Combattere l’artrite con la tapioca

· 14 agosto 2015
La tapioca è un tubero simile alla patata e in molte ricette sono intercambiabili. Grazie a questo ingrediente, è possibile ridurre il dolore, il gonfiore e la rigidità scatenati dall’artrite

La tapioca, manioca o cassava, è un tubero che si coltiva soprattutto nei paesi tropicali dell’America, dell’Asia e dell’Africa, anche se ormai è possibile trovarla in tutti i fruttivendoli del mondo.

In questo articolo vi spiegheremo perché la tapioca è un alimento molto interessante dal punto di vista nutritivo e perché è consigliata per combattere in modo naturale i sintomi dell’artrite.

La tapioca

Questo tubero che ha l’aspetto esterno di un tronco, proviene da un cespuglio e contiene molti carboidrati complessi, il che la rende un ingrediente altamente energetico.

Viene spesso paragonata alla patata e alla patata dolce per i nutrienti che contiene, per la sua consistenza e per il suo sapore. Infatti, in molte ricette sono intercambiabili.

Tapioca fritta

La tapioca e l’artrite

Secondo alcuni studi, nella tapioca si trova un componente conosciuto come saponina, che è in grado di migliorare la salute delle articolazioni colpite dall’artrite, evitandone il deterioramento.

Un altro grande vantaggio dell’usare la tapioca è che previene gli effetti collaterali dei farmaci convenzionali che colpiscono l’apparato digerente.

Mangiare la tapioca tutti i giorni vi aiuterà a ridurre il dolore, il gonfiore e la rigidezza causati dall’artrite.

Chi può usare la tapioca?

La tapioca è un ingrediente usato in molti paesi perché è facile da coltivare. Inoltre, è molto più economica di altri alimenti ed è quindi perfetta per qualsiasi dieta.

La tapioca si caratterizza per il suo contenuto energetico, che la rende l’opzione ideale per i bambini, gli adolescenti, gli sportivi e coloro che compiono grandi sforzi fisici durante la giornata.

Inoltre, è facile da digerire e aiuta coloro che soffrono di disturbi digestivi come gastrite, acidità, ulcere o colite.

Patatine di tapioca

Come si usa la tapioca?

Potete usare la tapioca come un integratore o semplicemente come alimento:

  • Se usate la tapioca come integratore, consumatela per tre mesi, poi abbandonatela per altri tre mesi e così via. Potete anche limitarvi a usarla quando il dolore è particolarmente forte.
  • Se invece volete includerla nella dieta come un ingrediente per le vostre ricette, basta cucinarla come fareste con le patate. Potete usare la tapioca nelle frittate, bollita, al forno… Potete anche friggerla ma, nonostante si tratti di un piatto delizioso, non è molto sano per la salute.

È importante sottolineare che la tapioca è priva di glutine e viene quindi inserita spesso nelle ricette per celiaci. Con la farina e l’amido di tapioca potete preparare pane e biscotti dalla consistenza e sapore deliziosi, tanto quanto quelli preparati con altri tipi di farine.

Panini di tapioca

Ingredienti

  • 300 ml d’acqua.
  • 150 ml di olio extra vergine d’oliva.
  • 3 uova.
  • 2 cucchiaini di sale marino (10 gr).
  • 300 gr di formaggio fresco.
  • 500 gr di amido di tapioca.
  • Spezie a piacere: aglio, peperoncino, pepe…

Procedimento

  • Preriscaldate il forno a 200 °C per 15 minuti.
  • Mischiate bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto leggero e omogeneo.
  • Prendete degli stampi per fare i panini e ungeteli con dell’olio per evitare che si attacchi l’impasto. Vi consigliamo l’uso degli stampi in silicone. Riempite meno della metà di ogni stampo con l’impasto.
  • Cuocete a 200 °C per 25 minuti nella parte bassa del forno, per farli lievitare e crescere più facilmente.
  • Mangiate i panini appena sfornati.

Altri alimenti utili per combattere l’artrite

Cipolla

Di seguito vi elenchiamo altri alimenti utili per combattere l’artrite:

  • La curcuma: è un’ottima spezia contro le infiammazioni e il dolore.
  • L’acqua di mare: un ingrediente ricco di minerali che rafforza le ossa e le articolazioni.
  • I broccoli: sono antinfiammatori, anticancerogeni, alcalinizzanti e antiossidanti. Bisogna cuocerli il giusto per non fargli perdere il colore verde e, di conseguenza, le sue proprietà benefiche.
  • La liquirizia: questa pianta è conosciuta anche come cortisone naturale e, inoltre, previene gli effetti collaterali di questo farmaco.
  • La cipolla: riduce le infiammazioni ed elimina le tossine dai reni.
  • La maca: quest’incredibile radice che nasce sulla Cordigliera delle Ande riduce il dolore e le infiammazioni, oltre a regolare i livelli di ormoni, che possono peggiorare alcuni tipi di artrite.
  • L’aglio: è un ottimo rimedio naturale contro moltissime malattie, tra cui l’artrite. Un’ottima cura è quella dell’antico rimedio tibetano all’aglio, che potete scoprire cliccando qui.
  • Il tè verde: questa fantastica bevanda è ricca di antiossidanti e flavonoidi che aiutano a ridurre l’infiammazione.
Guarda anche