5 utili tecniche per dormire meglio

29 Settembre 2019
Le tecniche per dormire meglio ci aiutano a godere di un sonno riparatore e di sfruttarne al massimo i benefici. Inserirle nella propria routine aiuterà a svegliarsi più riposati e pieni di energie.

Se avete la sensazione di non dormire a sufficienza o che la qualità del vostro sonno non è delle migliori, questo articolo fa per voi. Stiamo per presentarvi alcune tecniche per dormire meglio, e che vi saranno di grande aiuto. A volte dimentichiamo l’impatto notevole che una corretta igiene del sonno ha sulla nostra vita quotidiana.

Quando non dormiamo bene, la nostra produttività ne risente, siamo più irascibili e non abbiamo la concentrazione di sempre. In sostanza, dormire male ci rende più spaesati e ci impedisce di goderci a pieno la giornata.

A tal proposito, oggi non scopriremo solo alcune tecniche per dormire meglio, ma ci renderemo anche conto che possiamo introdurle nella nostra vita quotidiana senza sforzi.

Sentirsi stanchi o avere poco tempo non saranno un ostacolo per iniziare a metterle in pratica. Vediamo di cosa si tratta.

Tecniche per dormire meglio

1. Cenare almeno 2 ore prima di andare a dormire

Ragazza che riposa a letto

Sembra una stupidaggine e, molto spesso, abbiamo l’abitudine di andare a letto poco dopo aver cenato. Eppure, questo non fa bene alla nostra igiene del sonno.

Quante volte siamo andati a dormire a stomaco pieno e ci siamo ritrovati a girarci e rigirarci senza riuscire a conciliare il sonno? Questa situazione ci fa sentire a disagio, aumenta il nostro stress e l’ansia (soprattutto se dobbiamo alzarci presto) e ci impedisce di riposare adeguatamente. Il risultato è che non dormiamo bene e ci alziamo stanchi, davvero di cattivo umore.

Il segreto è nel cenare almeno due ore prima di andare a letto. Inoltre, se si tende ad avere la digestione lenta, è bene non fare cene abbondanti. Una zuppa, del petto di pollo con un po’ di insalata o una vellutata leggera saranno sufficiente.

Leggete anche: 8 alimenti che aiutano a trattare l’insonnia

2. Andare a dormire sempre allo stesso orario

Ragazza con mascherina sugli occhi per dormire meglio

Un altro consiglio per dormire meglio è andare a letto sempre alla stessa ora. Alcune volte potrebbe capitare di andare a dormire più tardi, ma, in generale, è bene cercare di mantenere un’oscillazione massima di qualche minuto, non di ore.

Il motivo è che siamo abitudinarie. Se abituiamo il corpo a dormire a un determinato orario, esso si preparerà a farlo in base alle sue esigenze.

In tal modo, ci godremo meglio le ore di sonno e avremo, in generale, una routine molto salutare in quanto a sonno e veglia.

3. Fare attenzione alle azioni svolte prima di andare a dormire

Cosa facciamo di solito prima di andare a dormire? Magari guardiamo la televisione o leggiamo un libro. Queste attività, anche se a volte stimolano il sonno, mantengono il corpo attivo. E questo non ci prepara adeguatamente ad addormentarci.

Prima di andare a letto, bisognerebbe trascorrere del tempo in silenzio, magari organizzando l’abbigliamento per il giorno dopo, accendendo delle candele, facendo un bagno rilassante o meditando. È un momento che dovremmo dedicare alla nostra quiete, per preparare il corpo a riposare tranquillamente.

4. Tecniche per dormire meglio: svolgere attività fisica di sera

Per dormire meglio, l’ideale è svolgere dell’attività fisica prima o cena o persino dopo cena.

Sebbene molte persone facciano attività fisica ogni mattina per sentirsi meglio, una passeggiata prima o dopo cena dà molti più benefici. Non solo favorisce la digestione, ma farà anche affaticare un po’ il corpo e, così, lo aiuta a rilassarsi e a riposare meglio.

Camminare velocemente per un po’, in modo che il corpo si attivi, insieme alla tranquillità della sera, il verso dei grilli se viviamo in campagna e il silenzio e la tranquillità che si respirano durante quelle ore saranno molto piacevoli. Ma soprattutto aiuteranno il corpo a prepararsi per dormire.

Vi consigliamo di leggere: Quale materasso scegliere per riposare bene?

5. Rispettare i cicli del sonno

Donna che sorride nel sonno

Perché a volte pur dormendo come al solito ci svegliamo più stanchi? Forse non rispettiamo i cicli del nostro sonno. Esistono diverse applicazioni per il cellulare che è possibile scaricare cercando “cicli del sonno”. Registreranno l’orario a cui andiamo a dormire e a cui dovremmo alzarci.

L’ideale è dormire attraversando 5 cicli completi, eppure ciò dipende dal singolo individuo. L’importante è non svegliarsi nel bel mezzo di uno dei cicli, altrimenti appena svegli si manifesteranno la sensazione di stanchezza e quella di non aver dormito a sufficienza.

Ogni ciclo del sonno dura almeno 90 minuti. Se completiamo un ciclo e ci svegliamo proprio alla fine di esso, non avremo grandi difficoltà a svegliarci.

Quali di queste tecniche per dormire meglio avete già messo in pratica? Ce n’è qualcuna che vi è stata più utile di altre? Se non dormite come vorreste, vi invitiamo a iniziare oggi stesso a mettere in pratica queste tecniche per godere di un riposo di qualità. La vostra salute ne trarrà giovamento.