Come bere il caffè in modo sano

3 aprile 2015

Esistono pareri discordanti circa il consumo di caffè, la bevanda internazionale per eccellenza. Alcuni ritengono che faccia male alla salute e altri, al contrario, pensano che sia una bevanda dai molteplici benefici per l’organismo. Tutto dipende da diversi fattori, come ad esempio la quantità di caffè che si beve durante il giorno, se contiene caffeina, se lo si beve per rendere di più nel lavoro, etc. Scoprite in questo articolo come bere caffè in modo sano.

Cosa c’è da sapere sul caffè?

Di sicuro avrete sentito molto parlare di questa scura bevanda dall’aroma caratteristico e penetrante, in grado di riunire le persone, di farci passare la notte in bianco, utile quindi quando dobbiamo studiare, oppure di farci compagnia mentre guardiamo un film e fuori fa freddo.

Quello che non dovete dimenticare è che il caffè contiene caffeina, una sostanza che stimola il sistema nervoso centrale, diminuendo la sensazione di fatica e di stanchezza. Questo può sembrare un vantaggio per molte persone che lavorano sotto pressione o hanno un impiego molto stressante. Tuttavia, a lungo andare, gli effetti del caffè diventano negativi.

Il caffè aumenta la frequenza cardiaca, irrita la mucosa dello stomaco, mantiene svegli e attivi, frena l’appetito e, secondo alcuni studi, aiuta a concentrarsi meglio nello studio e a ricordare le informazioni.

Caffè2

In generale, il consumo moderato di caffè (fino a 5 tazze alle settimana) non ha effetti collaterali sul corpo. Chi eccede nel consumo di caffè sviluppa una tolleranza agli alcaloidi contenuti in questa bevanda, come accade con i farmaci. Per questo motivo, chi beve più di due tazze di caffè al giorno non sperimenta gli stessi effetti di chi non è abituato a bere questa bevanda.

Se la persona oltre a bere caffè fuma, non fa attività fisica, mangia cibo spazzatura ed ha uno stile di vita sedentario, è molto probabile che risenta degli effetti collaterali non solo del caffè, ma dell’accumulo di fattori di rischio.

Vale la pena specificare che chi è affetto da anemia o segue una dieta vegetariana o vegana non deve esagerare con il consumo di caffè perché, come il tè, interviene nel processo di assorbimento del ferro. Altri alimenti che provocano lo stesso effetto sono la cioccolata e le bibite gassate come la cola. Il caffè, inoltre, può diminuire l’assorbimento del calcio, quindi è sconsigliato alle persone con osteoporosi o che hanno problemi alle ossa e ai denti.

Caffè3

Come bere caffè in modo più sano

Pensate di essere dipendenti dal caffè e spesso sentite la necessità di berne di più per restare svegli e attivi? Bevete più di quattro tazze di caffè al giorno? Siete in presenza dei fattori a rischio che abbiamo menzionato in precedenza? Allora fate attenzione ai seguenti consigli e alle varietà di caffè più salutari:

  • Evitate di aggiungere latte, panna o troppo zucchero al caffè. In alternativa, optate per il latte scremato, la stevia o lo zucchero muscovado. In questo modo si diminuisce l’apporto di calorie.
  • Non sostituite la colazione con molte tazze di caffè per “ingannare” lo stomaco. Il combustibile di cui il vostro corpo ha bisogno per affrontare la giornata è a base di frutta, cereali e latticini.
  • Se siete ben idratati (quindi se bevete acqua, succhi naturali o infusi di erbe), vi sentirete meno stanchi e stressati. Di conseguenza diminuirà il desiderio di voler bere caffè in ogni momento.

Caffè4

  • È importante dormire a sufficienza per smettere di bere caffè in abbondanza. Se negli ultimi tempi siete nervosi, irritabili, di cattivo umore e soffrite di insonnia, forse questa bevanda sta peggiorando la situazione.
  • Sostituite il caffè con le tisane naturali o con il caffè decaffeinato. Queste bevande hanno diversi benefici, come quello di tranquillizzarvi e rilassarvi.
  • In caso di ipertensione, disturbi cardiovascolari, problemi ai reni, gravidanza, anemia o obesità, si consiglia di evitare il consumo di caffè o di ridurlo al minimo.
  • Non prendete il caffè insieme ai farmaci antidepressivi o mentre fumate, altrimenti potrebbe scatenare un forte mal di testa, emicrania e aumentare la pressione arteriosa.
  • Optate per il caffè biologico. Forse è più costoso rispetto ad altre varietà presenti in commercio e dovrete andare in un negozio specifico, ma la differenza con il caffè normale è enorme. Il fatto che non sia trattato con pesticidi o diserbanti lo rende un prodotto dai molteplici benefici per la salute. Come se non bastasse, i chicchi di caffè biologico sono più grandi, quindi potete ricavare più caffè e aiutare il pianeta.

Caffè5

  • Scegliete chicchi tostati e scuri. Producono una maggiore quantità di antiossidanti rispetto alla tostatura normale. Hanno un sapore più forte e deciso, per questo potete usarne meno.
  • Procuratevi un elettrodomestico di qualità per preparare il caffè. In questo modo, sfrutterete al massimo i chicchi che avete comprato, risparmierete soldi ed eviterete gli sprechi. Utilizzate acqua purificata o distillata, priva di sostanze chimiche. Potete anche procurarvi una macchina per macinare il caffè e farlo da soli a casa.
  • Scegliete il caffè verde. È diventato molto popolare da qualche tempo perché, secondo gli studi, ha proprietà dimagranti. Oltre a questo, ricordiamo che il caffè verde non è una varietà diversa di caffè, ma sono gli stessi chicchi che non sono ancora stati tostati e che mantengono il colore verde originale. Il caffè verde permette di eliminare i grassi, ridurre la quantità di radicali liberi nel corpo e di diminuire la cellulite. Inoltre, sazia, aiuta a tenere sotto controllo i livelli di diabete di tipo II e fornisce più energia “naturale”.
Guarda anche