Carbone attivo: perché tenerlo in casa?

15 febbraio 2018
Oltre che per applicazioni topiche, il carbone attivo è un ottimo integratore per depurare l'organismo, in quanto attrae le particelle dannose e ne favorisce l'eliminazione

Il carbone attivo è un prodotto di origine vegetale che presenta dei micropori in superficie che servono da filtro per attirare composti, soprattutto organici, presenti nei gas o nei liquidi.

Viene riscaldato ad alte temperature, il che riduce le dimensioni dei pori, per poi diventare la polvere nera usata per scopi medicinali.

Da anni è considerato un antidoto naturale, in quanto favorisce il processo di disintossicazione dell’organismo assorbendo le sostanze chimiche dannose, i residui metallici e le tossine presenti nel flusso sanguigno.

Vi consigliamo di leggere anche: 8 alimenti per eliminare le tossine e rafforzare il sistema immunitario

Il carbone attivo ha anche la capacità di neutralizzare gli effetti di vari veleni e, come se non bastasse, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Per questo motivo, oggi vogliamo svelarvi 6 impieghi del carbone attivo per cui vale la pena di averlo sempre a portata di mano.

Usi del carbone attivo

1. Combatte l’infiammazione e i gas intestinali

Gas e mal di stomaco

Le compresse di carbone attivo sono un rimedio alternativo contro l’indigestione e i gas intestinali a seguito di pasti abbondanti.

Il carbone assorbe le particelle che ostacolano il processo digestivo ed evita l’insorgenza di reazioni infiammatorie.

  • Consumate 500 mg di carbone attivo prima di mangiare i cibi che vi causano infiammazione.
  • Bevete 1 o 2 bicchieri di acqua per facilitarne l’assorbimento.

Vi consigliamo di leggere anche: Combattere i gas intestinali con 6 rimedi naturali

2. Aiuta a disintossicare l’apparato digerente

Forse non tutti lo sanno, ma il nostro apparato digerente è esposto a una dose significativa di tossine che derivano dai pesticidi degli alimenti, dalle sostanze chimiche presenti nell’acqua, dalla muffa, ecc.

Queste particelle si accumulano nell’apparato digerente e, con il passare del tempo, diventano motivo dell’insorgenza di determinati sintomi che compromettono il nostro benessere generale.

  • Il consumo di 10 grammi di carbone attivo, 90 minuti prima dei pasti, favorisce la disintossicazione dell’apparato digerente.
  • Questo trattamento va realizzato per 2 giorni e accompagnato dal consumo abbondante di frutta e verdura provenienti da coltivazioni biologiche.

3. Allevia i postumi della sbronza

Donna con postumi della sbornia

Anche se questo ingrediente naturale non assorbe l’alcol che viaggia nel flusso sanguigno, riesce comunque a eliminare le tossine che si accumulano quando si esagera con le bevande alcoliche.

Questo significa che, una volta ingerito il carbone attivo, il metabolismo accelera e i composti tossici dell’alcol vengono eliminati più facilmente.

  • Ingerite 500 mg di carbone attivo e bevete 2 o 3 bicchieri di acqua.

4. Aiuta a trattare le punture di insetto

Se il consumo di compresse di carbone attivo può rivelarsi un ottimo antidoto contro le punture di insetti pericolosi, l’uso esterno aiuta a ridurre l’infiammazione per evitare la comparsa di segni o lividi sulla pelle.

Il carbone attivo migliora la circolazione della zona in cui c’è la puntura d’insetto, assorbe le tossine e gli agenti pericolosi rimasti in superficie.

  • Mescolate il contenuto di una compressa di carbone attivo con mezzo cucchiaio di olio di cocco e sfregate il composto ottenuto sulla puntura.
  • Coprite la zona interessata con una benda. Ripetete il trattamento fino a completa guarigione.

Vi invitiamo a leggere anche: E se il mio cane viene punto da un’ape?

5. Favorisce la depurazione del fegato e dei reni

Disintossicare il fegato

Il fegato e i reni aiutano a filtrare le sostanze di rifiuto del sangue per evitare che raggiungano le cellule sane dell’organismo.

Quando questi due organi vengono sovraccaricati, la loro funzione di pulizia risulta compromessa e, di conseguenza, trattengono particelle tossiche, residui di sangue e altre sostanze che possono danneggiare l’organismo.

Il carbone attivo assorbe con facilità tutte le sostanze di rifiuto e, stimolando il funzionamento di fegato e reni, ne favorisce la naturale depurazione.

  • In questo caso, bisogna versare mezzo cucchiaino di carbone in polvere in un bicchiere d’acqua e, possibilmente, berla 3 volte al giorno.

Volete saperne di più? Leggete anche: Depurare fegato e reni con limone, pompelmo e zenzero

6. Combatte le infezioni batteriche e virali

Il consumo moderato di carbone attivo rafforza il funzionamento del sistema immunitario, in quanto ne migliora la risposta ad agenti patogeni come i batteri e i virus.

Il carbone, infatti, è in grado di unirsi alle sostanze di rifiuto del sangue, quindi aiuta a mantenere un livello adeguato di anticorpi.

  • In caso di infezioni di natura respiratoria o urinaria, consumate 500 mg di carbone attivo con 2 bicchieri di acqua.

Conoscevate gli impieghi del carbone attivo? Ancora non l’avete comprato per averlo sempre a disposizione? Ora che sapete quali sono i suoi benefici per la salute, acquistatelo in farmacia o in erboristeria e non esitate a provarlo come rimedio alternativo e naturale.

Non dimenticate di completare il trattamento bevendo acqua in abbondanza, altrimenti potrebbe provocare disidratazione.

Guarda anche