Aumento del colesterolo: come evitarlo

Anche se vi sono alcuni aspetti che non possiamo controllare, possiamo sempre migliorare alcune abitudini e mantenerci attivi affinché il colesterolo non aumenti e ci sia possibile evitare problemi più seri

L’aumento del colesterolo, anche noto come ipercolesterolemia, è una condizione che compromette la salute cardiovascolare, poiché tale sostanza resta attaccata alle pareti delle arterie.  

Questo lipide, secreto dal fegato, prende parte all’attività cellulare di tutto l’organismo ed è necessario per la formazione di acidi biliari, la produzione di certi ormoni e la realizzazione di altri processi importanti.

Il problema si presenta quando il corpo assorbe troppo colesterolo cattivo (LDL) o quando riduce la sua capacità di sintetizzarlo e impiegarlo in modo corretto.

Di conseguenza, aumenta il rischio di arteriosclerosi e, nei casi più gravi, si producono infarti del miocardio, problemi epatici e altre reazioni che riducono la qualità di vita del soggetto.

L’aspetto più preoccupante è che molte persone sottovalutano il problema e ignorano i fattori che favoriscono l’aumento del colesterolo.

Per questo motivo, a seguire vogliamo presentarvi questi sei fattori.

Fattori che favoriscono l’aumento del colesterolo

1. Abitudini alimentari

Wurstel e pancetta

Le abitudini alimentari sono strettamente relazionate all’aumento del colesterolo nell’organismo.

Mentre il consumo eccessivo di grassi e alimenti processati causa un accumulo eccessivo di questa sostanza, una dieta ricca di verdura e grassi sani consente di mantenere livelli stabili.  

  • È essenziale controllare il proprio programma alimentare e individuare gli alimenti che aumentano questo lipide nel sangue.
  • Bisogna incrementare il consumo di omega 3, vitamina E e amminoacidi essenziali.

Leggete anche: Alimenti con alti livelli di colesterolo cattivo  

2. Sedentarietà

Uno stile di vita sedentario è una delle cause principali dell’aumento del colesterolo cattivo nelle arterie.

L’inattività riduce la capacità del corpo di trasformare le fonti di grassi in energie e, di conseguenza, conduce ad un accumulo eccessivo degli stessi.

  • Fare regolarmente sport, per almeno 30 minuti, è un’abitudine che regola i livelli di colesterolo nell’organismo.
  • L’attività cardiovascolare, come camminare o andare in bicicletta, lo riduce in modo considerevole.

3. Sovrappeso e obesità

donna non riesce a chiudere i jeans

Le persone che soffrono di sovrappeso e obesità presentano maggiori probabilità di soffrire di colesterolo alto rispetto a chi mantiene il proprio peso stabile e sano.

L’accumulo di grassi nell’organismo ne riduce la capacità di rimuoverli dalle arterie e, a causa di ciò, si formano le placche.  

  • È fondamentale controllare il proprio peso corporeo e adottare uno stile di vita più sano in caso di sovrappeso.
  • Ridurre di almeno il 10% l’indice di massa corporea contribuisce a prevenire serie malattie cardiovascolari.

4. Stress

Una cattiva gestione degli episodi di stress può trasformarsi in una potenziale causa di colesterolo alto e malattie cardiovascolari 

Oltre a compromettere la salute emotiva, questo nemico dell’organismo può alterare i processi di rimozione del colesterolo dalle arterie.

Bisogna ricordare anche che chi soffre di stress tende a scegliere alimenti poco sani per canalizzarlo.

  • È importante adottare tecniche di rilassamento e realizzare esercizi di respirazione.
  • È utile anche consumare alimenti sani che promuovono il benessere mentale, poiché migliorano lo stato d’animo senza aumentare la presenza di questo lipide.

Consultate questo articolo: Ridurre lo stress grazie a 5 bevande naturali  

5. Consumo eccessivo di alcol

donna con bicchiere di alcol in mano

Il consumo eccessivo di bevande alcoliche è un fattore associato al rischio di ipercolesterolemia, dato che le sue tossine compromettono l’attività cardiaca, la salute arteriosa ed epatica.

Ciò impedisce all’organismo di sintetizzare in modo ottimale il colesterolo, pertanto si genera un accumulo di grasso nocivo nelle arterie.

  • Evitate al massimo le bevande alcoliche, indipendentemente dall’occasione.
  • Se avete problemi di dipendenza, cercate l’aiuto di un professionista.

6. Genetica

La genetica rientra tra i fattori che possono contribuire all’aumento del colesterolo. Una persona i cui familiari hanno sofferto di questo problema corre il doppio del rischio di soffrirne a sua volta.

  • Bisogna adottare sin da giovane età uno stile di vita sano, limitando al massimo le fonti esterne di colesterolo.
  • È fondamentale sottoporsi a regolari controlli medici che permettano di determinare la gravità del problema.

Vi sentite identificati? Pensate di poter soffrire di ipercolesterolemia? Evitate del tutto gli alimenti che lo contengono, mantenetevi fisicamente attivi e adottate sane abitudini.

Guarda anche