Mente bipolare: quali sono le sue caratteristiche?

7 Febbraio 2021
La persona affetta da disturbo bipolare manifesta instabilità nei comportamenti e drastici sbalzi d'umore che possono spesso essere confusi per depressione.

Il bipolarismo è uno dei disturbi dell’umore più complessi, sia per quanto riguarda la diagnosi che l’approccio terapeutico. Conoscere le caratteristiche di una mente bipolare è pertanto importante per comprendere meglio questa condizione.

Per prima cosa, occorre capire che il bipolarismo è un disturbo psichico, non un modo di essere o un atteggiamento. E nemmeno ha a che vedere con la doppia personalità o le personalità multiple; dato che si tratta di disturbi diversi.

La persona bipolare non ha alcuna difficoltà a riconoscere la sua patologia: gli sbalzi d’umore sono talmente drastici da indurre comportamenti altrimenti difficili da spiegare. Vediamo, nel prossime righe di conoscere un po’ di più le caratteristiche di una mente bipolare.

Mente bipolare: la diagnosi

Personalità bipolare

Diagnosticare questo disturbo non è facile, soprattutto perché la persona che ne soffre raramente chiede aiuto. Un altro ostacolo è il comportamento instabile, che porta a scambiare il bipolarismo per depressione o altre psicosi.

Per formulare la diagnosi, è necessario un lungo periodo di osservazione. Sebbene non esista una cura definitiva per il bipolarismo, è possibile (e fattibile) tenerlo sotto controllo con la terapia e con alcune modifiche dello stile di vita.

  • A coloro che soffrono di bipolarismo si raccomandano l’esercizio fisico, la psicoterapia, lo yoga o altre attività rilassanti.
  • È importante che il paziente sia circondato da persone che comprendano il suo disturbo e gli dimostrino affetto.

Parenti e amici svolgono un ruolo fondamentale nella terapia, giacché la persona bipolare, a cusa del disturbo rifiuta l’intervento del professionista.

Leggete anche: Potere terapeutico di un abbraccio: effetti sulla salute

Caratteristiche della mente bipolare

Non dimenticate che solo un professionista può determinare se, effettivamente, i comportamenti di una persona possano (o meno) rientrare nella sintomatologia del disturbo bipolare o di un altro problema psicologico.

Pertanto, considerate i seguenti comportamenti esclusivamente come semplici linee guida, che possono potenzialmente indicare che una persona possa soffrire di un disturbo bipolare.

1. Improvvisi sbalzi di umore

States of mind represented by different photos

Il bipolarismo comporta cambiamenti improvvisi d’umore. Una persona bipolare può passare da uno stato di euforia incontrollabile al turbamento più profondo, da un momento all’altro e per motivi che sono insignificanti per una persona mentalmente stabile.
Allo stesso modo, può trascorrere un lungo periodo di tempo fermo nello stesso stato, depressivo o maniacale. I cambiamenti di stato d’animo, come abbiamo detto, non corrispondono a situazioni specifiche o schemi prevedibili.
Talvolta il bipolare si può sentire molto bene, per lungo tempo. Ad esempio può sentire di avere molta energia, tanta da non avvertire il bisogno di dormire; in alcuni casi può restare sveglio per giorni, ma allo stesso tempo essere distratto e irritabile.
Nella sua fase maniacale, essa è caratterizzata da atteggiamenti eccessivi come desiderio sessuale intenso ed esuberanza che può persino sfociare nell’aggressività.

2. Ipomania

Un altro sintomo del bipolarismo è l’ipomania, una variazione dell’umore caratterizzata da fasi alternate di mania (euforia), ipomania (euforia di minor durata) o entrambi, generalmente alternati a episodi depressivi.

Durante la fase della mania, la persona può provare una sorta di euforia dirompente, mista a un’autostima esagerata e alla difficoltà nel mantenere l’attenzione, ecc. Potrebbe anche essere più loquace del solito.

D’altro canto, la persona può sperimentare una diminuzione del sonno, agitazione psicomotoria e impulsività.

3. Mente bipolare e tristezza

La persona bipolare può sentirsi molto depressa e soffrire di ansia, tristezza, pessimismo e forte frustrazione. Può accusare anche un totale disinteresse verso tutto, compreso ciò che amava fare nella fase maniacale.

Per una persona in queste condizioni, è estremamente frustrante non riuscire a capire la causa della sua profonda depressione. Conseguenza di ciò possono essere i pensieri suicidi.

Pensieri suicidi

Leggete anche: Fattori che incidono sulla depressione

Il supporto e la psicoterapia sono fondamentali

Bisogna tenere presente che la persona con disturbo bipolare prova generalmente stati d’animo molto intensi o estremi. Non siamo qui per giudicarle ma per sostenerle e incoraggiarle a iniziare una psicoterapia, affinché possano stare meglio e ottenere una migliore qualità della vita.

Adesso che conoscete un po’ di più la mente bipolare, cercate di comprendere meglio il problema e ricordate: il disturbo bipolare è un problema da non prendere alla leggera.

  • Alejandro Koppmann, A. (2012). Sobre el diagnóstico de bipolaridad. Revista Médica Clínica Las Condes. https://doi.org/10.1016/S0716-8640(12)70348-6
  • Vieta, E. (2014). Diagnosing Bipolar Disorder. In Managing Bipolar Disorder in Clinical Practice, 3rd Edition and Guide to Assessment Scales in Bipolar Disorder, 2nd Edition.
  • PuedoSer, E. V. (2012). La hipomanía. Trastorno bipolar.
  • Geddes, J. R., & Miklowitz, D. J. (2013). Treatment of bipolar disorder. The Lancet. https://doi.org/10.1016/S0140-6736(13)60857-0