Zanzariere: tipi e caratteristiche di ciascuna

Per proteggersi dalle zanzare in strada basta un buon repellente, ma in casa sono molto più comode le zanzariere. Scoprite i tipi e i benefici di questo strumento.
Zanzariere: tipi e caratteristiche di ciascuna

Ultimo aggiornamento: 16 agosto, 2021

Arieggiare casa in estate è più sicuro se si è protetti dalle zanzariere. Grazie a esse, è possibile aprire le finestre per far passare l’aria senza far entrare zanzare, mosche e altri insetti.

Con una fitta maglia che impedisce il passaggio degli insetti, si raggiunge la temperatura adeguata e si garantisce la giusta protezione.

Esistono vari tipi di zanzariere e la scelta dipenderà dal modello più adatto alle finestre. Scoprite tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

Cosa sono le zanzariere?

Si tratta di strutture a telaio o rete a maglia molto stretta. Si installano attorno alle cornici di porte e finestre per permettere l’apertura delle stesse senza far passare mosche e altri insetti.

In genere sono realizzate in fibra di vetro con un rivestimento in PVC, ma esistono molti altri materiali utili a tale scopo.

Le zanzariere sono utili per non dover dipendere sempre dai repellenti e poter garantire il passaggio dell’aria e della luce naturale.

Ma questi non sono gli unici usi delle zanzariere. Come vedremo nei prossimi paragrafi, alcuni modelli sono utili a non far uscire gli animali domestici.

Che tipi di zanzariere esistono?

Quando pensiamo alle zanzariere, non vengono più in mente le tende a forma di cono che in passato si appendevano al soffitto, in particolar modo sopra il letto, per evitare di essere punti dagli insetti che trasmettevano malattie.

Nell’attualità, esistono diversi modelli di zanzariere a seconda di dove andranno installate, dall’arredamento di casa e dalla funzione da svolgere. Nelle righe che seguono presentiamo le più comuni.

Tipi di zanzariere per interni.
Le zanzare sono portatrici di malattie, per questo conviene che non entrino in casa.

1. Scorrevoli

Sono le più comuni e si fissano alle porte e finestre che danno sull’esterno. Sono composte da una cornice di alluminio creata ad hoc per adattarsi alla finestra dove verranno installate.

La zanzariera si apre e chiude scivolando su binari orizzontali al cui interno sono presenti dei cuscinetti per facilitare la scorrevolezza. Installarle non è complicato, basterà prendere con cura le misure e preparare la cornice.

Può capitare che la cornice si deformi leggermente per l’esposizione al calore o il costante utilizzo. Di solito, piccole ruote regolabili possono bastare a risolvere l’imperfezione.

2. Fisse

Sono le zanzariere standard e anche le più economiche. Principalmente usate alle finestre, possono andar bene anche sulle porte con accesso all’esterno. A differenza delle altre, non si installano in un periodo particolare dell’anno ma sono permanenti.

Presentano sagome su misura, angolari in PVC e sono fatte in fibra di vetro. Aggiungendo dei filtri fungono anche da barriera contro l’inquinamento. Esteticamente sono simili alle zanzariere scorrevoli, ma in questo caso non scorrono.

Essendo fisse, andranno situate in ambienti poco frequentati e senza passaggio. Per esempio in sgabuzzini, cantine o garage. Per installarle basta posizionarle e fissarle a pressione, con viti o con dei supporti appositi.

3. Avvolgibili

Forse il modello più richiesto sul mercato, vi permetteranno di usarle al bisogno. In inverno possono essere tranquillamente richiuse.

Questo tipo di zanzariera funziona con lo stesso principio di una tapparella: si avvolge sopra la porta o la finestra e si alza o abbassa verticalmente.

Seguono una struttura rigida che fa da cornice e si accosta al perimetro della finestra. Si avvolgono facilmente grazie ai binari alle due estremità della cornice.

4. Estensibili

Hanno un meccanismo che consente la chiusura dal basso all’alto, sfruttando gli stessi binari della tapparella. Permettono di lasciare la tapparella aperta fino a metà senza preoccuparsi dell’entrata in casa di mosche e altri insetti.

5. A tenda

Applicate solo sulle porte. Sono fabbricate con un telaio classico, una cornice e una cerniera centrale alle due bande di tessuto. Attraverso una chiusura a velcro, le due tende si chiudono per non far passare gli insetti.

6. A calamita o adesive

Non prevedono un meccanismo complicato in quanto si installano nella parte interna e si chiudono con una calamita. Non è necessario riavvolgerle o scorrere pannelli per poter entrare o uscire dalle porte del balcone.

7. Plissettate

La forma a fisarmonica del pannello ne facilita la chiusura, permettendo di restare accostate a un lato della cornice. Si tratta del modello più moderno per porte e finestre da cui passiamo regolarmente.

