Prendersi cura dei nipoti aiuta a prevenire la demenza

10 Dicembre 2015
Anche se prendersi cura dei nipoti ha effetti benefici nella maggior parte dei casi, è anche molto importante che gli anziani abbiano tempo da dedicare ad altre attività

Le nonne e i nonni svolgono un ruolo fondamentale all’interno del nucleo familiare e, proprio per la loro dedizione e le loro cure, sono un sostegno fondamentale per i bambini e i loro genitori.

Da sempre abbiamo saputo che esiste un legame molto stretto tra i nipoti e i nonni, soprattutto quando condividono tanti momenti insieme in seguito all’assenza dei genitori.

Tuttavia, il legame che c’è tra di loro è più forte di quanto molte persone riescano a immaginare, poiché, oltre a essere fonte di una sensazione di benessere, rappresenta anche benefici per la salute di coloro che stanno invecchiando.

Ciò è stato confermato da uno studio recente pubblicato sulla rivista della North American Menopause Society nel quale si dichiara che prendersi cura dei nipoti può essere utile a prevenire il deterioramento cognitivo e le malattie croniche come l’Alzheimer e la demenza senile.

Lo studio

Lo specialista d’Alzheimer e demenza senile Jonathan LaPook, direttore dello studio, ha stabilito che le nonne traggono un grande beneficio dal prendersi cura dei nipoti, perchécosì riescono a mantenere una mente acuta.

Per giungere a questa conclusione, hanno raccolto i dati di 186 donne australiane d’età compresa tra i 57 e i 68 anni, sottoposte a tre test intellettivi diversi e alle quali venne domandato se per loro i nipoti avessero rappresentato un grande sforzo negli ultimi anni.

Del totale citato, 120 dichiararono di trascorrere almeno un giorno a settimana prendendosi cura dei nipoti e furono proprio loro a ottenere risultati migliori in due test su tre.

Sembra, infatti, che questo compito implichi una certa esigenza fisica ed emotiva che influisce positivamente su diversi processi mentalie su varie funzioni dell’organismo che richiedono una maggiore attività fisica.

Leggete anche: L’impronta emotiva dei nostri nonni

Nonostante ciò, per ottenere il massimo dei benefici, prendersi cura dei nipoti deve essere un’attività moderata poiché, in eccesso, potrebbe avere l’effetto contrario a causa del consumo fisico e dello stress che implica.

nonni

Stando a quanto stabilito dallo studio, coloro che hanno dichiarato di prendersi cura dei nipoti cinque o più giorni a settimana hanno ottenuto peggiori risultati nei test volti a valutare la memoria e la velocità del processo mentale di lavoro.

Anche se non si aspettavano certi risultati, lo studio è stato in grado di stabilire che, quanto più tempo passano le nonne a prendersi cura dei nipoti, più pesano su di loro le esigenze dei propri figli. I ricercatori sono quindi arrivati alla conclusione che l’umore svolge un ruolo importante per quanto riguarda i benefici di questa abitudine.

Anche se, grazie a precedenti studi, era già stato possibile esaminare la relazione tra una mente acuta e le attività sociali, questa è la prima volta che lo studio si focalizza sui benefici per le donne anziane e in fase post-menopausa.

Stando a quanto sostenuto dal Dr. Gass, direttore esecutivo della North American Menopause Society:

“Essere nonne è una funzione sociale tanto importante quanto comune per le donne in fase post-menopausa ed è per questo che è così importante conoscerne gli effetti che, in futuro, ciò può avere sulla loro salute”.

Il ruolo dei nonni nella vita dei bambini

nonni e nipoti

Per i nonni, i nipoti sono una fonte di soddisfazione perché, a eccezione di qualche caso straordinario, questi non hanno più nessuno di cui prendersi cura e da crescere e devono solo preoccuparsi di offrirgli affetto e qualche lezione di vita.

I bambini ricevono amore, divertimento e una compagnia che forse nessun altro è in grado di dare loro.

Mentre i nonni riescono a rilassarsi concentrandosi sui giochi e i traguardi dei più piccoli, questi trovano nei nonni una fonte di fiducia e divertimento.

Nonostante ciò, quest’attività deve avere un certo limite e non deve diventare una fonte di responsabilità per gli anziani, poiché l’eccesso sembra scatenare una sensazione di stress dal quale derivano problemi di salute a medio e lungo termine.

Esistono nonne e nonni che s’impegnano al massimo nel crescere i nipoti perché vogliono che i propri figli abbiano successo nella loro vita lavorativa.

Tuttavia, sia loro sia i loro figli devono essere coscienti della necessità di dedicare del tempo ad altre attività che li facciano stare bene in vecchiaia e che svolgono un ruolo importante sia per la salute fisica sia per quella emotiva.

Leggete anche: I nonni, quegli amici sinceri