presenta quando si svolgono alcune attività. Quando la cisti sanguina o si rompe, non solo produce un dolore intenso, ma bisogna subito recarsi in un centro ospedaliero, poiché potrebbe causare emorragie vaginali. Un altro modo per individuare la presenza di cisti ovariche è se la donna sente dolore prima del proprio ciclo mestruale o durante i rapporti sessuali.

Altri possibili sintomi che possono aiutare ad individuare le cisti ovariche sono:

  • Nausea o vomito
  • Sensibilità al seno
  • Aumento di peso
  • Dolore quando si urina
  • Gonfiore addominale o pelvico
  • Dolore nella regione lombare e nei muscoli
  • Combinazione di dolore, febbre e vomito

Nel caso in cui presentiate uno o più sintomi citati, l’ideale sarebbe consultare uno specialista che possa realizzare un esame pelvico che permetta di confermare la presenza o meno di cisti nelle ovaie. Qualora il medico sospetti di questo problema, lo può verificare tramite la realizzazione di un’ecografia o di una risonanza magnetica. Tuttavia, anche per mezzo di un esame del sangue è possibile determinare se la cisti deve essere rimossa o meno.

Come prevenire le cisti nelle ovaie?

Per prevenire la formazione di cisti nelle ovaie, ci sono alcune raccomandazioni che potete tenere a mente e che potete applicare facilmente.

Seguite una dieta sana

dieta mediterranea

Per prevenire e trattare le cisti ovariche, la cosa migliore da fare è includere nella propria alimentazione più alimenti ricchi di fibra e acqua con l’obiettivo di ridurre la pressione addominale. Si consiglia, inoltre, di includere anche alimenti ricchi di vitamine e minerali, soprattutto zinco e vitamine B e C.

Impacchi di acqua calda

Quando sentite dolore addominale, dovreste subito applicare degli impacchi di acqua calda per ridurre l’infiammazione ed alleviare il dolore.

Bere infusi rilassanti

camomilla

Se presentate sintomi come dolore o infiammazione addominale, l’ideale è bere un infuso di camomilla, menta o lampone. Questi infusi aiutano a ridurre lo stress e provocano un effetto calmante, ideali prima di andare a dormire.

Bere acqua

Una sana abitudine come bere acqua può prevenire la formazione di cisti ovariche poiché vi mantiene idratate. Si consiglia di bere almeno 8 bicchiere di acqua al giorno.

Bere tè di dente di leone

Il dente di leone è noto per le sue proprietà diuretiche che favoriscono la purificazione del fegato; esso, inoltre, elimina le tossine ed aiuta a migliorare gli equilibri ormonali. Considerando tutto ciò, questo tè è ideale per prevenire e ridurre la formazione di cisti nelle ovaie.

Svolgere regolare attività fisica

L’attività fisica regola il ciclo ormonale, aiuta a prevenire i dolori addominali e vi mantiene sani in tutti i sensi. È stato dimostrato che chi realizza attività fisica presenta minori irregolarità durante il ciclo mestruale, cosa che riduce la possibile formazione di cisti.

Guarda anche