5 errori che si commettono nell’educare i figli

· 18 settembre 2015
È fondamentale che i bambini imparino ad apprezzare il valore delle cose e quanto è importante raggiungere un obiettivo per se stessi. Sebbene sembri strano, essere iperprotettivi è dannoso.

Tutti vorrebbero essere genitori perfetti. L’idea di mettere al mondo un figlio comporta grandi responsabilità, ed è normale a volte ossessionarsi di essere una “supermamma”. Si legge un’infinità di manuali al riguardo e si iscrivono i propri figli a numerose attività extrascolastiche con l’idea che diventino i migliori, i più intelligenti, quelli con maggiore successo.

Bisogna però avere chiaro in mente che i bambini non vi chiederebbero mai di essere la migliore madre del mondo. Quello di cui hanno bisogno è invece che stiate con loro, che li rendiate felici e che li aiutiate a maturare con la giusta sicurezza per prendere le proprie decisioni e scegliere la propria strada. Si tratta solo di prendersene cura, senza essere iperprotettivi, e di educare con sentimento.

Chiarito ciò, è importante anche prendere in considerazione gli errori che a volte si commettono quando si educano i propri figli. Sono aspetti che potrebbero venire trascurati e in cui a volte si incappa per mancanza di tempo o per inconsapevolezza. Scopriteli con noi.

1. Non ascoltare i vostri figli

padre e figlio

Si sa, i bambini trascorrono la giornata ponendo domande, raccontando avvenimenti e commentando fantasiosamente eventi che spesso non si comprendono. Abbiate pazienza e ascoltate ogni parola dei vostri figli come se fosse la cosa più importante al mondo, perché in realtà lo è.

Se non li ascoltate, se ogni momento dite loro di essere occupati e di non avere tempo, arriverà un giorno in cui non si rivolgeranno più a voi per raccontare avvenimenti, e in cui preferiranno chiudersi nella loro stanza davanti al computer. È un rischio.

2. Rimproverarli per ogni errore

ammonire

I bambini hanno bisogno di sapere quali sono i limiti da non oltrepassare, devono capire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato per poter agire con sicurezza, consapevoli di quello che li aspetta in ogni momento. Per crescere e maturare, però, è necessario commettere errori, ed è normale che i figli abbiano dei difetti, che ogni tanto si comportino male, e che abbiano reazioni inappropriate.

È essenziale che nell’educazione dei vostri figli impariate che, dopo una punizione, bisogna offrire un insegnamento, ossia, se i bambini fanno qualcosa di sbagliato, dovete mostrar loro come eseguirlo nella maniera giusta. Se non hanno la sufficienza in una materia, chiedete loro che cosa è successo; se picchiano altri bambini, spiegate loro che tali azioni sono sbagliate, ma chiedete anche il motivo che li ha spinti ad agire così.

Educare non significa punire, bensì creare ponti di apprendimento. Per questo motivo, non dimenticate di dar loro merito di ciò che fanno bene e di guidarli in ciascuno dei loro errori.

3. Fare cose al loro posto

capricci

È possibile che fatichino ad allacciarsi le scarpe o a risolvere problemi di matematica. Non succede niente, date loro del tempo. Non preoccupatevi se i fratelli o se altri bambini finiscono i compiti prima di loro. Dovete capire che ogni bambino è unico e bisogna rispettare le sue caratteristiche.

Se siete voi a risolvere i loro problemi per rendere loro la vita più facile, state commettendo un errore imperdonabile. Essere iperprotettivi porta a educare bambini immaturi e insicuri, quindi concedete loro del tempo, affidate loro delle responsabilità ogni giorno così che imparino che la vita significa sforzo e dedizione. Quando raggiungeranno degli obiettivi da soli, si sentiranno più orgogliosi.

4. Volere che i figli soddisfino le vostre aspettative

figli

I vostri figli sono introversi? Hanno interessi che non capite? Sono più indipendenti di quanto vorreste? Rispettate la loro personalità e supportateli in qualsiasi cosa facciano. Ogni bambino ha il suo carattere e questo bisogna capirlo da subito. Per questo è bene che abbiano sempre idee proprie, da sostenere, quelle idee che senza dubbio li aiuteranno ad avere una guida nel mondo così che sia felice.

Educare non significa cercare di plasmare bambini uguali, menti che pensano allo stesso modo e persone che si comportano in maniera identica. Orientate i vostri figli così che trovino la loro strada e così da diventare persone mature in accordo con il loro modo di essere e con la loro personalità.

5. Paragonarli ad altri bambini

litigio

Paragonare i propri figli ad altri bambini o ai fratelli è un errore da non commettere mai. Ci sono padri e madri che cadono nell’errore di dire davanti ai propri figli frasi come “mio figlio non è sveglio come il tuo, che ci vuoi fare. Vediamo quando matura”, “mio figlio maggiore è più timido del minore, per questo non ha amici. L’altro però va bene in tutto e non mi dà nessun problema”.

Bisogna fare molta attenzione alle parole, poiché i bambini si rendono conto di molti più dettagli di quanto si possa pensare; a lungo andare possono diventare veri e propri traumi per loro. Paragonarli ad altri trasmette loro un sentimento di inferiorità e una possibile bassa autostima che può pregiudicare la loro maturità emotiva.

Non fate mai paragoni. Fate sì che i vostri figli siano unici e speciali con le loro caratteristiche. Amateli lo stesso e favorite la loro maturità, responsabilità e autonomia, così da educare persone felici. L’educazione dei vostri figli è importante, quindi non commettete questi errori.

Guarda anche