Antinfiammatori naturali: eccone 7 da conoscere

3 Aprile 2019
Sebbene le infiammazioni possano avere molte origini, per combatterle, oltre agli antinfiammatori chimici, possiamo ricorrere ad alcuni ingredienti naturali che ci aiuteranno a evitare complicazioni

Oggi vi presentiamo alcuni antinfiammatori naturali. Gonfiore e dolore? Il processo infiammatorio è composto da fenomeni molecolari, vascolari e cellulari che il corpo produce per difendersi dalle aggressioni che riceve. Perché il sistema possa funzionare, richiede la partecipazione di diversi sistemi:

  • Nervoso, per mezzo di neurotrasmettitori
  • Immunitario con le citochine
  • Endocrino, che è responsabile degli ormoni

Tuttavia, ci sono alcuni fattori che modificano la reazione in ciascun organismo.

Cause che necessitano l’uso di antinfiammatori naturali

  • Basso contenuto di nutrienti: le persone che non assumono abbastanza nutrienti tendono ad avere infiammazioni più gravi.
  • Problemi circolatori: un cattivo stato cardiovascolare aumenta il danno nei tessuti.
  • Stato ormonale: il paziente che secerne quantità esagerate di ormoni presenterà maggiori complicazioni in caso di infiammazione.
  • Immunodeficienza: malattie come l’anemia impediscono alle cellule e ai tessuti di rigenerarsi rapidamente.

La verità è che nessuno è esente dalle infiammazioni.

Se lo analizziamo, è il sintomo di una grande percentuale di malattie come l’asma, il diabete o l’artrite. Pertanto, è molto importante conoscere i prodotti antinfiammatori naturali e tenersi alla larga dalle pasticche.

Ci sono piante che hanno lo stesso effetto e non sono dannose per la salute. Volete conoscerle? Prestate attenzione al seguente elenco.

Volete saperne di più? Leggete: Asma: come controllare e alleviare i sintomi

Antinfiammatori naturali

1. Semi di lino

Semi di lino

I semi di lino contengono una grande quantità di sostanze nutritive, antiossidanti e acidi grassi omega 3.

È uno dei rimedi più utilizzati per ridurre il dolore articolare e migliorare la mobilità.

Grazie al loro contributo di antiossidanti, prevengono l’invecchiamento. Inoltre, favoriscono l’assorbimento delle vitamine e bilanciano la quantità di ormoni.

In più, contengono fibre, che hanno un effetto diuretico per eliminare le tossine, regolare il transito intestinale e ridurre la ritenzione idrica.

2. Olio di cocco tra gli antinfiammatori naturali

L’olio di cocco contiene acido laurico che ha proprietà antinfiammatorie. Regola anche i livelli di colesterolo e la pressione sanguigna.

Favorisce l’assorbimento di nutrienti, vitamine, minerali e amminoacidi nel corpo.

Quando viene ingerito si forma un enzima chiamato monolaurina che ha la capacità di uccidere batteri, funghi e virus.

Allo stesso modo, può essere applicato direttamente sulla pelle per ridurre il gonfiore.

3. Mirtilli tra gli antinfiammatori naturali

Frullato di mirtilli

Si dice che per capire quanto è nutriente un frutto, bisogna valutarne la pigmentazione: più è intenso, migliori sono i risultati.

Il mirtillo contiene sostanze antibatteriche e soprattutto quercetina, che, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie contribuisce al trattamento delle malattie cardiovascolari, dei problemi di sovrappeso e persino del cancro.

4. Salmone

Il salmone è un lusso da regalare alla propria salute. Contiene proteine, vitamine B12 e D, minerali e acidi grassi (omega 3 e 6). Questi ultimi sono degli ottimi antidolorifici e antinfiammatori naturali.

Si consiglia di consumarlo due volte alla settimana per prevenire malattie degenerative e cardiovascolari.
67 grammi al giorno sono più che sufficienti.

5. Sedano, un diuretico tra gli antinfiammatori naturali

Sedano acido urico

Una delle verdure che non può mancare nella propria dieta. Contiene vitamine A, B1, B2, B6, B9, C ed E; ma anche minerali come sodio, zolfo, silicio, fibra, etc.

Risalta per le sue proprietà:

  • Sedative
  • Antiossidanti
  • Diuretiche
  • Antibatteriche
  • Analgesiche
  • Cardioprotettive
  • Lassative

Tutto ciò aiuta a mantenere stabili i livelli di colesterolo, ridurre le possibilità di infarti e migliorare la pressione sanguigna.

In generale, purifica il corpo, eliminando i liquidi in eccesso e riducendo il dolore articolare.

Vi consigliamo di leggere: Dieta del sedano per 20 giorni

6. Funghi shiitake

I funghi shiitake contengono minerali, vitamine, macronutrienti e amminoacidi essenziali:

  • Forniscono una grande quantità di fibra che consente il corretto funzionamento della flora intestinale.
  • Presentano una grande percentuale di enzimi che li rendono un buon antiossidante.
  • Contengono vitamina D, magnesio, zinco, selenio e ferro.
  • Tra i loro composti troviamo lentinan e beta-glucano, che aiutano a combattere lo sviluppo di tumori.

7. AvocadoNutrienti dell'olio di avocado

L’avocado contiene sostanze fenoliche che assorbono il colesterolo nel sangue. Ideale anche per persone con problemi articolari o malattie reumatiche.

Accelera il metabolismo, riduce l’ipertensione arteriosa e i lipidi che si accumulano nel sangue. Tutto ciò previene gli attacchi di cuore.

Raccomandazioni generali

  • Riducete la quantità di zuccheri nella dieta
  • Fate attività fisica con frequenza
  • Aumentate l’assunzione di liquidi
  • Se si tratta di una lesione cutanea, mantenete pulita la zona interessata
  • Dormite almeno per 8 ore al giorno
  • Evitate situazioni stressanti: ricordate che un cambiamento nelle emozioni ha effetti fisici
  • Cardoso, D. A., Moreira, A. S. B., De Oliveira, G. M. M., Luiz, R. R., & Rosa, G. (2015). A coconut extra virgin oil-rich diet increases HDL cholesterol and decreases waist circumference and body mass in coronary artery disease patients. Nutricion Hospitalaria32(5), 2144–2152. https://doi.org/10.3305/nh.2015.32.5.9642
  • Valenzuela B, A. (2005). EL SALMON: UN BANQUETE DE SALUD. Revista Chilena de Nutrición. https://doi.org/10.4067/S0717-75182005000100001
  • Pérez-Rosales, R., Villanueva-Rodriguez, S., & Cosío-Ramirez, R. (2005). El aceite de aguacate y sus propiedades nutricionales. E-Gnosis3, 0–11. https://doi.org/10.1136/jech.54.6.473
  • Pahua Ramos, M. E., Ortíz Moreno, A., Chamorro C, G., & Garduño S, L. (2007). Estudio de las propiedades de la semilla de aguacate (Persea americana) variedad Hass, para el aprovechamiento integral del fruto. IX Congreso de Ciencia de Los Alimentos y V Foro de Ciencia y Tecnología de Alimentos, 223–229. Retrieved from www.avocadosource.com/WAC4/WAC4_p123.pdf?
  • Adolphe, J., & Fitzpatrick, K. (2015). Linaza: Un estudio nutricional. Healthyflax.Org. Retrieved from http://www.healthyflax.org/quadrant/media/files/pdf/HEAL.factsheet_NUTRIENT_SP.pdf