Sovraccarico di tossine: 9 sintomi

· 13 Ottobre 2016
Quando il nostro corpo ha un eccesso di tossine, cerca di depurarsi tramite diverse vie e ci manda segnali per aiutarlo a disintossicarsi

Nonostante una buona alimentazione e uno stile di vita sano, a volte l’organismo presenta un sovraccarico di tossine.

L’ambiente in cui viviamo è pieno di tali particelle che possono penetrare nell’organismo attraverso l’aria, l’acqua, il cibo e molte altre fonti con cui siamo sempre a contatto.

Il sovraccarico di tossine impedisce il corretto funzionamento degli organi preposti per depurare il nostro corpo, con gravi ripercussioni sulla nostra salute fisica ed emotiva.

Anche se a volte è difficile sapere se abbiamo questo problema, ci sono diversi sintomi che possono avvertirci prima che la situazione peggiori. Scopriamoli insieme!

Sintomi di un sovraccarico di tossine

1. Fatica costante

Affaticamento e stanchezza

Quando l’organismo lavora in eccesso per eliminare le tossine che si accumulano nei suoi tessuti, è piuttosto comune che la sensazione di fatica aumenti anche se si dorme bene.

La stanchezza, le difficoltà di concentrazione e il desiderio di dormire in orari non abituali sono ragioni sufficienti per ritenere che il corpo si trovi in uno stato di sovraccarico di tossine.

Leggete anche: 5 rimedi per vincere la stanchezza

2. Aumento di peso persistente

Perdere peso non è facile e richiede molteplici sforzi che riguardano dieta ed esercizio fisico.

Se, nonostante si mantengano queste abitudini, si continua ad aumentare di peso, è probabile che si soffra di un problema ormonale.

Questa condizione può derivare da diversi fattori (ad esempio alti livelli di tossine provenienti da alimenti e prodotti per la cura personale).

3. Stitichezza

Stitichezza cronica

L’intestino svolge un ruolo fondamentale nel processo mediante il quale il corpo si libera dalle tossine.

Difficoltà nell’espellere le feci o gli episodi di stitichezza sono un chiaro segnale di sovraccarico delle tossine.

Ciò non solo aumenta i livelli di intossicazione del corpo, ma può anche provocare mal di stomaco, infiammazione e difficoltà nell’assorbimento dei principi nutritivi.

4. Problemi cutanei

La pelle è uno degli organi che più riflette l’accumulo di tossine nel sangue e nei tessuti.

La comparsa di acne, eruzioni cutanee e reazioni allergiche indicano che il corpo non sta eliminando adeguatamente le tossine.

Possono apparire anche antiestetiche occhiaie o borse sotto gli occhi, focolai di eczema e psoriasi.

5. Ipertermia

L’ipertermia è un sintomo molto comune dell’accumulo di sostanze tossiche che obbligano il fegato a lavorare in eccesso.

Ciò provoca un aumento della segregazione del sudore dato che il corpo cerca di eliminare le tossine tramite il corpo.

6. Mal di testa costanti

Le tossine che rimangono accumulate nel sangue danneggiano in modo diretto il sistema nervoso e scatenano reazioni negative come mal di testa continui.

Il tessuto nervoso è ipersensibile ai residui e, pertanto, non deve sorprendere che si presentino dolori di questo tipo.

7. Accumulo di grasso addominale

Uno dei motivi per cui la disintossicazione aiuta a perdere peso è che elimina le sostanze responsabili dell’accumulo del grasso nel ventre.

Ciò si deve al fatto che le tossine influiscono sui livelli di glucosio e colesterolo nel sangue, cosa che fa aumentare i depositi nell’area addominale.

8. Alito cattivo

L’alitosi o alito cattivo presente nonostante le buone abitudini igieniche personali può dipendere da problemi digestivi e accumulo di tossine nel fegato.

Esse alterano l’ambiente dell’apparato gastrointestinale e facilitano la proliferazione dei batteri nella bocca, nei denti e nelle gengive.

A causa dell’eccesso di tossine nel sangue, inoltre, compare sulla lingua una patina giallognola che genera cattivo odore e infezioni.

Vi consigliamo di leggere: Problemi di alito cattivo? Semplici rimedi naturali per eliminarlo

9. Calcoli biliari

Calcoli biliari

La comparsa di calcoli biliari può essere provocata da un eccesso di sostanze tossiche nella bile.

Il fegato può cominciare a liberare bile all’interno della colecisti, generando un’ostruzione che può sfociare nello sviluppo di calcoli.

Identificate tali sintomi? In caso affermativo, eliminate i cibi industriali e aumentate l’assunzione di acqua, frutta e verdura.

Per ottimizzare i risultati, adottate una dieta “detox” oppure integrate nella vostra alimentazione bevande disintossicanti.

  • Rusyniak, D. E., & Sprague, J. E. (2006). Hyperthermic syndromes induced by toxins. Clinics in Laboratory Medicine. https://doi.org/10.1016/j.cll.2006.01.007
  • Baillie-Hamilton, P. F. (2002). Chemical Toxins: A Hypothesis to Explain the Global Obesity Epidemic. The Journal of Alternative and Complementary Medicine. https://doi.org/10.1089/107555302317371479
  • Brewer, J. H., Thrasher, J. D., Straus, D. C., Madison, R. A., & Hooper, D. (2013). Detection of mycotoxins in patients with chronic fatigue syndrome. Toxins. https://doi.org/10.3390/toxins5040605
Guarda anche