20-21 aprile Giornata europea dei diritti del malato. Perché si celebra?

La giornata europea dei diritti del malato ci ricorda l'importanza di trattare in maniera eguale tutte le persone che richiedono assistenza medica nei centri sanitari di tutta Europa. Ecco cosa c'è da sapere.
20-21 aprile Giornata europea dei diritti del malato. Perché si celebra?

Ultimo aggiornamento: 15 aprile, 2022

La giornata europea dei diritti del malato si terrà quest’anno il 20-21 aprile. Promossa per la prima volta da Cittadinanzattiva, obiettivo di questa giornata è garantire un trattamento equo per tutti i cittadini malati e una corretta assistenza sanitaria in tutti i paesi dell’Unione Europea. A questo scopo si sono fissati dei parametri base da rispettare per ridurre al minimo gli squilibri tra paesi.

Oggi scopriremo meglio che cos’è Cittadinanzattiva e da dove nasce l’esigenza di istituire una giornata europea dei diritti del malato. Vediamo quali sono i diritti dei pazienti e perché è importante farli rispettare.

Che cos’è Cittadinanzattiva?

Cittadinanzattiva o ACN (dall’inglese Active Citizenship Network), è un’organizzazione onlus che riunisce un gran numero di gruppi civici Europei. Il suo scopo è coinvolgere i cittadini invogliandoli a lanciare proposte e decisioni per il bene comune.

Fondata nel 1978, Cittadinanzattiva è riuscita da allora a perfezionare le sue basi e i suoi obiettivi. Tra i segni distintivi di questa organizzazione:

  • non lavora con partner fissi, ma cambiano a seconda del progetto.
  • Favorisce la comunicazione virtuale tramite internet, invece che attraverso una sede materiale per le operazioni.
  • Mira al coinvolgimento attivo della popolazione e al suo spirito decisionale.
  • Usa l’inglese come lingua base di comunicazione.
  • Le azioni si rivolgono, per la maggior parte, agli enti nazionali dei paesi europei.

Perché si celebra la giornata europea dei diritti del malato?

La giornata europea dei diritti del malato ha lo scopo di sensibilizzare all’importanza di rispettare i 14 diritti dei pazienti e dei malati in tutta Europa. Inoltre, punta a unire le forze dei sistemi sanitari europei, riequilibrando le risorse così che tutti possano rispondere in modo eguale alle esigenze dei pazienti.

Ogni anno si valutano i passi avanti fatti in ambito sanitario e ci si sofferma su quali aspetti rinforzare per assicurarsi che ogni paziente europeo, possa contare sui medicinali essenziali, trattamenti specializzati nonché sulle dovute informazioni.

Per partecipare attivamente a questa giornata è possibile usare l’hashtag #GiornataEuropeadeiDirittidelMalato, per diffondere sui social la propria esperienza volta a sensibilizzare e rendere consapevoli tutti.

Medico con paziente.
I pazienti devono essere parte attiva del sistema sanitario, e queste iniziative aiutano a sensibilizzare la popolazione.

Quali sono i diritti dei pazienti secondo l’ACN?

I diritti su cui si fonda il movimento sono stati delineati nel 2002 con la creazione della Carta dei diritti del malato, documento contenente 14 diritti che ciascun Centro Sanitario dovrebbe rispettare.

1. Diritto a misure preventive

Ogni paziente, senza alcuna distinzione, ha il diritto di ricevere le informazioni necessarie a prevenire una malattia latente.

2. Diritto all’accesso

Ogni cittadino ha il diritto di poter accedere ai servizi sanitari di cui ha bisogno, ovviando qualsiasi ostacolo legato alla propria capacità finanziaria, al tipo di malattia o al paese in cui si trova.

3. Diritto all’informazione

Il paziente ha l’assoluto diritto di poter disporre di informazioni dettagliate e complete circa il suo stato di salute, nonché tutte quelle derivanti dalla ricerca e dalle sperimentazioni.

