Trattare il colon irritabile con alimenti antinfiammatori

27 marzo 2016
Gli alimenti ricchi di fibre solubili, oltre a donare una sensazione di sazietà e a proteggere la mucosa intestinale, aiutano a donare sollievo da dolore e infiammazione, favorendo l’eliminazione di residui

Anche se è vero che, al giorno d’oggi, ancora non sono del tutto chiare le cause che scatenano il colon irritabile, i medici e i nutrizionisti concordano sul fatto che è possibile trarre benefici da una dieta equilibrata e da una gestione efficace delle emozioni.

Prima di fare uso di medicinali “auto-prescritti” per trovare sollievo dal dolore e dall’infiammazione interna scatenati da questo problema, vi consigliamo di consultare il vostro medico e di seguire una dieta adeguata per combattere questo disturbo.

La chiave sta nel recuperare l’equilibrio interno di quella zona tanto delicata del nostro sistema digestivo. Ecco quindi una lista di ingredienti che vi saranno molto d’aiuto.

Gli ortaggi a foglia verde

Spinaci, rucola, crescione, bietola… Questi ingredienti non dovrebbero mai mancare nella vostra cucina e nelle vostre ricette. Gli ortaggi a foglia verde costituiscono un modo naturale di trattare e prevenire l’infiammazione.

Scoprite anche come eseguire una pulizia intestinale

  • Sono ricchi di antiossidanti che combattono i radicali liberi.
  • Sono una fonte ricca di vitamina A, vitamina C e vitamina K, fondamentali per aiutare il colon a ottimizzare le proprie funzioni basiche.
  • Contengono la giusta quantità di fibre. Dovete sapere, infatti, che un consumo eccessivo di questo nutriente può peggiorare il problema, invece di combatterlo. La quantità giusta di fibre necessarie al nostro organismo è tra i 20 e i 25 grammi giornalieri.
  • Le fibre migliori per il colon irritabile sono le fibre solubili, poiché agiscono proteggendo la mucosa dell’intestino, depurando l’organismo dalle sostanze nocive e regolando la consistenza dei residui fecali.

Il sedano

sedano dimagrire

Il sedano è una fonte naturale di potassio ed è ricco di proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Grazie a questo ingrediente, è possibile prendersi cura dell’equilibrio interno delle cellule, nutrendole ed eliminando le tossine.

La maggior parte dei cibi trasformati, così come i dolci e le bibite a produzione industriale, contiene alti livelli di sodio, una sostanza che tende a infiammare il corpo e che peggiora il problema del colon irritabile.

Se vi abituate a introdurre il sedano nella vostra dieta, che sia nelle insalate o in succhi e frullati, il vostro sistema digestivo ve ne sarà grato.

Scoprite gli usi e i benefici della scorza di limone

L’avocado

Non evitate il consumo di avocado solo perché pensate che sia un alimento molto calorico. I grassi contenuti in questo frutto sono ottimi per il nostro organismo e, inoltre, favoriscono la buona salute del sistema digestivo, di quello nervoso e di quello cardiovascolare.

  • Il consumo regolare di avocado vi aiuterà a combattere il colon irritabile grazie agli alti livelli di fibra solubile, potassio, vitamine e calcio.
  • Tutti questi nutrienti si prendono cura del tessuto del colon, combattono l’infiammazione e ne ristabiliscono l’equilibrio naturale, poiché rafforzano la flora intestinale.
  • Non possiamo neanche dimenticare che l’avocado dona al nostro corpo la giusta dose di elettroliti, fondamentali quando si soffre di diarrea.

L’olio di cocco

olio di cocco

Stando a quanto affermato dalla Mayo Clinic, l’olio di cocco è una fonte di fibre e nutrienti ideali per combattere le infiammazioni del colon.

A differenza di altri tipi di olio, i suoi composti essenziali sono fonte di tutti questi benefici:

  • È ricco di trigliceridi a catena media o acidi grassi a catena media, che sono diversi dai trigliceridi a catena lunga contenuti in altre varietà di olio.
  • È ricco di proprietà antibatteriche in grado di regolare e combattere la crescita eccessiva dei batteri nocivi e di altri tipi di infezioni.
  • L’olio di cocco ci aiuta a depurare il colon, a prevenire le infiammazioni e a migliorare l’assorbimento dei nutrienti durante la digestione.

Il kefir

Non dovete temere nemmeno il consumo di kefir. Anche se è vero che, in generale, i latticini peggiorano le infiammazioni del sistema digestivo, il kefir non favorisce questo fenomeno allergico.

  • Il kefir è un ingrediente molto sano composto da batteri e lieviti digestivi che si prendono cura della nostra salute intestinale.
  • Consumando il kefir con regolarità, donerete al colon microorganismi in grado di rafforzare la flora intestinale grazie ai loro lattobacilli.
  • Se siete intolleranti al lattosio, potete assumere kefir per prendervi cura della salute del vostro colon.

L’avena

Latte di avena

All’inizio dell’articolo parlavamo dell’importanza del consumo di fibre solubili per poter trovare sollievo dal dolore e dall’infiammazione tipici del colon irritabile. A questo stesso scopo, un altro alimento che non deve mancare nella vostra dieta è l’avena.

  • L’avena è uno dei cereali più completi che esistano. È considerata un super alimento ed è, senza dubbio, il modo migliore di iniziare la giornata.
  • È fonte di carboidrati a combustione lenta, che donano una sensazione di sazietà che dura diverse ore.
  • L’avena si prende cura della nostra flora intestinale ed è una fonte ricca di vitamine e proteine che non dovrebbero mai mancare nella nostra alimentazione.

Vi consigliamo di leggere anche: Avena a colazione: 5 meravigliosi benefici

La banana

La banana, così come la mela e la papaya, è uno dei frutti migliori che si possano utilizzare quando si soffre di colon irritabile.

La banana è, infatti, uno degli alimenti migliori per combattere questo problema, poiché è ricca di potassio, magnesio e vitamine B.

Grazie al suo contenuto di triptofano, un aminoacido essenziale, aiuta a rilassarsi, oltre a stimolare il sistema digestivo e a prevenire diversi dolori come la colite ulcerosa. Non abbiate paura di consumare una banana tutti i giorni durante le prime ore della giornata.

Guarda anche