7 consigli per mantenere il cervello in forma

26 giugno 2014
Quando immagazziniamo i ricordi, stabiliamo delle connessioni costanti che proteggono il nostro cervello dall'invecchiamento prematuro. È inoltre fondamentale l'attività fisica, l'alimentazione e la corretta gestione delle emozioni.

Il nostro cervello è una macchina perfetta, formata da neuroni e cellule gliali, che racchiude in sé un prezioso tesoro di esperienze e ricordi che ci rendono le persone che siamo. Il cervello è una scatola affascinante in cui riporre ogni giorno cose nuove che ci permettono di mantenerlo in forma e di potenziarne il meccanismo.

Per mantenere il nostro cervello in forma dobbiamo seguire tutti i giorni una serie di consigli, come ad esempio adeguate abitudini alimentari e comportamentali che consentiranno alla nostra materia grigia di godere di ottima salute e, di conseguenza, impediranno, o almeno ritarderanno, lo sviluppo di alcune malattie.

A volte, è proprio uno stile di vita non equilibrato a causare alcuni disturbi che si potrebbero evitare. Infatti, lo stress, l’ipertensione, il colesterolo, l’obesità possono peggiorare fino a diventare la causa di accidenti neurovascolari. Bisogna tenere presente che spesso l’origine di una semplice cefalea è legata ad una giornata di stress e ansia.

Vi sarà sicuramente capitato di avere delle piccole dimenticanze oppure di provare la sensazione di “avere la parola proprio sulla punta della lingua” e non riuscire a ricordarla… sono sciocchezze che potete superare se provate a migliorare la vostra riserva cognitiva, cioè le strategie mentali che vi accompagnano nella vita di tutti i giorni. Quindi, continuate a leggere l’articolo e prendete nota dei nostri consigli!

Consigli per mantenere il cervello in forma

1. Prendetevi cura della vostra riserva cognitiva

Famiglia

Tutte le cose che abbiamo vissuto e sperimentato o per cui abbiamo sofferto sono racchiuse nel nostro “magazzino cerebrale” e costituiscono le fondamenta della memoria, dove ognuno di noi si rifugia alla ricerca di emozioni e ricordi. Sono ricordi che fanno crescere, perché in base a quello che abbiamo vissuto prendiamo decisioni e facciamo delle scelte. Ecco perché si parla di “riserva cognitiva”. Una maggiore riserva cognitiva significa una maggiore protezione contro l’invecchiamento precoce, perché aiuta a sviluppare nuove connessioni cerebrali che rafforzano la nostra materia grigia. Di conseguenza, un maggior numero di connessioni e di tessuti nuovi implica una maggiore protezione contro eventuali malattie. Per questo motivo è importante sperimentare e imparare cose nuove ogni giorno.  

2. Seguite una dieta sana ed equilibrata

Noci

Il cervello è un organo che consuma molta energia. Da solo, infatti, ha bisogno dal 20 al 30% delle calorie che ingeriamo. Tuttavia, bisogna evitare di consumare troppi grassi e soprattutto alimenti industriali perché a lungo andare possono ostacolare la salute cerebrale. I nutrizionisti raccomandano di assumere le seguenti sostanze, che potrete trovare negli alimenti che vi indicheremo:

  • Triptofano: fondamentale per la memoria e l’apprendimento. Lo potete trovare in alimenti quali il pesce, le uova, la frutta secca, la banana, l’ananas e l’avocado.
  • Colina: la soia e le uova sono ricche di questo nutriente essenziale per la trasmissione degli impulsi nervosi ai muscoli.
  • L-glutammina: serve per ottenere l’acido gamma-amminobutirrico (GABA), il principale neurotrasmettitore inibitorio del cervello. Aiuta a sentirsi meglio e di buon umore. La potete trovare nei semi di sesamo e di girasole.
  • Flavanoidi: fondamentali per le sinapsi neuronali, riducono l’invecchiamento dei neuroni e migliorano la memoria. Potete trovarli nei fagioli, nel cioccolato e nel vino rosso.
  • Acido alfa lipoico: essenziale per i neuroni, combatte lo stress e neutralizza i radicali liberi. È presente nelle verdure verdi come gli spinaci, la lattuga, il cavolo, i broccoli.
  • Vitamina E: è essenziale, aiuta l’attività neuronale e previene l’ossidazione delle membrane dei neuroni. Potete trovarla nel curry, negli asparagi, nell’avocado, nelle noci, nelle arachidi, nelle olive e nell’olio d’oliva.

3. Attività fisica

L’attività fisica è vivamente consigliata. Molti studi dimostrano come l’esercizio fisico sia in grado di prevenire o ritardare lo sviluppo di malattie quali l’Alzheimer o il Parkinson.  Basta camminare un’ora al giorno, andare in bicicletta, praticare il nuoto oppure qualsiasi altra attività fisica tutti i giorni per migliorare le connessioni dei nostri neuroni.

4. Controllate le emozioni

Emozioni

Volete sapere qual è uno dei peggiori nemici per la salute del cervello? È proprio lo stress. Lo stile di vità, le responsabilità quotidiane, la pressione, l’ansia riempiono l’organismo di tossine, ostacolano il buon funzionamento del cervello, i tessuti si ossidano e a lungo andare il cervello inizia ad invecchiare prima del previsto. Per questo è importante affrontare le situazioni con calma, pensare positivo, vedere le cose dalla giusta prospettiva, valorizzando noi stessi e la nostra salute fisica e mentale.

5. Socializzate

Avere intorno amici e familiari, quindi la possibilità di fare nuove esperienze, di dialogare, di avere appoggi e stimoli, di fare progetti, fa sì che il nostro interesse per la vita aumenti, che il nostro cervello si “nutra” di queste cose, ampliando così l’esperienza e la riserva cognitiva e mantenendosi giovane e in forma.

6. Riposate almeno 7-8 ore

Dormire

Il riposo è fondamentale per il corpo, ma soprattutto per il cervello perché quest’organo ne ha bisogno per poter svolgere tutti i suoi compiti, ad esempio organizzare i ricordi, le esperienze, immagazzinare, catalogare e ordinare informazioni… Il cervello rimane molto attivo durante la notte, ma riuscirà a portare a termine le sue funzioni solo dopo un adeguato riposo.

7. Stimolazione cognitiva

Oltre all’attività fisica, il cervello svolge la sua attività, cioè aziona un meccanismo per apportare “olio” ai suoi ingranaggi, delle piccole sfide per mantenersi giovane e ben funzionante a seconda delle necessità quotidiane. Che ne dite di fare una partita a scacchi con un amico o un familiare? Oppure esercitarvi con i cruciverba o il sudoku? Preferite leggere un libro? E se cominciaste ad annotare in un diario personale le vostre esperienze quotidiane? Sono tutte attività poco impegnative, delle piccole sfide per allenare il cervello. Cosa aspettate a provare?

Guarda anche