7 buoni motivi per mangiare più ravanelli

23 Novembre 2016
Il colore dei ravanelli ci indica la loro ricchezza in flavonoidi e il loro sapore piccante le proprietà benefiche per la salute del fegato.

Sono piccoli, dal sapore intenso e donano una deliziosa freschezza alle nostre insalate. Se anche voi li adorate, siete fortunati. Perché? Mangiare ravanelli è un toccasana per la salute e per il corpo.

Esistono diversi tipi di ravanelli. Possono essere di colore bianco, rosso, viola, nero e perfino verde (ricordiamo che il wasabi giapponese è estratto da una specie di ravanello piccante).

A titolo di curiosità possiamo dirvi che l’olio ottenuto dai semi di ravanello è altrettanto salutare. Viene aggiunto in diversi prodotti per la cura dei disturbi della pelle, come ad esempio la vitiligine.

Sono economici e facili da trovare al mercato. Oggi vi consigliamo di mangiare più ravanelli freschi in insalata, soprattutto se provenienti da agricoltura biologica. Il vostro corpo avvertirà cambiamenti molto positivi. Ecco quali sono tutti i benefici.

1. I ravanelli proteggono il fegato

Mangiare ravanelli è molto salutare per la nostra salute epatica. Infatti, questi piccoli vegetali sono disintossicanti e depurano il sangue da tossine e scorie.

  • Le persone che soffrono di ittero, per esempio, possono trarre grande beneficio dal consumo regolare di ravanelli, in quanto aiutano a controllare e ridurre il livello di bilirubina.
  • I ravanelli, inoltre, proteggono i globuli rossi, favorendo così il trasporto di ossigeno nel sangue.

Leggete anche: Dieta depurativa per il fegato: utili consigli

2. Riducono le infezioni del tratto urinario

infezioni urinarie

L’infiammazione del tratto urinario, come ben sappiamo, è molto comune nelle donne. Un gesto semplice, come aggiungere regolarmente qualche ravanello all’insalata, aiuta a prevenire questo disturbo tanto fastidioso.

  • I ravanelli sono diuretici e aumentano la produzione di urina in modo naturale.
  • Agiscono anche come potente antibatterico, ideale per combattere le infezioni e proteggere i reni.

Un modo per prevenire le infezioni del tratto urinario è bere il seguente frullato naturale a base di ravanello, due volte alla settimana. Prendete nota:

Ingredienti:

  • 2 ravanelli
  • Il succo di un’arancia
  • 5 fragole
  • 1 tazza di acqua (200 ml)

Preparazione:

  • Per prima cosa, lavate accuratamente i ravanelli e le fragole e spremete l’arancia.
  • Frullate finemente i ravanelli e le fragole, per poi unire il bicchiere d’acqua e il succo d’arancia naturale.
  • Si tratta di un frullato dal sapore intenso, leggermente piccante, ma ideale per prendersi cura del nostro tratto urinario.

3. Mangiare ravanelli aiuta a dimagrire

benefici dei ravanelli

I ravanelli sono ideali per qualsiasi dieta che abbia l’obiettivo di perdere peso in modo equilibrato. È una radice povera di carboidrati ma ricca di fibre, vitamina C, potassio, calcio e magnesio.

I nutrizionisti considerano il ravanello un ottimo ortaggio che aiuta a perdere peso e migliora il funzionamento del nostro metabolismo.

4. Si prendono cura del cuore

I ravanelli sono una buona fonte di antociani, un tipo di flavonoidi, responsabili del colore rosso di questo ortaggio, che proteggono la nostra salute cardiovascolare.

  • Le antocianine hanno l’eccezionale proprietà di prendersi cura delle vene e delle arterie. Prevengono l’indurimento e l’infiammazione.
  • Il consumo di tutti i tipi di frutta e verdura dal colore rosso o blu apporta una buona quantità di flavonoidi, questi elementi tanto salutari.

5. Riducono la pressione

pressione arteriosa

I ravanelli sono una fonte naturale di potassio, un minerale indispensabile perché regola la pressione sanguigna. Ci permette, inoltre, di migliorare la circolazione, assicurando una corretta distribuzione del sangue in tutte le parti del corpo.

Per sfruttare al massimo le proprietà del ravanello, segnatevi la ricetta di questo succo naturale. Come sapete, il sapore di questo frullato a base di ravanelli è un po’ “intenso”; i suoi effetti, tuttavia, sono piacevoli e salutari. Vale la pena provare a berlo.

Ingredienti:

  • 2 ravanelli
  • 2 carote
  • 1 tazza di acqua (200 ml)

Preparazione:

  • Lavate accuratamente i ravanelli e le carote. Ricordate che la frutta e la verdura migliore provengono da agricoltura biologica.
  • Passateli al frullatore e infine aggiungete il bicchiere d’acqua.

Leggete anche: Metodo naturale per ridurre la pressione arteriosa

6. Proteggono la salute della pelle

La vitamina C, il fosforo, lo zinco e le vitamine del gruppo B presenti nei ravanelli aiutano a prendersi cura della pelle.

  • Anche  l’acqua dei ravanelli (derivante dalla cottura) ci aiuta a mantenere alti i livelli di umidità del derma.
  • Una curiosità: c’è anche chi utilizza il ravanello crudo per detergere il viso. Non dimentichiamoci che molte industrie cosmetiche utilizzano il ravanello per trattare i disturbi della pelle, dal momento che possiede anche proprietà disinfettanti.

7. Rafforzano il sistema immunitario

sistema immunitario

Come potete notare, sono molti i motivi che ci portano a consigliare di mangiare i ravanelli per avere una dieta sana. Tuttavia, uno dei più importanti è la sua capacità di rafforzare il sistema immunitario.

  • Sono incredibilmente ricchi di vitamina C e antiossidanti, elementi che rafforzano le nostre difese e la “salute” dei globuli bianchi.
  • I ravanelli non si limitano a rafforzare il sistema immunitario, ma regolano il  metabolismo, stimolano la sintesi del collagene e apportano un tipo di proteina essenziale che ci protegge dall’arteriosclerosi.

Quindi … Non dimenticate di aggiungere qualche ravanello alla vostra insalata!

  • Lugasi, A., Dworschák, E., Blazovics, A., & Kery, A. (1998). Antioxidant and free radical scavenging properties of squeezed juice from black radish (Raphanus sativus L. var niger) root. Phytotherapy Research: An International Journal Devoted to Pharmacological and Toxicological Evaluation of Natural Product Derivatives12(7), 502-506.
  • Kumakura, K., Kato, R., Kobayashi, T., Sekiguchi, A., Kimura, N., Takahashi, H., … & Matsuoka, H. (2017). Nutritional content and health benefits of sun-dried and salt-aged radish (takuan-zuke). Food chemistry231, 33-41.
  • Gutiérrez, R. M. P., & Perez, R. L. (2004). Raphanus sativus (Radish): their chemistry and biology. The scientific world journal4, 811-837.