Quando il cibo ci fa avere un cattivo odore

7 febbraio 2017
Molte volte avere un cattivo odore non dipende da una questione di igiene, ma risponde alle nostre abitudini alimentari. Se abbiamo un cattivo odore corporeo, conviene regolare l'assunzione di certi alimenti

Non stiamo parlando di mangiare aglio crudo e poi avere l’alito cattivo per ore anche se ci laviamo i denti o mangiamo caramelle alla menta…

Sapevate che il cibo può farci avere un cattivo odore? Quando mangiamo alcuni piatti, tramite la traspirazione, emaniamo un odore più forte del normale

In questo articolo vi diciamo perché avviene ciò. 

Il cibo altera l’odore corporeo?

Sì. Molte volte non riusciamo a comprenderlo, ma non serve a nulla farsi la doccia due volte al giorno o cambiare ogni giorno i calzini. Il deodorante non sembra funzionare e nemmeno il dentifricio.

Il cattivo odore che emaniamo fuoriesce dai pori della pelle.

Ci sono alimenti che accentuano l’odore del corpo, poiché aumentano l’acidità della traspirazione. L’odore orribile e un po’ “acre” del sudore si deve ad uno squilibrio che si produce nella chimica organica quando si fa sport o si è in movimento.

Le tossine interne vengono eliminate in diversi modi, tra cui le principali la defecazione, la minzione, l’esalazione e la traspirazione.

Se la nostra alimentazione non è idonea o si basa su molti cibi acidi, è più probabile che il corpo emani un odore più penetrante e forte. Perché? Perché deve lavorare di più per espellere i rifiuti.  

ragazza-mano-davanti-alla-bocca

Quali alimenti causano cattivo odore?

Se avete provato di tutto per essere puliti e profumati, ma avete comunque un cattivo odore, non date la colpa ad altro che non sia il cibo ingerito la sera prima.

Non servirà a nulla la biancheria appena lavata, il profumo francese o il talco nelle scarpe.

Volete sapere quali sono gli alimenti che aumentano il nostro lezzo? Ve li presentiamo a seguire:

Carne rossa

Carne-roja

Presso l’Università Charles di Praga è stato realizzato uno studio molto curioso ed interessante al tempo stesso.

È stato raccolto il sudore di uomini che mangiavano carne rossa e quello di uomini vegetariani. In seguito fecero odorare i campioni ad un gruppo di donne per poi dire quale risultava loro più gradevole.

Secondo le coraggiose volontarie, gli odori più gradevoli provenivano dagli uomini che non avevano mangiato carne.

Aglio

Provoca alitosi, prima di tutto, ma in alcune persone anche cattivo odore corporeo.

Questo ingrediente necessario in molte ricette contiene sostanze volatili che vengono liberate tramite il sudore. Essendo assorbite in parte dal sangue e dai polmoni, fanno sì che la pelle e la respirazione emanino un odore terribile.

Olio idrogenato

patatine-fritte

Si usa nel cosiddetto cibo spazzatura e si scompone in fretta nell’organismo. Non appena finite di mangiare il vostro hamburger (che, inoltre, è carne e già sapete cosa succede), l’odore è insopportabile.

La pelle diventa grassa e l’olio presente sia nell’hamburger sia nelle patatine fritte renderà più forte il vostro odore corporeo.

Curry

Le spezie molto aromatiche come il curry o il cumino sono ideali per dare un sapore diverso ai piatti, ma si trasformano anche in nemiche dell’igiene personale.

Quando si mangia un piatto indiano, per esempio, e poi si fa attività fisica, il sudore è più forte e persisterà anche se ci si lava.

Alcol

cocktail

Le bevande alcoliche hanno più svantaggi che benefici. Se una sera bevete molto, il giorno dopo di sicuro avrete un odore più forte anche se vi laverete.

L’alcol passa attraverso il sangue e poi “fuoriesce” dai pori e tramite la respirazione. Questo è il motivo per cui il vostro alito sarà spaventoso e il vostro corpo emanerà un odore spia del vostro programma notturno.

Insaccati

Nel caso degli insaccati, avviene una cosa simile a quella della carne e del cibo spazzatura. Se siete amanti del salame o del paté, forse sono proprio essi la causa del vostro cattivo odore corporeo. Gli insaccati si scompongono facendo aumentare l’acidità dello stomaco e provocando flatulenza.

Per questo motivo, non è una buona idea mangiare insaccati se ultimamente non avete un buon odore.

Asparagi

asparagi

Sono buonissimi e sani. Dopo averli mangiati, la pelle non emanerà un odore sgradevole, il quale, però, si avvertirà nell’urina. Il forte odore della stessa si deve ai mercaptani, composti presenti negli asparagi.

Pesce

Il pesce emana un forte odore da crudo e da cotto, inoltre intensifica il nostro odore corporeo.

Attenzione, perché ciò non avviene in tutte le persone, ma solo in quelle che soffrono di un disturbo metabolico ereditario noto come trimetilaminuria.

Questo problema ritarda la scomposizione del pesce e, pertanto, rende più difficile l’espulsione delle tossine.

Verdure crocifere

cibi-alcalini-broccoli

I cavoli e i broccoli sono deliziosi e possono essere usati in migliaia di ricette. Tuttavia, appartengono al gruppo degli alimenti che causano un cattivo odore poiché sono ricchi di zolfo.

L’odore emanato dal corpo sotto forma di gas sarà simile a quello delle uova marce. Se vi piacciono molto queste verdure, potete mangiarle ogni tanto, di fatto apportano molti antiossidanti e nutrienti.

Volete saperne di più? Leggete: 6 benefici dei broccoli

Caffè

Siete tra quelle persone che non possono iniziare la giornata senza una fumante tazza di caffè? Oppure bevete caffè diverse volte durante la vostra giornata lavorativa?

Allora forse è per questo che emanate un cattivo odore corporeo anche se vi lavate e cambiate sempre i vostri indumenti. La caffeina, infatti, stimola le ghiandole sudoripare e aumenta la traspirazione.

Cipolla

Dà un tocco diverso ai nostri piatti ed è quasi indispensabile in cucina, alla pari dell’aglio. Tuttavia, può causare un cattivo odore nella pelle o nell’alito (soprattutto se mangiata cruda).

Gli oli della cipolla vengono assorbiti dal flusso sanguigno, vengono filtrati dai polmoni ed escono dal corpo attraverso il respiro.

Guarda anche