Come piantare aglio e cipolle in casa

24 agosto 2015
Mentre le cipolle devono essere innaffiate giornalmente, per l'aglio è sufficiente una volta alla settimana. In soli 6 mesi potrete godervi il vostro raccolto

Perché non piantare in casa aglio e cipolle? C’è solo bisogno di avere a disposizione un piccolo balcone e alcuni vasi, oltre che un po’ di impegno da parte nostra; in questo modo ci ritroveremo in poco tempo a poter godere di questi tesori della natura così buoni per la nostra salute e per i nostri pasti.

La coltivazione organica in casa è sempre più frequente. Avere a disposizione un giardino sarebbe senza dubbio ideale, ma non bisogna rinunciarvi nemmeno se si vive in grandi città o in appartamento. Ognuno di noi può creare il proprio raccolto di aglio e cipolle.

Siamo certi che adorerete quest’idea e che i vostri figli si divertiranno moltissimo ad aiutarvi. Cominciamo?

1. Come piantare le cipolle in casa

cipolla-in-casa

Coltivare cipolle in casa è davvero molto semplice. Non importa la varietà che si sceglie, tutte quante possono crescere in un vaso e otterremo eccellenti risultati in poco più di 6 o 7 mesi. Dovete solo seguire questi semplici consigli.

Di cosa abbiamo bisogno?

  • Semi di cipolla o bulbi, ciò che preferite. Le cipolle di solito devono essere piantate in primavera, verso marzo o aprile (settembre od ottobre se vivete nell’emisfero sud).
  • Il vaso o i vasi (a seconda dello spazio a disposizione sul vostro balcone o sulla vostra terrazza) devono essere profondi circa 30 cm e larghi altri 30 cm. In ogni vaso si possono piantare 2 cipolle, dunque potete mettere vari semi o due bulbi.
  • Scegliere terra smossa e mischiata con del fertilizzante naturale.

Preparazione

  • Per prima cosa bisognerà preparare bene la terra che andrà nei vasi, non deve essere troppo sabbiosa né terrosa. La cosa migliore è che sia abbastanza smossa affinché la cipolla possa crescere senza “pressioni” e che abbia sempre la possibilità di trovare buoni principi nutritivi che apporteremo grazie all’uso di un buon fertilizzante naturale.
  • Se scegliete di piantare dei semi, dovrete introdurli a una profondità di circa 2,5 cm. Inoltre è importante tenere in considerazione che, in questo caso, sarà consigliabile lasciare il vaso all’interno della casa per almeno un mese, finché la talea della cipolla non sia uscita all’esterno. Quando si potrà intravedere la pianta “affacciarsi” dalla terra, potrete allora collocare il vaso sul balcone o il terrazzo.
  • Se scegliete di piantare i bulbi, dovrete collocarne due per ogni vaso, sempre a una profondità di circa 2,5 cm. In questo caso potrete lasciare il vaso direttamente fuori.
  • Sui vasi deve battere il sole ogni giorno, affinché le cipolle crescano forti e vitali. Hanno bisogno del sole primaverile e di una temperatura calda. Non dimenticate di innaffiarle un po’ ogni giorno.
  • Dopo qualche mese, quando osserverete i gambi con un colore verde intenso, la cipolla sarà pronta per essere raccolta. Non sarà molto grande, ma avrà un sapore semplicemente delizioso. Aggiungiamo un piccolo consiglio: per evitare che le cipolle vengano colpite da qualche piaga, piantate tra di loro dei ravanelli. Un’idea davvero strepitosa!

2. Come piantare aglio in casa

aglio

Avete già preparato il vostro vaso per piantare le cipolle, dunque ora non resta che prepararne un altro in cui piantare l’aglio per poter godere di questi due alimenti medicinali così fondamentali e indispensabili in cucina. Prendete nota di questi importanti consigli per ottenere un buon raccolto d’aglio. 

Di cosa abbiamo bisogno?

  • 1 testa d’aglio
  • 1 vaso profondo 20 cm e largo altri 20 cm
  • Terra arricchita con del fertilizzante naturale

Preparazione

  • La miglior epoca per piantare l’aglio è in primavera o in estate. Esattamente come per le cipolle, occorre il calore della luce solare per far germogliare l’aglio in modo ottimale, dunque non abbiate paura di lasciare i vasi sul balcone o sul terrazzo.
  • La prima cosa da fare è quella di prendere la testa d’aglio e separare uno ad uno gli spicchi. Molto semplice.
  • Il secondo passaggio consiste nel preparare il vaso. Per far ciò, collocheremo in primo luogo un drenaggio adeguato sul fondo, affinché l’acqua in eccesso possa fuoriuscire con facilità tutte le volte che innaffiamo i vasi. È abbastanza comune utilizzare in questi casi della ghiaia.
  • Adesso introduciamo gli spicchi d’aglio nel vaso, e lo faremo seguendo regole precise: a 10 cm di profondità e con la punta rivolta verso l’alto. Quest’ultimo passaggio è davvero molto importante.
  • In uno stesso vaso si possono mettere vari spicchi, sempre che ci possa essere tra loro una distanza minima di 8 centimetri.
  • Infine, collochiamo il vaso in un punto in cui dia la luce diretta del sole, così come abbiamo detto in precedenza.
  • Non vi preoccupate di innaffiare l’aglio tutti i giorni, l’umidità non è consigliata ed è sufficiente innaffiare una volta alla settimana. 
cipolla

Dopo circa 6 o 7 mesi, avrete il vostro raccolto di aglio e cipolle, un vero e proprio tesoro dotato di molteplici proprietà di cui potrete disporre in modo semplice, divertendovi. Inoltre avrete la sicurezza di un prodotto coltivato nelle migliori condizioni e totalmente biologico. 

Ci mettiamo all’opera?

Guarda anche