Casa ecosostenibile: 12 abitudini per proteggere il pianeta

29 Luglio 2020
Gli spazi naturali si riducono ogni giorno di più, mentre l'inquinamento aumenta. È pertanto essenziale che ognuno di noi contribuisca a proteggere il pianeta.

Avere una casa ecosostenibile non solo protegge il pianeta aiutandoci a costruire un futuro migliore, ma può anche farci risparmiare e rendere l’atmosfera domestica più accogliente e salutare.

Alcuni cambiamenti nelle abitudini di tutti i giorni possono essere facili, veloci e poco costosi, mentre altri strutturali potrebbero richiedere più tempo e un investimento maggiore. In entrambi i casi, i vantaggi a lungo termine si faranno notare e ne varranno la pena.

I rifiuti e l’immondizia, oltre a costituire un enorme problema ecologico, rappresentano anche un costo non indifferente per le famiglie, poiché hanno bisogno di essere smaltiti. Per avere una casa ecosostenibile dobbiamo agire secondo i principi di riduzione, riutilizzo e riciclaggio.

12 modi per avere una casa ecosostenibile

Seguendo i nostri consigli potrete iniziare a muovere i primi passi per rendere le vostre case ecosostenibili.

1. Non comprare in eccesso

Coppia che fa la spesa insieme.
È bene pianificare la spesa ed evitare di acquistare prodotti di cui non si ha bisogno, soprattutto quelli nei contenitori di plastica.

Molte volte, quasi senza accorgercene, compriamo prodotti che non ci servono davvero. Può trattarsi di cibo, utensili oppure oggetto, che spesso vengono dimenticati per poi finire nella spazzatura.

Acquistare solo ciò che verrà utilizzato a breve termine aiuterà a evitare di accumulare oggetti, generare rifiuti e fare un uso migliore dei soldi.

2. Conservare gli avanzi in contenitori in vetro

I contenitori in vetro durano più a lungo di quelli in plastica, che si rovinano e si macchiano più in fretta e più facilmente, quindi non possono essere riciclati. Per non parlare della carta stagnola o sacchetti di plastica, che generano ancora più rifiuti.

Se proprio dovete, è meglio usare i contenitori di plastica per i prodotti non alimentari, così dureranno più a lungo.

Leggete anche: Proteggere l’ambiente da casa propria

3. Acquistare i prodotti in confezioni più grandi per una casa ecosostenibile

Vi consigliamo di acquistare i prodotti che usate di più in confezioni grandi così da produrre meno rifiuti. Potete sempre dividerli in quantità più piccoli conservandoli in contenitori in vetro nella dispensa o in frigorifero.

4. Utilizzare le buste di stoffa per fare la spesa

Borse di stoffa colorate per fare la spesa.
A differenza dei sacchetti di plastica, quelli di stoffa sono ecosostenibili.

Portate sempre con voi una borsa di stoffa quando andate a fare la spesa. In questo modo ridurrete l’uso dei sacchetti di plastica o di carta che finiscono per riempire le discariche, o peggio le campagne e i fiumi.

L’agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente stima che ogni anno nel mondo vengano utilizzati trilioni di sacchetti di plastica. Ciò equivale a 100 milioni di barili di petrolio. L’80% di questi finisce nelle discariche e il 20% (200 miliardi) negli oceani, nei fiumi e nelle foreste.

5. Acquistare solo prodotti locali

Questo discorso vale sia per i prodotti agricoli sia per quelli confezionati. La produzione locale è più rispettosa dell’ambiente.

Il trasporto di prodotti dalle altre regioni, di fatto, costituisce una grave fonte di inquinamento. Oltre a ciò, i prodotti locali sono più sani e il loro acquisto stimola l’economia locale.

Se avete spazio, potreste persino coltivare un orto con alcune piante di base, come le spezie che usate più spesso, quali prezzemolo, basilico o coriandolo.

6. Acquistare cibi biologici

I prodotti biologici vengono coltivati ​​ricorrendo a modalità più rispettose dell’ambiente, senza pesticidi o fertilizzanti chimici che inquinano.

7. Casa ecosostenibile grazie alla raccolta differenziata

Raccolta differenziata per non inquinare.
La raccolta differenziata consente di riciclare alcuni materiali e di accumulare meno rifiuti.

La raccolta differenziata deve essere una priorità in una casa ecosostenibile. Dividete i rifiuti in categorie e smaltiteli negli appositi contenitori. Sulle guide per il riciclaggio del proprio comune di residenza si trovano tutte le istruzioni utili.

Potrebbe interessarvi: Ridurre i rifiuti prima di produrli: ecco come fare

8. Risparmiare energia

Assicuratevi di non lasciare le luci accese quando uscite da una stanza o quando c’è abbastanza luce naturale. Allo stesso modo non lasciate accesi i dispositivi elettronici quando non li usate.

Per esempio, non bisogna lasciare i caricabatterie dei cellulari attaccati alle prese, perché il trasformatore continuano a usare l’elettricità anche se il cellulare non è collegato e possono anche essere pericolosi, perché tendono a surriscaldarsi.

Cambiamenti strutturali per una casa ecosostenibile

Alcuni cambiamenti per rendere la casa ecosostenibile potrebbero richiedere maggiore pianificazione, ma noterete la differenza.

9. Sostituire le lampadine

Confronto tra lampadine led e normali per una casa ecosostenibile.
Le lampadine a risparmio energetico rispettano l’ambiente e le nostre tasche.

La stragrande maggioranza dei nuovi elettrodomestici è realizzata con materiali che consumano meno energia, quindi sono più rispettosi dell’ambiente.

Sebbene siano più dispendiosi all’inizio,  a lungo termine consentono di risparmiare sui costi dell’elettricità. Potete iniziare sostituendo le lampadine tradizionali con quelle a LED e CFl, che durano più a lungo e consumano meno energia.

Secondo il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti d’America, le lampadine CFl risparmiano il 25% di energia e durano 3 volte più a lungo delle lampadine a incandescenza, mentre le luci a LED risparmiano l’80% di energia e durano 25 volte di più. Il risparmio sulla bolletta della luce di una casa di dimensioni normali è del 5%.

10. Montare dei regolatori di tensione

Sugli elettrodomestici difficili da spegnere, come i condizionatori d’aria o gli scaldabagni, è possibile montare dei regolatori di tensione per accenderli e spegnerli automaticamente in determinati momenti della giornata.

In questo modo, potete spegnere il riscaldamento mentre dormite o siete al lavoro, oppure il condizionatore d’aria quando non siete a casa.

11. Una casa ecosostenibile con i doppi vetri alle finestre

Le doppie finestre di vetro mantengono meglio la temperatura interna della casa. Se sono troppo costosi, è possibile utilizzare delle tende termiche, che riducono anche la penetrazione del freddo in caso di temperature esterne estreme. Si riduce così il consumo energetico del riscaldamento e dell’aria condizionata.

12. I pannelli solari

Se ne avete la possibilità, montate dei pannelli solari sul tetto della casa. Possono essere utili per riscaldare l’acqua o alcuni ambienti specifici della casa.

In questo modo ridurrete il consumo di energia inquinante in cambio di energia pulita. I pannelli solari vi aiuteranno anche a risparmiare sulla bolletta.

Ricordate che tutte queste abitudini e cambiamenti sono volti a proteggere l’ambiente e la salute del pianeta. Anche se alcuni possono risultare costosi all’inizio, garantiranno un risparmio indubbiamente vantaggioso a lungo termine.