Malattie cardiache nelle donne: sintomi principali

· 30 Maggio 2014
I sintomi della sindrome del cuore infranto sono sensazione di soffocamento e stanchezza. Se state attraversando una fase complicata nella vostra vita e sentite angoscia continua, tenetevi sotto controllo.

Le cardiopatie sono una delle principali cause di morte. È importante conoscerne i sintomi, pur lievi che siano, ed essere in grado di rilevarli. Soprattutto le malattie cardiache nelle donne, infatti, spesso si sviluppano senza causare effetti molto evidenti.

Le malattie cardiache possono avere cause molto diverse a seconda del sesso. Alcuni tipi colpiscono maggiormente le donne e sono legati allo stile di vita. Può quindi capitare che chi soffre di una malattia cardiaca percepisca soltanto una certa stanchezza, ma che tenda a giustificarla con il peso dei molti impegni quotidiani.

Questi piccoli segnali devono essere invece presi in considerazione, specialmente dal sesso femminile. Illustriamo, quindi, in modo semplice e chiaro i sintomi delle principali malattie cardiache nelle donne. Prendetevi cura della salute del cuore!

Malattie cardiache nelle donne: che sintomi possono avere?

1. Angina pectoris

donna-con-le-mani-sul-petto

  • L’angina pectoris si verifica quando il muscolo cardiaco non riceve abbastanza sangue ricco di ossigeno.
  • Negli uomini si presenta come una pressione piuttosto forte nel petto, che può arrivare fino al braccio; nelle donne, invece, di solito ha sintomi diversi: si manifesta con bruciore e un senso di oppressione localizzato nella zona del collo, mandibola, gola, addome e persino la schiena. È più diffusa nelle donne che negli uomini.
  • Un’altra importante differenza: quando gli uomini soffrono di angina pectoris, sentono più dolore durante l’attività fisica, ma questo si calma quando sono a riposo. Nelle donne accade il contrario: è più probabile che soffrano di angina pectoris mentre stanno dormendo.
  • Secondo alcuni studi anche i problemi emotivi, la tensione e l’ansia nella donna incrementano il pericolo di soffrire di questo tipo di malattia cardiaca.

Leggete anche: Pre-infarto: importanti abitudini per ridurre i rischi

2. Sintomi dell’infarto

cuore

  • Il sintomo più comune che precede un attacco cardiaco è il dolore al petto. Ma secondo le statistiche, solo la metà delle donne riscontra fastidio, pressione o malessere in questa parte del corpo.
  • E bene tenere in considerazione che in alcuni casi le malattie cardiache nelle donne vengono confuse con atri problemi. Per questo dovete prestare particolare attenzione a situazioni continue di mal di schiena o mal di collo, indigestione, acidità di stomaco, nausea, estrema stanchezza e difficoltà a respirare quando salite le scale.
  • Anche lo stordimento e i capogiri sono sintomi caratteristici dell’infarto femminile. Gli uomini, invece, di solito sudano freddo e sentono dolore al braccio sinistro.

3. Insufficienza cardiaca

arteria ostruita e arteria normale

  • Soffriamo di insufficienza cardiaca quando il cuore non è in grado di pompare sangue a sufficienza per tutto l’organismo. Questo comporta problemi nel soddisfare le esigenze che le attività quotidiane comportano.
  • Come colpisce le donne? Si riscontra soprattutto nelle gambe, nelle caviglie e nelle vene del collo. Se notate che queste parti del corpo sono sempre gonfie e vi sentite molto stanche, rivolgetevi al medico e fatevi fare un controllo.

4. Sindrome del cuore infranto o cardiomiopatia da stress

puzzle a forma di cuore con tassello mancante

  • La “sindrome del cuore infranto” o cardiomiopatia da stress, è una malattia cardiaca temporanea molto simile alla sindrome coronarica acuta; è però reversibile e, in generale, ha dei buoni pronostici. Colpisce soprattutto le donne e per questo è bene tenerla in considerazione.
  • È dovuta a uno stress emotivo estremo che finisce per ripercuotersi sulla funzionalità del cuore. Non ci sono indizi che le arterie siano bloccate, ma i sintomi sono molto simili a quelli dell’infarto e per questo ha un forte impatto su chi ne soffre.
  • Si tratta di una delle malattie cardiache identificate più di recente, visto che oggigiorno colpisce molte più persone. È associata a una forma di stress grave: la perdita di una persona cara, un livello costante di ansia molto alto, problemi personali, etc.
  • L’alto livello di stress causa nel cuore un ingrossamento della punta del ventricolo sinistro, a causa dell’iperstimolazione.
  • I sintomi della sindrome del cuore infranto sono sensazione di soffocamento e stanchezza. Se state attraversando una fase complicata nella vostra vita e sentite angoscia continua, tenetevi sotto controllo. L’indice di mortalità associato a questa malattia è molto basso, ma ciò non toglie che venga alterato il funzionamento del cuore.
  • Colpisce soprattutto le donne per cui spesso i problemi personali ed emotivi hanno importanti conseguenze sul piano fisico. È bene tenerlo in considerazione e imparare a gestire le emozioni, praticare tecniche di rilassamento o fare sport per liberarvi dalle tensioni.
  • Cardiochirurgia, Angina, pectoris, 2012, https://www.cardiochirurgia.com/patologie/2012/angina-pectoris
  • Fondazione Umberto Veronesi, Magazine, Infarto del miocardio, https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/tools-della-salute/glossario-delle-malattie/infarto-del-miocardio
  • Prevenzione Cardiovascolare Rivista bimestrale di Prevenzione Cultura Sanitaria, La sindrome dei cuori infranti, aprile 2018, https://www.prevenzione-cardiovascolare.it/il-nostro-pane-quotidiano-3-3-2-2-2-2/