4. Diritto al consenso

Il malato ha il diritto di ricevere tutte le informazioni necessarie a prendere decisioni relative al suo stato di salute, dando il suo consenso o meno al trattamento da realizzare.

 5. Diritto alla libera scelta

Non deve esistere nessun tipo di pressione sul paziente al momento di scegliere a quale trattamento sottoporsi o a quale struttura sanitaria rivolgersi.

6. Diritto alla privacy e alla confidenzialità

L’individuo ha il potere assoluto e il diritto di decidere cosa fare delle informazioni legate al suo quadro clinico, nonché deve aver garantita la confidenzialità di tutte le informazioni a carattere personale.

7. Diritto al rispetto del tempo dei pazienti

Il paziente deve poter accedere al trattamento sanitario entro tempi brevi e predeterminati. Questo si applica ad ogni fase del trattamento.

8. Diritto al rispetto di standard di qualità

Non si accetta alcun tipo di discriminazione al momento dell’erogazione dell’assistenza medica. Ciascun paziente deve poter ricevere un trattamento di qualità che rispetti gli standard qualitativi europei.

9. Diritto alla sicurezza

La sicurezza della persona è un diritto ineludibile. Il paziente deve essere protetto dagli errori medici o dai servizi inadeguati che non rispettino i protocolli di base.

10. Diritto all’innovazione

A prescindere dalle limitazioni finanziare del paziente, questi ha il diritto di avere a disposizione metodi diagnostici, di trattamento e procedimento all’avanguardia e in linea con gli standard internazionali.

11. Diritto a evitare le sofferenze e il dolore non necessari

Ogni individuo ha il diritto di evitare quanta più sofferenza possibile, in ogni fase della sua malattia.

12. Diritto a un trattamento personalizzato

La personalizzazione del trattamento medico è un beneficio imprescindibile e irrevocabile. Si includono diagnosi, terapie e procedimenti corrispondenti.

13. Diritto al reclamo

Il paziente che si ritenga vittima di un comportamento dannoso da parte dell’equipe medica, ha il diritto di sporgere reclamo e di ricevere una risposta e una soluzione.

14. Diritto al risarcimento

Si fa riferimento al risarcimento di danni causati dai servizi sanitari che possono riguardare aspetti fisici, morali, psicologici e via dicendo.

Medico prende appunti su cartella clinica.
Ai pazienti devono esser riservate cure di altissima qualità con tutti i mezzi disponibili in quel momento. Questo deve essere uguale per tutti.

L’importanza di rispettare i diritti del paziente

Il rispetto dei diritti del paziente è fondamentale per uniformare la qualità della vita dei malati di tutta Europa. Isolare ogni esempio di cattiva prassi da parte dei Servizi Sanitari è importante e può salvare delle vite.

Inoltre, sottolineare l’importanza dei diritti dei pazienti è fondamentale per garantire un’erogazione dei servizi più umana, una comunicazione più empatica e mossa innanzitutto dal desiderio di salvare vite umane.

La giornata europea dei diritti del malato per migliorare il sistema

La giornata europea dei diritti del malato è un punto di partenza per un’evoluzione dei servizi medici, nella speranza che diventino sempre più orientati verso l’aspetto più importante: la vita delle persone. Naturalmente, il percorso verso il consolidamento di questi principi è ancora lungo.

Vi ricordiamo, in caso pensiate di essere vittime di una o più inadempienze, che potete sempre rivolgervi all’ufficio relazioni con il pubblico della località in cui vi trovate o al punto di contatto nazionale per reclamare e trovare una soluzione. La salute prima di tutto!

Potrebbe interessarti ...
Stress nel personale sanitario e mindfulness
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Stress nel personale sanitario e mindfulness

Nelle righe che seguono vedremo in dettaglio in cosa consiste la mindfulness e come può calmare lo stress nel personale sanitario.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.