Benefici del tè verde

15 novembre 2016
Sapevate che oltre al tempo di infusione, i benefici del tè verde dipendono anche dal tipo che scegliete? Questi, infatti, variano in base a come si presenta, ovvero se in bustine o in foglie

Bere tè verde apporta numerosi benefici per la salute, sebbene alcuni di questi non siano ancora stati del tutto provati. La cosa certa è che la maggior parte delle sue proprietà benefiche è reale.

È risaputo che contiene grandi quantità di antiossidanti, così come effetti diuretici e di termogenesi. Può anche preservare da gravi problemi di salute quali malattie cardiache.

Se vi abituerete a bere il tè verde per godere al 100% dei suoi benefici, vi assicuriamo che non potrete più farne a meno.

Preparate il tè verde in base ai vostri gusti

Quando bevete una tazza di tè verde, il sapore dipenderà molto da come lo preparate, ovvero in base alla temperatura dell’acqua e al tempo di infusione delle foglie.

te-verde

Secondo alcuni amanti del tè, la bevanda perfetta è quella ricca di sapore e non deve essere amara.

Quando l’acqua è troppo calda o quando lasciate le foglie in infusione per troppo tempo, è probabile che il tè risulti amarognolo. Se l’acqua è troppo fredda, invece, non si otterrà un sapore intenso.

Considerate che il tempo ideale per ammollare le foglie varia in base alla loro grandezza, al loro grado di ossidazione, a quando sono state raccolte, e ad altri fattori.

Il tè verde vuole una temperatura di infusione che va dai 60 ºC agli 85º C, e un tempo di 1-3 minuti.

Infusione del tè verde

Vari studi spiegano che la conservazione delle proprietà antiossidanti del tè verde, importantissime per la salute, dipendono dalla sua preparazione.

Allo stesso tempo, influisce tantissimo anche la modalità di infusione.

  • Dimensioni e forma delle sue foglie: le foglie più piccole richiederanno un tempo di infusione minore, mentre le foglie più grandi hanno bisogno di più tempo.
  • Bustine vs foglie: in generale il tè in foglie è più apprezzato perché i germogli delle foglie e le foglie giovani del tè verde contengono un’alta percentuale di principi antiossidanti. Questo presuppone l’utilizzo di una maggiore quantità rispetto a quella che può trovarsi nelle bustine, in quanto quest’ultime contengono foglie tagliate di piccolissime dimensioni.
  • Temperatura: l’acqua che bolle promuove rapidamente il rilascio di catechina dal tè. Ciò nonostante, l’acqua a temperatura più bassa massimizza i benefici del tè verde per la salute, perché avviene una degradazione minore di alcuni dei suoi composti come l’acido gallico.

Bere tè verde comporta dei rischi?

Il tè verde potrebbe risultare amarocon possibile aumento del contenuto di caffeina se se ne prolunga il tempo d’infusione.

Potrebbe anche sprigionare altre sostanze come pesticidi o metalli pesanti.

Come bere il tè verde in altri modi

Se quello che state cercando è aumentare l’attività antiossidante della vostra prossima tazza di tè, lasciate le foglie in infusione in acqua fredda per circa 2 ore. Oltretutto, otterrete un gradevole sapore godendo, allo stesso tempo, di tutte le proprietà essenziali di questo meraviglioso dono della natura.

3 benefici poco conosciuti del tè verde 

Alcuni studi scientifici hanno indagato sui benefici del tè verte andando oltre quello che potete immaginare, come ad esempio le sue proprietà anticancerogene o i suoi effetti per ridurre lo stress e favorire la salute del cuore.

Aiuta ad avere gengive e denti più sani

In uno studio condotto nel 2009 è stata analizzata la salute orale di 940 uomini arrivando alla conclusione che coloro i quali bevevano tè verde regolarmente, avevano gengive e denti più sani rispetto a chi ne beveva poco o niente.

Per ogni tazza di tè verde veniva registrata una diminuzione significativa di vari indicatori di malattie parodontali, come il sanguinamento e l’arrossamento delle gengive o l’erosione dentale.

Previene gli infarti

Sempre nel 2009 alcuni studi hanno dimostrato che bevendo una tazza di tè verde al giorno si riduce in maniera significativa il rischio di malattie cerebrovascolari.

Secondo alcune analisi fatte a circa 195.000 persone, si è visto che coloro i quali bevevano tre tazze di tè verde al giorno avevano un 21% in meno di rischio di infarti. 

Migliora le capacità cerebrali

Bere tè verde può preservare le capacità cerebrali dagli effetti dell’invecchiamento precoce.

Nel 2006 sono stati condotti alcuni studi che dimostravano gli effetti del tè verde su alcune persone giapponesi dai 70 anni in su.

infuso-di-te-verde

Si è scoperto che chi beveva più tè era meno propenso a mostrare i segni di un deterioramento delle funzioni cerebrali.  

Chi assumeva 3 o 4 volte alla settimana una tazza di tè verde era del 38% meno propenso al danno cognitivo.

Purtroppo, dato che esiste una ricerca scientifica limitata, è troppo presto per consigliare il consumo di tè verde per trattare alcune malattie.

Per questo motivo, se state pensando di iniziare a berlo per migliorare le vostre condizioni di salute, vi invitiamo a consultare sempre il vostro medico di fiducia.

Guarda anche