Come sapere se il fegato è infiammato?

21 marzo 2015

Spesso sentiamo parlare del fegato, un organo che risente molto di una scorretta alimentazione, delle cattive abitudini, dello stress, delle emozioni represse, dell’inquinamento, etc. Tutto questo si manifesta in molti modi nel nostro corpo: problemi di vista, zampe di galline, cattiva circolazione, problemi digestivi, stanchezza, e molti altri.

In questo articolo vi spieghiamo quali sono i segnali più ricorrenti quando il fegato è infiammato, in modo da trattarlo in modo naturale, prevenire malattie e migliorare la vostra qualità di vita.

Problemi di vista

La Medicina Tradizionale Cinese ci spiega che il fegato è direttamente collegato ai problemi di vista, poiché si troverebbero sullo stesso meridiano. Evidentemente ci sono anche fattori genetici e molti altri fattori che influiscono sulla salute degli occhi, ma se soffriamo di qualche problema di vista (come per esempio, miopia, astigmatismo, presbiopia, etc.) dovremmo fare attenzione anche ai segnali che elencheremo a seguire.

occhi-radiosi

Insonnia dall’una alle tre

Ogni organo ha un orario di massima attività in cui si rigenera; si tratta di un meccanismo del nostro corpo per combattere in modo naturale le malattie. Nel caso del fegato, il suo orario va dall’1 alle 3 del mattino, per questo motivo, se siete soliti svegliarvi la notte a quest’ora, senza alcun motivo apparente, è possibile che il vostro fegato non stia funzionando in modo corretto.

Tuttavia, dovreste considerare anche che se cenate troppo o molto tardi, anche questo influisce sul vostro riposo notturno.

Zampe di gallina

Le rughe che appaiono attorno e sotto agli occhi, dipendono anche dallo stato di salute del nostro fegato, oltre a poter coincidere con problemi di vista. Per questo motivo, le zampe di gallina, soprattutto se sono premature, rappresentano un campanello d’allarme per la salute del nostro fegato. Se vogliamo combattere queste rughe, infatti, dovremmo prenderci cura di noi anche dall’interno.

Problemi di circolazione

Vi sorprende sapere che la circolazione ed il fegato sono intimamente collegati? Il fegato è un organo che pulisce il nostro sangue e, pertanto, la sua funzione sarà indispensabile affinché questo circoli in modo corretto. Per questo motivo, se fin da giovanni soffriamo di vene varicose o emorroidi, non solo dovranno essere trattate localmente, ma bisognerà anche regolare la funzione del fegato.

Cattiva digestione

Il fegato fa parte dell’apparato digerente ed è particolarmente importante nella digestione dei grassi, grazie alla bile prodotta ed immagazzinata nella cistifellea. Per questo motivo, se digerite con difficoltà gli alimenti grassi, vuol dire che dovreste aiutare il vostro fegato in modo che non si sovraccarichi. Sarà più sano per voi assumere una minore quantità di cibo in più pasti al giorno, in modo che il fegato possa lavorare meglio. Aggiungere ai cibi un po’ di succo di limone, inoltre, contribuirà a digerire meglio gli alimenti, soprattutto se grassi.

Anche la stitichezza può essere collegata al fegato.

olio e limone

Disturbi del ciclo mestruale

Come abbiamo detto, il fegato è vincolato al sangue e, pertanto, non c’è da sorprendersi se ha a che vedere anche con diversi disturbi mestruali, come dolori, sintomi premestruali, irregolarità,etc.

Dolore addominale

In seguito ad una cattiva digestione, possiamo soffrire di gonfiore e pressione addominale, ma se il nostro fegato è infiammato, si avvertirà anche un dolore opprimente sulle costole del lato destro, proprio sopra al fegato. Quando è infiammato, quest’organo fa pressione verso l’esterno, provocando questo fastidio.

Emicrania

Gli episodi di emicrania possono dipendere da diversi fattori, ma alcuni, forse i più frequenti, sono collegati a problemi digestivi e ad un sovraccarico del fegato. In questo caso, le emicranie coincidono di solito con il ciclo mestruale, in seguito ad un’eccessiva assunzione di cibo o di bevande oppure in seguito al contatto con qualche sostanza tossica (fumo del tabacco, inquinamento, etc). L’emicrania è il risultato di un maggiore sforzo da parte del fegato per disintossicare il nostro organismo.

Stanchezza primaverile

Di solito, quando arriva la primavera, ci sentiamo più stanchi del normale e ci viene più difficile realizzare le attività quotidiane. Se vi succede in modo particolare, è possibile che dobbiate rafforzare il vostro fegato grazie ad alcuni rimedi naturali o succhi verdi. Scopritene alcuni cliccando qui.

Immagine per gentile concessione di neuroticcamel, elle_ann

Guarda anche