Basterà un movimento orizzontale per estenderle o richiuderle, sempre seguendo la direzione dei binari. Sono leggere e, anche se possono sembrare voluminose, una volta richiuse occupano poco spazio.

Si raccomandano nelle case di persone diversamente abili costrette in sedia a rotelle o dove sono presenti passeggini o carrozzine, visto che non prevedono barriere sul pavimento.

8. In velcro

Hanno lo scopo di coprire qualsiasi buco presente in casa. Si installano facilmente: si ritaglia la quantità di tessuto necessario e si applica a una cornice che andrà poi a ricoprire lo spazio interessato.

9. A battente

Si tratta di una seconda porta integrata a quella principale attraverso una cornice di alluminio con cerniere che permettono l’apertura verso l’esterno. Si realizza sulla base della porta a cui verrà applicata.

10. Su misura

Le zanzariere possono essere realizzate su misura nel caso in cui la cornice della finestra o porta non è convenzionale o standard. Alcuni rivenditori sono specializzati in questi modelli, mentre alcuni negozi offrono kit per l’assemblaggio e il montaggio fai a te.

Vantaggi di tutti i tipi di zanzariere

Le zanzariere, oltre a tener fuori gli insetti, comportano una serie di benefici qui di seguito elencati:

  • Protezione: se vivete in appartamento, potrete aprire la finestra senza paura che bambini o animali siano esposti ai pericoli. Il telaio serve infatti a impedire anche il passaggio all’esterno.
  • Privacy: da fuori è quasi impossibile vedere cosa succede dentro casa attraverso la fitta maglia delle zanzariere.
  • Risparmio energetico: con finestre e porte finestre spalancate in estate potrebbe non essere necessario accendere l’aria condizionata.
  • Rimedio alle allergie: I fitti telai sono in grado di trattenere all’esterno anche la polvere, consentendo di perdere meno tempo a pulire.
  • Resistenza: ormai sono fabbricate in materiali altamente resistenti e durevoli contro le intemperie e il sole. Un investimento unico e a lungo termine.
Installazione zanzariere in casa.
Il tipo di zanzariera può essere più o meno semplice da applicare, a seconda del modello e della sua funzione.

Svantaggi delle zanzariere

Parlando in termini generali, sono molti più i vantaggi di questo strumento contro le zanzare rispetto agli svantaggi. Esistono tuttavia un paio di punti a sfavore che è bene sottolineare.

Apritele e chiudetele sempre interamente: lasciandole a metà potrebbero essere inutili per prevenire l’entrata degli insetti.

Oltre a ciò, in caso di finestre doppie in spazi minimi potrebbe essere impossibile installarle (di solito è richiesta un’area minima di 45 millimetri).

Certificazione e mantenimento delle zanzariere

Dopo aver visto le caratteristiche e i tipi di zanzariere presenti sul mercato, sarà più facile scegliere quella che si adatta meglio alle vostre necessità. Non comprate la prima che trovate o la più conveniente, sceglietene una le cui funzioni facciano al caso vostro.

Verificate con l’addetto alle vendite che il prodotto sia realizzato in materiali contro il polline, gli acari e lo smog. Un dato chiave è assicurarsi che siano certificate dalla Fondazione Centro Europeo per la ricerca sulle allergie (ECARF).

Infine, non dimenticate l’aspetto della pulizia. Inumidite un panno con acqua e sapone, passatelo sul telaio, risciacquate e asciugate. Così eliminerete tutta la sporcizia incastrata.

Siate previdenti e mettetevi in moto per tempo per installare le vostre zanzariere. Non lasciatevi sorprendere dall’estate e dalle fastidiose zanzare.

Potrebbe interessarti ...
Malattie trasmesse dalle zanzare: ecco le principali
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Malattie trasmesse dalle zanzare: ecco le principali

Nelle prossime righe parleremo delle principali malattie trasmesse dalle zanzare e di come intervenire. Scoprite di più in questo articolo.



  • Oficina Regional para las Américas de la Organización Panamericana de la Salud. Diez enfermedades transmitidas por vectores que ponen en riesgo a la población de las Américas. OPS. Estados Unidos. https://www.paho.org/hq/index.php?option=com_content&view=article&id=9438:2014-10-vector-borne-diseases-that-put-population-americas-at-risk&Itemid=135&lang=es#:~:text=mediateam%40paho.org-,Diez%20enfermedades%20transmitidas%20por%20vectores%20que%20ponen%20en%20riesgo%20a,el%20virus%20del%20Nilo%20Occidental.
  • González L. Alergias y el sistema inmune: una revisión desde el aula. Revista Facultad de Ciencias de la Salud (Udes). Vol 1. Colombia; 2014. https://journalhealthsciences.com/index.php/UDES/article/view/7