Arrivo di un figlio: come cambia la vita di coppia

11 agosto 2018
L'arrivo di un figlio è una cosa bellissima e rende la coppia più felice. L'intimità e la relazione, tuttavia, possono essere influenzate se non ci sono l'amore e la maturità necessari per accettare gli inevitabili cambiamenti.

“Non sembra così difficile”. È quello che pensano molte coppie quando vedono un neonato, ma quando toccano con mano i cambiamenti della vita di coppia dopo l’arrivo di un figlio, si ricredono.

Per molte coppie, l’arrivo di un figlio costituisce il consolidamento dell’amore e della relazione; mentre per altre può essere motivo di rottura se non riescono a gestire e incanalare i cambiamenti della genitorialità.

La prima notte del bambino in casa sarà sufficiente per capire che la vita da genitori sarà molto diversa. La vita di coppia dopo l’arrivo di un figlio ha bisogno dello sforzo di entrambi.

L’importanza del supporto reciproco

Alcuni bambini devono essere nutriti ogni tre ore (o anche più spesso) e hanno un sonno leggero con continui risvegli. Dormire male causa una tensione nella coppia prima assente.

Mentre la mamma si prende cura del bambino, alcuni padri si sentono messi da parte. Certamente nei primi giorni di vita il bambino è talmente attaccato alla madre che a volte non c’è spazio per nessun altro. La donna è assorbita dalle sue responsabilità di madre e non ha tempo per il partner.

Bambino neonato che dorme con i suoi genitori

Se l’uomo si occupa delle faccende domestiche, ha un ruolo fondamentale affinché la donna possa adempiere meglio ai doveri di madre. Alcune donne imparano a delegare e altre a fidarsi.

Se l’uomo interviene nella cura del bambino, svilupperà nuove abilità che si tradurranno in un maggiore benessere per tutti. Le difficoltà della genitorialità possono dunque essere superate se entrambi i genitori saranno pazienti e si offriranno supporto reciproco.

Vi interesserà leggere: La famiglia: il miglior regalo che può riservarci la vita

Cambiamenti nella coppia dopo l’arrivo di un figlio

I membri della coppia, trasformandosi in genitori, cambieranno in ogni fase della crescita del bambino. La coppia cresce con il figlio. Non è lo stesso essere genitori di un neonato e genitori di un adolescente.

Rinunciare ad alcune abitudini è decisamente necessario dopo l’arrivo di un figlio: se amavamo andare a ballare il venerdì o andare in campeggio nel fine settimana, dovremo aspettare che il bambino cresca. Non disperate, cresceranno, quel giorno arriverà.

Neonato con i genitori

Con buona disposizione, ingegno e creatività, la coppia riuscirà a integrare i grandi e inevitabili cambiamenti imposti dall’arrivo dei bambini. I piani per due diventeranno per tre o quattro.

Attenti alla passione

Chi è alle prime armi come genitore coglie ogni occasione per confrontarsi con altre coppie e attingere dalle loro esperienze. Anche se non fa certo male condividere e ridere di sé stessi, affinché la vita di coppia non si spenga, ci sarà bisogno della volontà di entrambi.

Talvolta la fiamma della passione risulterà debole o completamente spenta. Pazienza, creatività e amore saranno necessari per risolvere le piccole crisi che sorgono in camera da letto.

Il piacere offerto dall’intimità aiuterà ad allentare lo stress della genitorialità. La passione, inoltre, sarà alimentata anche dalla sensibilità e dalla tenerezza che viene risvegliata con la cura di un bambino.

Leggete anche: Nomi per bambini: come e quali scegliere

Crescere con i figli

Dopo l’arrivo di un figlio, la vita di coppia sarà più ricca. La connessione tra la coppia si espande ogni giorno di fronte all’esperienza di genitorialità. Un bambino è l’amore della coppia e, a sua volta, restituisce più amore alla coppia.

Questa nuova felicità andrà a vantaggio di tutti. Quando il legame affettivo con il bambino cresce, l’amore della coppia si rafforza insieme alla fiducia. Questo sarà molto utile a mano a mano che il bambino cresce e ha nuovi bisogni.

Coppia con un neonato

Forse l’arrivo del primo figlio è più destabilizzante rispetto a quello del secondo o del terzo. È una nuova esperienza e, per quanto la coppia possa prepararsi, coglierà sempre di sorpresa in qualche frangente.

Meglio riconoscere e accettare piuttosto che fuggire

La vita di coppia dopo l’arrivo di un figlio subisce una bella scossa. Bisogna riconoscerlo e accettarlo. Prima di chiudere la relazione, dobbiamo accettare che le priorità sono cambiate. Si tratta di maturare individualmente e come coppia.

A entrambi mancheranno i giorni del romanticismo, entrambi sogneranno di avere un po’ di spazio per ritrovarsi. Non perdete la calma, fa parte dell’adattamento. I bambini cresceranno e, di pari passo, aumenteranno i momenti della vita in coppia. Nel frattempo, dobbiamo cogliere le opportunità che si presentano e creare noi stessi le occasioni!

L’arrivo dei figli è la migliore delle opportunità per consolidarsi come coppia. Non si smette né si smetterà di essere una coppia, non se i membri della stessa decidono che non sia così e si impegnano quotidianamente. Semplicemente adesso non si è più coppia, ma famiglia.

Guarda anche