Carie da biberon: sintomi e prevenzione

La carie da biberon è un processo distruttivo dei denti da latte che si sviluppa in bambini e neonati a causa di una smisurata proliferazione di batteri nel cavo orale. Come riconoscere la presenza di questa malattia? Come prevenirla?
Carie da biberon: sintomi e prevenzione

Ultimo aggiornamento: 17 giugno, 2021

La carie da biberon colpisce i denti da latte di neonati o bambini alimentati tramite biberon. Si tratta di un problema che può avere gravi conseguenze se non si presta sufficiente attenzione.

In questo articolo descriviamo nel dettaglio questo problema, come riconoscerlo e quali misure bisogna adottare per ridurre i rischi.

Che cos’è la carie da biberon?

La carie da biberon è un processo distruttivo del dente. Si verifica perché i batteri normalmente presenti all’interno della bocca iniziano a crescere sempre di più, alimentandosi degli zuccheri e di altri residui di cibo che si accumulano tra i denti.

Riceve questo nome perché colpisce i primi denti da latte del neonato che riceve il proprio nutrimento tramite il biberon. Può colpire, tuttavia, anche i bambini di 4 o 5 anni di età.

Carie da biberon e bambino che piange rifiutando il biberon.
La carie da biberon è un processo distruttivo del dente la cui origine è causata da una eccessiva proliferazione batterica.

Perché si verifica?

Quando il neonato viene esposto in maniera continuata a latte in formula, succhi di frutta, frullati o bevande ricchi di zuccheri, questi si accumulano intorno ai denti e alle gengive.

Nella nostra bocca è naturalmente presente una grande quantità di batteri, i quali in presenza di un accumulo di zuccheri intorno al dente, si depositano sullo stesso e iniziano a nutrirsi degli zuccheri, dello smalto e della struttura dentale. Ciò provoca una graduale distruzione del dente.

Corrono un rischio maggiore i neonati per lungo tempo a queste bevande zuccherate. Per esempio, i lattanti che si addormentano bevendo dal biberon oppure quelli che tengono a lungo il ciuccio precedentemente immerso in uno dei liquidi citati.

Allo stesso modo, meno vengono lavati denti e gengive, maggiori sono le probabilità di carie, perché ai batteri viene concesso più tempo per agire.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Carie dentale: come si forma e come prevenirla?

Sintomi e conseguenze della carie da biberon

È molto importante prestare attenzione all’eventuale comparsa di qualunque sintomo, per quanto piccolo, dal momento che un ritardo nella diagnosi e nel trattamento aggraverà le conseguenze.

  • Il primo sintomo è rappresentato da piccole macchie bianche sui denti. Queste macchie tendono a scurirsi, diventare giallastre e poi marrone o nere. Oltre a ciò, si può notare cattivo odore all’interno della bocca o dolore a carico delle parti interessate.
  • Quando la carie avanza, può causare la caduta del dente. Pur trattandosi di denti da latte, anche la dentizione definitiva può risultarne compromessa. Ciò può tradursi in disturbi del linguaggio o della masticazione, per esempio.
Bambino che si spazzola i denti.
La carie da biberon può causare problemi che vanno dalla presenza di macchioline sui denti alla perdita degli stessi. Inoltre, può incidere negativamente sui denti permanenti.

Vi consigliamo di leggere anche: 11 preziosi consigli per prevenire la carie

Come prevenire la carie da biberon?

La misura più importante per prevenire la comparsa delle carie è rappresentata, naturalmente, da una corretta igiene orale del bebè:

  • Quando il bambino è ancora privo di denti, massaggiare quotidianamente le gengive con un panno umido e pulito.
  • Non appena iniziano a comparire i denti da latte, si consiglia di lavarli due volte al giorno, utilizzando uno spazzolino dalle setole morbide e una quantità di dentifricio pari alle dimensioni di un chicco di riso.
  • Evitare le azioni che aumentano il rischio di sviluppare carie, come lasciare che il bambino si addormenti succhiando il biberon, bagnare il ciuccio in liquidi zuccherati, ecc.
  • Mantenere una corretta igiene della tettarella del biberon e del ciuccio.
  • È consigliabile sottoporre il bambino inizi a controlli periodici del dentista sin dalla comparsa dei primi dentini.

Tenere sotto controllo i fattori elencati e una tempestiva visita specialistica non appena compaiono i primi sintomi sono fondamentali per prevenire eventuali complicazioni.

Potrebbe interessarti ...
Batteri che provocano le carie: quali e come prevenirli
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Batteri che provocano le carie: quali e come prevenirli

I batteri che provocano le carie sono microrganismi che si aggregano in una biopellicola denominata placca dentale. Scopritene di più.