A volte, anche se fa male, è meglio dire addio

· 29 settembre 2015
Se abbiamo investito tempo e sforzi in una relazione con qualcuno che non ha fatto niente per meritarci, dobbiamo renderci conto che è meglio allontanarsi

La vita è un ciclo, tappe da iniziare e porte da chiudere per potere andare avanti. Tuttavia, come possiamo essere abbastanza forti e coraggiosi da porre fine a certe cose?

Anche se fa male, a volte è meglio dire addio a quell’amore che non ci arricchisce o porre fine a quell’amicizia che ormai si basa più sull’egoismo che sull’altruismo.

La vita è un flusso continuo nel quale solo i più coraggiosi riescono ad andare avanti con la felicità che si meritano. Si sentono completi e soddisfatti della vita, anche se a volte c’è bisogno di sacrificare qualcosa per il proprio bene.

Oggi, in questo articolo, parliamo delle due facce del “saper dire addio”.

È il momento di valutare la situazione

white butterfly hand animal insect

Alcune persone non sono abituate a pensare a se stesse, a fermarsi un attimo e porsi una domanda che dovremmo farci tutti: come sto oggi?

  • Non stiamo parlando di essere perfettamente felici ogni giorno della nostra vita. Non si tratta di questo, il gioco vero e proprio della vita sta nel trovare quella tranquillità quotidiana con la quale sentirsi bene con se stessi. Con chi siamo. Con cosa abbiamo.
  • Abituatevi a dialogare con voi stessi. Non concentratevi sempre e solo sugli altri. Anche voi siete importanti e dovete sapere come state, come vi sentite, cosa fa male e cosa vi manca.
  • Valutare la situazione è un esercizio tanto sano quanto utile. Vi basta visualizzare: da un lato mettete tutte quelle cose che vi fanno sorridere ogni giorno, dall’altro lato mettete ciò che vi preoccupa, ciò che vi fa stare male.
  • Quale lato della bilancia è più pesante? La felicità o la tristezza? Pensateci bene.

Leggete anche: reprimere le emozioni fa male al fegato

Dire addio non è una fine, è un inizio

pioggia

Ora che avete valutato la situazione, magari vi siete resi conto che esistono cose alle quali è meglio dire addio. Non parliamo solo di altre persone. A volte, esistono altri aspetti della nostra vita dai quali è meglio allontanarsi:

  • Abbandonare i pensieri negativi. È necessario disfarsi delle preoccupazioni costanti e imparare a essere ottimisti.
  • Dire addio a una vita tutta dedicata agli altri. Bisogna mantenere un equilibrio e aprire le porte ai nostri momenti di ozio, a continuare la nostra formazione se vogliamo, a migliorare le abitudini lavorative…
  • Dimenticarsi del sovraccarico emotivo. Vi preoccupa cosa gli altri pensano di voi? Abbandonate questo peso, non serve a niente. Vi preoccupano le critiche? Siate liberi di agire come credete, seguendo i vostri desideri e facendo decollare la vostra crescita personale.

Come dire addio a coloro che amiamo ancora

A volte dobbiamo attraversare duri periodi nei quali, anche se amiamo ancora certe persone, sappiamo che ci provocano più dolore che felicità, più lacrime che sorrisi.

Come affrontare questa situazione?

  • Se amate qualcuno, prima di tutto dovete fare il possibile per risolvere il problema. Tuttavia, se vi rendete conto di aver investito tempo, speranze e sforzi per qualcuno che ha fatto poco o niente per meritarvi, allora è il momento di dire addio.
  • Per dire addio, dovete rendervi conto del fatto che non volete soffrire. Del fatto che non meritate di soffrire. Siete persone coraggiose e sarete in grado di continuare con la vostra vita con forza. È per questo che dovete affrontare la situazione esattamente come la sentite.
  • Dite la verità, aprite il vostro cuore e considerate il bisogno di dire addio. La cosa più importante è non cedere, perché a volte commettiamo l’errore di “volerci riprovare” e ciò spesso si traduce in mesi di sofferenza.
  • L’addio deve essere sincero, deciso e vero. Alcuni lo definiscono “senza anestesia”, perché il dolore sarà intenso. Tuttavia, è necessario. Dovete rendervi conto che un addio necessario è, in realtà, un nuovo inizio nella vostra vita. Una nuova opportunità per essere felici.

Scoprite anche quali sono i 5 tipi di predatori emotivi

Ristabilite il legame con voi stessi dopo l’addio

amor propio

Quando si dice addio, perdiamo anche una parte di noi stessi. È come tagliare un cordone ombelicale che stavamo alimentando di emozioni, progetti, sogni e speranze.

Dopo questa rottura, è fondamentale ristabilire il legame con noi stessi, con la nostra autostima e con il nostro essere per poter andare avanti felici e soddisfatti della vita.

Alcuni consigli importanti

  • Ricordate che quell’addio era necessario. È la fine di una fase e ora non basta rialzarsi, bisogna “RINASCERE”, “riscoprire” se stessi, ma in modo più potente.

Siete stati coraggiosi, avete imparato una lezione importante e sapete cosa volete: essere felici.

  • Dire addio significa aprire una nuova porta e, senza dubbio, ora potete essere chiunque vogliate.
  • Non serbate rancore per ciò che è successo. Se l’addio è accompagnato da rabbia o risentimento, non sarete in grado di andare avanti. L’odio ci rende schiavi e per questo non esiste libertà migliore di quella senza pesi, tipica di chi sa perdonare.

Per quanto faccia male, per quanto sia difficile, ricordate… a volte è meglio dire addio.

Guarda anche