8 errori che commettiamo sotto la doccia

7 agosto 2017
Per quanto possa sembrare un'abitudine molto igienica, fare la doccia con il sapone più di una volta al giorno può essere dannoso per la pelle.

Lo sapevate che sotto la doccia spesso commettiamo una serie di errori che, per il nostro benessere, sarebbe bene correggere?

La doccia ideale non dovrebbe mai superare i 5 / 10 minuti e l’acqua non dovrebbe essere troppo calda.

Controllate se anche voi state commettendo questi 8 errori!

Leggete anche: 6 regole di base per conservare la naturale fermezza del seno

1. Acqua troppo calda

Può darsi che d’inverno sia la scelta migliore, ma non bisogna esagerare con la temperatura, altrimenti la pelle ne risente.

L’acqua molto calda, infatti, disidrata le pelle e causa secchezza e desquamazione.

Ma le controindicazioni non finiscono qui:

  • Con una doccia troppo calda corriamo il rischio di privare del tutto la cute del suo grasso naturale. Questo significa lasciarla priva di protezione di fronte all’attacco dei batteri e di altre sostanze nocive.
  • Inoltre, un improvviso aumento del flusso sanguigno può causare arrossamenti prolungati ed effetti indesiderati come brufoli, irritazione e secchezza della cute.

2. Doccia troppo lunga

  • Prendetevi il vostro tempo, ma non più del necessario, altrimenti la doccia rischia di essere controproducente.
  • Come abbiamo già accennato, la doccia non dovrebbe superare i 10 minuti di durata.
  • Come accade con l’acqua calda, una doccia prolungata secca troppo la pelle e può causare brufoli e irritazioni.

3. Troppa schiuma

Saponi, doccia e bagno schiuma, gel per il corpo, presenti normalmente sul mercato, contengono tensioattivi che hanno lo scopo di unire le molecole di grasso a quelle dell’acqua.

  • Se però notate che il vostro sapone per la doccia produce troppa schiuma, significa che contiene un eccesso di questi composti.
  • Tenete conto che più schiuma produce un sapone, più strato oleoso protettivo elimina, da cui può derivare una pelle secca e ruvida.

Ricordate, inoltre, che se non ve lo consiglia il medico, non c’è nessun bisogno di fare ricorso ad un sapone antibatterico.

4. Attenzione alle spugne vecchie

Potrebbe sembrare di poca importanza, ma usare per troppo tempo la stessa spugna, classica o a rete, può essere un rischio per la salute.

È qualcosa di simile a quanto succede quando si fa un uso prolungato degli spazzolini da denti.

  • Considerate che, a causa dell’umidità presente nel bagno, si vengono a creare le condizioni ideali per lo sviluppo di batteri e funghi.
  • Se non ve la sentite di cambiare la spugna una volta al mese (durata consigliata) sostituitela con un guanto di felpa o un piccolo asciugamano, senza dimenticarvi di asciugarlo subito dopo l’uso e di igienizzarlo regolarmente.

Scoprite 9 oggetti di uso quotidiano da lavare tutti i giorni

5. Non risciacquarsi bene

Non possiamo ignorare il fatto che i residui di sapone sulla pelle possono essere la causa di dermatiti e irritazioni. Per questo motivo, prima di uscire dalla doccia, assicuratevi di averne eliminato ogni traccia.

6. Asciugare la pelle con asciugamani troppo ruvidi

Asciugare correttamente la pelle è importante quanto lavarla; per questo motivo scegliete bene il vostro asciugamano.

I migliori sono quelli non eccessivamente ruvidi, ovvero quelli che lasciano il corpo leggermente umido.

Al termine non dimenticate di applicare un velo di crema o di olio per il corpo.

7. Docce troppo ravvicinate

Rifare la doccia più volte al giorno, cosa che succede ad esempio se andiamo in palestra o facciamo lavori pesanti, non va bene.

Se sentite la necessità di ripetere la doccia, fate in modo che sia più rapida possibile e senza sapone: sarà sufficiente ad eliminare il sudore o eventuali tracce di sporco.

8. Evitate di depilarvi sotto la doccia

Molte donne hanno l’abitudine di passare il rasoio sotto la doccia per una questione di comodità.

Tenete conto che rasare il corpo sotto l’acqua può provocare delle irritazioni. In questo caso fatelo con attenzione, utilizzando gel o saponi specifici e sempre con l’acqua tiepida o fredda.

Guarda anche