5 consigli per prevenire la demenza

· 13 novembre 2015
Sapevate che una dieta adeguata può aiutarvi a prevenire il deterioramento cognitivo? Dimenticate i dolci e le farine raffinate, arricchite la vostra alimentazione quotidiana di frutta e verdura!

Oggi parliamo di demenza in termini generali, cioè quando una persona inizia a manifestare sintomi di deterioramento della capacità mentale che le impediscono di condurre una vita autonoma. Si parla di perdita di memoria, mancanza dell’orientamento, incapacità di ragionare.

Di sicuro avrete sentito parlare della forma di demenza più comune, cioè l’Alzheimer. Tuttavia, anche accidenti cerebrovascolari come l’ictus possono scatenare lo sviluppo della demenza.

Anche se è impossibile evitare al 100% questo problema, vale la pena conoscere cosa possiamo fare giorno dopo giorno per combattere la comparsa di demenze che, spesso, non dipendono solamente dall’età biologica o dall’avere o meno precedenti familiari.

Molte volte, un problema alla tiroide o una grave carenza di vitamine possono provocare perdita di memoria o deterioramento cognitivo, quindi non è solamente la “demenza senile” ad essere associata a questi sintomi.

Vi invitiamo a leggere l’articolo per saperne di più!

È possibile prevenire la demenza?

I neurologi ci informano che non c’è modo di prevenire il futuro sviluppo di una demenza. Tuttavia, nel caso in cui soffrissimo un ictus, l’avere una buona riserva cognitiva o essere in buona salute eviterà che i danni peggiorino a lungo andare.

Non dimenticate che il cervello vanta una grande plasticità, come un muscolo che si può allenare per renderlo più abile, con più connessioni neuronali e più tessuti che lo renderanno resistente a qualsiasi problema degenerativo che si possa presentare in un futuro.

Alcuni fattori sono molto importanti in questo senso: se non siete fumatori, potrete tenere lontani molti problemi di salute. Se evitate il consumo di droghe o di altre sostanze che provocano un deterioramento cerebrale, la vostra qualità di vita sarà molto più alta.

In definitiva, ci sono fattori che possono diminuire l’effetto del danno cerebrale sviluppando più connessioni tra neuroni in modo da ottenere un cervello più sano e più resistente. Quali sono queste abitudini? Ve lo spieghiamo a seguire.

Vi consigliamo di leggere anche: Come individuare l’Alzheimer in tempo?

1. Una dieta adeguata

Avocado

Fermatevi un momento a riflettere su quale è stata la vostra dieta questa settimana. Solitamente mangiate molti dolci? Cibi pronti? Aggiungete sale alle vostre pietanze? Consumate molti prodotti a base di farine raffinate? Quante porzioni di frutta mangiate ogni giorno?

Forse dovete apportare qualche piccolo cambiamento. Per poter prevenire la demenza e prendervi cura della salute del vostro cervello, dovreste seguire questi consigli:

  • Alimenti ricchi di antiossidanti: sono necessari per proteggere i neuroni dalle sostanze chimiche, come i radicali liberi, evitandone l’ossidazione. Non esitate, quindi, ad includere nella vostra dieta i seguenti alimenti:
    • Arance
    • Limoni
    • Pompelmi
    • Tè bianco
    • Tè verde
    • Fragole
    • Mirtilli
    • Barbabietole
    • Zenzero
    • Papaya
    • Mele
    • Uva rossa
  • Alimenti con acidi grassi Omega 3 ed Omega 6: come quelli presenti nel pesce, in particolare nel salmone, nelle noci, nell’avocado, etc.
  • Ortaggi verdi: come gli spinaci e le verdure crucifere, come i broccoli, il cavolfiore.

2. Attività fisica moderata

Appuntatevi questo dato a lettere maiuscole: camminare mezz’ora tutti i giorni migliora la funzione cognitiva e rallenta il deterioramento cerebrale. Perché non cominciare oggi stesso?

Scoprite i benefici del camminare 30 minuti al giorno.

Non c’è bisogno di stancarvi troppo e di arrivare al limite delle vostre forze. Basta essere costanti e dedicare mezz’ora, un’ora al giorno ad essere attivi, a muovervi, a mettere in moto il vostro cuore e aumentare i battiti.

Una volta a casa, fate una bella doccia: la sensazione di benessere non avrà prezzo. E la vostra salute cerebrale vi ringrazierà!

3. Mantenete il cuore sano

Cuore-sano

Cosa significa “mantenere sano il cuore”? Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione:

  • Mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo.
  • Fare attenzione in caso di ipertensione.
  • Evitate di fumare.
  • Evitate i cibi ricchi di grassi perché favoriscono la comparsa dell’arteriosclerosi.
  • Imparate a gestire correttamente le situazioni di stress e ansia.
  • Evitate problemi di sovrappeso.

Vi consigliamo di leggere anche: Come prendervi cura del vostro cuore.

4. Sì al coltivare i rapporti sociali

Non richiudetevi in casa, non passate ore davanti alla televisione, piuttosto uscite con i vostri amici o i vostri familiari. Godetevi le risate, gli scherzi, le nuove esperienze, indipendentemente dalla vostra età.

Correte il rischio di fare quel viaggio che tanto desiderate, uscite dalla routine e iscrivetevi a tutti i corsi che volete. Sono tutti stimoli meravigliosi che amplieranno la vostra riserva cognitiva e permetteranno al vostro cervello di mantenersi sano, forte e soprattutto felice.

5. Sì a imparare qualcosa di nuovo tutti i giorni

Leggere

Un cervello ancorato alla monotonia di tutti i giorni è un cervello che si ossida, che perde l’agilità poco alla volta e che inizia a presentare problemi di memoria.

Se date al vostro cervello nuovi stimoli, gli offrirete un altro tipo di nutrienti con cui creare nuove connessioni neuronali che favoriscano l’apprendimento e la conoscenza.

Non mettete limiti alla curiosità: leggete, cercate, imparate, guardate le cose da un punto di vista critico e cercate nuove verità, nuovi incentivi che renderanno felice il vostro cervello e vi permetteranno di prevenire possibili demenze.

Guarda anche