Sintomi della sinusite addio, con il rafano rusticano

· 5 aprile 2015
Uno dei sintomi più comuni e ricorrenti della sinusite è il mal di testa acuto o tensione nella parte superiore del naso e al di sopra delle sopracciglia

La sinusite è l’infiammazione della mucosa che riveste i seni paranasali; può essere di origine virale, batterica, fungina o allergica. Quando i sintomi della sinusite si risolvono nel giro di 3-4 settimane, si può parlare di sinusite acuta, se invece si prolungano, a volte fino a tre mesi, parliamo di infiammazione cronica.

I seni paranasali sono cavità attraverso cui passa l’aria; sono localizzati dietro la fronte, il naso, le guance e gli occhi.

Quando le aperture paranasali sono bloccate o accumulano troppo muco, i batteri e altri microrganismi trovano un ambiente perfetto per proliferare, generando dolore e infiammazione.

Quando si produce la sinusite?

Seni paranasali e aceto di mele

L’apertura dei seni paranasali può essere bloccata da un’eccessiva produzione di muco che di solito avviene quando si soffre di raffreddore o allergie.

Un’altra possibile causa può essere il setto nasale deviato, speroni ossei nasali o polipi nasali.

Leggete anche: Respirare in modo sbagliato può avere delle ripercussioni sulla salute?

Sinusite: fattori di rischio

  • soffrire di rinite allergica o febbre da fieno
  • disturbi nel funzionamento delle ciglia nasali
  • fumo
  • bruschi cambiamenti di altitudine o pressione (ad esempio in aereo o in acqua)
  • fibrosi cistica
  • debolezza del sistema immunitario
  • anomalie delle ossa del viso
  • diabete

Sintomi della sinusite

Come abbiamo detto, una sinusite acuta – spesso conseguenza di un raffreddore che non migliora o addirittura peggiora, in genere si risolve in meno di un mese.

Nella sinusite cronica il gonfiore e l’infiammazione dei seni paranasali possono prolungarsi fino a tre mesi. In questo caso è molto importante consultare il medico.

Tra i sintomi della sinusite ricordiamo:

  • alito cattivo o perdita dell’olfatto
  • malessere generale e stanchezza
  • tosse che peggiora nelle ore notturne
  • febbre
  • mal di testa
  • congestione e muco
  • mal di gola e gocciolamento rinofaringeo
  • ipersensibilità del viso

Trattamento naturale per combattere i sintomi della sinusite in 5 giorni

aceto di mele e cesto con mele rosse

Uno dei sintomi più comuni e ricorrenti della sinusite è il mal di testa acuto o tensione nella parte superiore del naso e al di sopra delle sopracciglia. Può essere trattato con un analgesico, sebbene non sempre sia risolutivo.

Potete, in alternativa, provare il seguente rimedio naturale, in grado di alleviare tutti i sintomi della sinusite, ma in particolar modo il mal di testa.

Leggete anche: Incredibili rimedi naturali per dire addio al mal di testa

Preparazione

Questo trattamento sfrutta le proprietà del rafano rusticano o barbaforte e dell’aceto di mele. 

  • Grattugiate il rafano, mettetelo in una bottiglietta insieme all’aceto. Fate macerare questa miscela per dieci giorni a temperatura ambiente, agitandola di tanto in tanto.
  • Trascorso questo tempo, aprite la bottiglietta e inalate a fondo l’odore per cinque minuti. La sera, invece, bagnate una garza in questo liquido e sistematela sulla fronte. Potrete così alleviare il mal di testa.
  • Realizzate questo trattamento per cinque giorni consecutivi: sarà più che sufficiente per ridurre in modo considerevole i sintomi della sinusite.

Un’alternativa più veloce consiste nel mettere a bollire un po’ di acqua con del rafano rusticano grattugiato e poi fare dei fumenti. Versate la miscela bollente in un recipiente, coprite la testa con un asciugamano e respirate a fondo per qualche minuto. Anche i fumenti vi daranno una sensazione di sollievo immediato.

Che cosa è meglio evitare in caso di sinusite?

La sinusite può essere aggravata dai viaggi in aereo e dalle temperature molto calde o molto fredde. Evitate, quindi gli sbalzi di temperatura. 

Altri consigli utili sono:

  • Vaccinarsi ogni anno contro l’influenza.
  • Smettere di fumare.
  • Ricordarsi di lavare sempre bene le mani.
  • Evitare l’abuso di farmaci antibiotici.
Guarda anche