Cattivo odore dei piedi: cause e possibili trattamenti

21 Luglio 2020
In questo articolo, vi diciamo quali sono le possibili cause del cattivo odore dei piedi e quali sono le opzioni per evitarlo.

Il cattivo odore dei piedi in termini medici è noto come bromidrosi. Si tratta di un problema molto diffuso tra la popolazione, ma non per questo meno imbarazzante. Molte volte, coloro che ne soffrono temono il rifiuto sociale, poiché è spesso ingiustamente associato a cattive abitudini igieniche.

In realtà questa condizione dipende da numerosi fattori, quali gli stati emotivi (ad es. ansia, stress e imbarazzo), l’utilizzo di particolari di medicinali, le predisposizioni ereditarie e l’elevato consumo di spezie, caffeina e nicotina.

Determinare la causa è importante, poiché da essa dipenderà l’efficacia del trattamento. Inoltre, è consigliabile trovare una cura che ne impedisca la ricomparsa. Volete saperne di più? In questo articolo, vi diciamo quali sono le possibili cause del cattivo odore dei piedi e quali sono le opzioni per evitarlo.

Cattivi odori del corpo

Cause del cattivo odore dei piedi

Nei piedi si trovano circa 250.000 ghiandole sudoripare; pertanto, è una delle aree del corpo in cui viene secreta la maggior quantità di sudore, insieme alle ascelle. Il problema si verifica quando il sudore viene trattenuto nelle calzature e crea un ambiente ideale per la proliferazione di batteri e funghi che favoriscono la produzione di cattivi odori.

Il cattivo odore dei piedi può verificarsi in casi specifici o in modo prolungato. In entrambe le occasioni può essere associato al tipo di scarpe, realizzate con materiali sintetici, non molto traspiranti. Di conseguenza, i piedi si ritrovano in una condizione di calore e umidità che fa sviluppare il cattivo odore.

Soluzioni e trattamenti contro il cattivo odore dei piedi

Le persone che soffrono di bromidrosi spesso provano varie opzioni per sbarazzarsi del problema. Tuttavia, se molti falliscono nel tentativo è perché non tengono conto delle cause reali del cattivo odore, cioè dell’umidità causata da un paio di scarpe inadeguate. Allora, cosa si può fare per eliminare questo odore sgradevole?

Scarpe aperte

1. Cambiare il tipo di scarpe

Le scarpe in materiale sintetico impediscono la corretta traspirazione del piede e causano la formazione del cattivo odore. Anche se i piedi vengono lavati più volte, le scarpe possono emettere un odore forte che si attacca ai piedi.

Per impedire che ciò avvenga, è meglio scegliere delle scarpe realizzate con materiali naturali che non alterano il pH del piede. Avete mai sentito parlare delle scarpe in pelle conciate al tannino vegetale?

Come spiegato sul sito Tannins.org, per eliminare il cattivo odore dei piedi è conveniente capire cosa lo provoca. In molti casi, come abbiamo detto prima, non sono i piedi che emettono cattivo odore, ma le scarpe.

Le scarpe realizzate con la fodera interna e la soletta in pelle conciata al tannino vegetale favoriscono la creazione di ambienti sfavorevoli alla proliferazione batterica, favorendo l’assorbimento del sudore che viene utilizzato come alimento da alcune tipologie di batteri per produrre acidi grassi volatili, responsabili del cattivo odore delle scarpe.

Secondo uno studio dell’Università di Milano, il tannino possiede proprietà antibatteriche, il che spiega la sua efficacia contro i cattivi odori.

Inoltre, una ricerca dell’Università di Bologna (Wellmicro) afferma che la pelle conciata al tannino vegetale rispetta la flora microbica della pelle dei piedi, quindi aiuta a mantenerla fresca e asciutta e ad evitare gli odori indesiderati.

Igiene dei piedi

2. Prendersi cura dell’igiene dei piedi

Dopo aver scelto delle scarpe realizzate con materiali naturali, i tannini, bisogna prendersi cura dell’igiene dei piedi. Ciò significa che una pulizia superficiale non è sufficiente, al contrario bisogna utilizzare dei saponi disinfettanti e dei prodotti specifici per ridurre la sudorazione.

Inoltre, quando si lavano i piedi, è necessario asciugarli bene, poiché i resti di umidità a contatto con le calze e le scarpe provocano la bromidrosi. Quindi, usando un asciugamano pulito, bisogna asciugare bene tutto il piede, specialmente tra le dita.

3. Fare attenzione alle calze

Le calze sono importanti tanto quanto le scarpe quando si tratta di cattivo odore dei piedi. La scelta di calze realizzate con materiali traspiranti, come cotone o lana,riduce il rischio di cattivo odore. Inoltre, è essenziale cambiarle ogni giorno, anche più volte al giorno in caso di sudorazione eccessiva.

4. Consultare il podologo

Rivolgersi ad un professionista, in questo caso un podologo, è un’altra tra le opzioni possibili per eliminare il cattivo odore dei piedi. Parlarne con il medico sarà necessario soprattutto in caso di infezione, poiché potrebbero essere necessari alcuni trattamenti complementari a base di antifungini e steroidi topici.

Massaggio contro il bruciore dei piedi

Cattivo odore dei piedi: cosa bisogna tenere a mente?

La bromidrosi o il cattivo odore dei piedi è un una patologia molto comune che può causare imbarazzo. Fortunatamente, per tenerla sotto controllo è sufficiente prestare attenzione al tipo di calzature e alle proprie abitudini igieniche. Scarpe con fodera e soletta in pelle al vegetale con il tannino è la soluzione più naturale ed efficace. Se state sperimentando questo tipo di disagio, vi consigliamo di mettere in pratica i nostri suggerimenti.