Succo di melograno per proteggerci dall’Alzheimer

7 gennaio 2016
Grazie ad alcuni studi sperimentali, si è potuto concludere che il melograno può aiutare nella lotta contro l'Alzheimer e dunque gli esperti ne consigliano il consumo.

Il succo di melograno viene considerato sempre più un autentico regalo per la nostra salute. Nonostante sia un po’ difficile da preparare, si tratta di un piccolo sforzo che verrà certamente ripagato.

Potete assumere il melograno alla fine dei pasti oppure aggiungerlo a buonissime insalate. Tuttavia, il modo migliore per trarre beneficio dalle sue notevoli qualità è berne il succo naturale.

Il succo di melograno aiuta a mantenere sotto controllo il colesterolo, a pulire le arterie, a lottare contro le infiammazioni e, inoltre, secondo alcuni studi condotti dall’Università di Londra, può ritardare la comparsa dell’Alzheimer.

In questo articolo parleremo proprio di questo interessante aspetto.

Succo di melograno per frenare la comparsa e l’avanzamento dell’Alzheimer

L’Alzheimer è quella terribile malattia che cancella la nostra identità, ciò che siamo, ciò che abbiamo vissuto… Possiamo dire, senza timore di sbagliarci, che si tratta della malattia più triste, per la quale non esiste ancora un trattamento che possa dare la speranza di evitarla o, almeno, di frenarne al 100% l’avanzamento.

Con ciò vogliamo dire che, oggi come oggi, esistono solo alcuni farmaci che consentono di migliorare un po’ la qualità di vita di chi ne soffre.

Vi consigliamo di leggere: Il melograno, un frutto che pulisce le arterie

Il succo di melograno, esattamente come avere uno stile di vita sano, può aiutarci ad evitare questa malattia con una percentuale che oscilla tra il 20 e il 30%, secondo quanto affermano gli esperti. Per questo motivo, vogliamo condividere con voi i risultati di queste ricerche.

alzheimer

Lo studio

Questo studio è stato condotto nel 2014. I dati, pubblicati sulla rivista “Neurobiology of Disease“, hanno sottolineato come un bicchiere di succo di melograno al giorno possa aiutarci a ridurre l’accumulo di proteine dannose associate all’Alzheimer. 

Il responsabile del progetto, il dottor Olumayokun Olajide, ha sottolineato quanto segue:

L’Alzheimer è associato ad un accumulo di placca nelle nostre cellule cerebrali, cosa che causa la perdita di mielina. La mielina è uno strato che riveste le cellule e i neuroni, la cui assenza provoca una sconnessione delle stesse che impedisce alle informazioni di essere trasmesse in modo adeguato. Questa placca, chiamata “beta-amiloide”, compare a causa dell’ossidazione cellulare.

Come già detto, l’esperimento venne condotto in laboratorio nel 2014 e vennero usati dei ratti. Quelli che ricevevano in modo regolare il melograno videro migliorate le proprie funzioni cognitive in modo straordinario.

Leggete anche: 5 consigli per contrastare l’Alzheimer

La quantità di beta-amiloide depositata sulla corteccia cerebrale, inoltre, diminuì di circa il 50%. Un dato davvero promettente.

Secondo gli stessi ricercatori, questo studio ha dimostrato in modo chiaro gli effetti positivi del consumo di melograno nel trattamento dell’Alzheimer. Anche se questi dati si riferisco ad un esperimento realizzato su animali, ci sono ottime possibilità che anche sugli umani i risultati si rivelino promettenti.

Nonostante si renderanno necessarie altre ricerche per sviluppare un farmaco a base di melograno, gli esperti si sbilanciano già sottolineando come sia consigliabile per ogni persona sana, e soprattutto per chi già soffre di qualche demenza, aumentare il consumo di melograno.

Ricordate: dobbiamo assumere succhi 100% naturali.

Altri benefici del melograno

melograno

Il melograno è ottimo per il cuore

Si può assumere come frutto o sotto forma di succo; in ogni caso, assumendolo in modo regolare, la salute cardiaca ne trarrà giovamento:

  • Diminuiranno i livelli di colesterolo cattivo o LDL grazie al suo alto contenuto di polifenoli.
  • Aiuterà ad evitare l’indurimento delle arterie e a lottare contro l’aterosclerosi.
  • Bere succo di melograno ogni giorno farà aumentare del 130% l’attività antiossidante totale del sangue.

Il melograno aiuta a prevenire e a trattare l’artrite

L’estratto di melograno può aiutare a prevenire e a trattare la comparsa dell’osteoartrite. Ciò è dovuto alla sua potente azione inibitrice nei confronti degli enzimi che causano la decomposizione della cartilagine; in questo modo, inoltre, si evitano le fastidiose infiammazioni.

Il succo di melograno migliora l’aspetto della pelle

Un segreto di bellezza a portata di mano: il melograno, assunto come frutto, sotto forma di succo o in capsule, grazie al suo estratto, aiuta a proteggere la pelle dagli attacchi dei radicali liberi, oltre che dai raggi ultravioletti, UVA e UVB.

Il melograno protegge dal cancro

Bere succo di melograno tutti i giorni può offrire grandi benefici per prevenire malattie molto serie come l’Alzheimer e il cancro. Sottolineiamo ancora una volta che non può prevenirle al 100%, ma sicuramente in una certa misura comunque vantaggiosa.

Scoprite come pulire il colon in modo naturale

Ne varrà certamente la pena. In questo senso il melograno può ritardare l’avanzamento del cancro alla vescica, al seno, al colon o alla prostata.

Il segreto risiede, come sapete, nel suo alto contenuto di antiossidanti. Grazie a ciò, riusciamo a ridurre la crescita delle cellule cancerogene e ci proteggiamo dalla comparsa di tumori alla pelle, cosa ovviamente molto importante.

Che ne dite di cominciare oggi stesso a bere un buon bicchiere di succo di melograno naturale al giorno?

Guarda anche