I migliori rimedi naturali contro l’insonnia

· 6 novembre 2018
Oltre ai rimedi di cui vi parliamo in questo articolo, per combattere l'insonnia è necessario "stancarsi" prima di sera, perciò vi consigliamo di praticare attività fisica e di evitare i riposini pomeridiani.

L’insonnia non è mai la benvenuta per via dei suoi effetti negativi. Le cause possono essere diverse: oggi vedremo le più comuni.

Ad esempio, uno stile di vita frenetico è causa di insonnia. Una routine molto impegnata, che non prevede abitudini salutari quali un’alimentazione equilibrata o l’attività fisica, ha un impatto negativo sul riposo notturno.

L’accumulo di stress o anche le preoccupazioni da cui non si può scappare hanno un effetto negativo che condiziona la qualità del sonno.

Inoltre, disturbi quali ansia o depressione possono compromettere il riposo.

L’insonnia può manifestarsi come risposta naturale dell’organismo. Quando una persona modifica i suoi orari in maniera improvvisa o risente del cambio di stagione, è facile che il suo bioritmo ne risenta.

A seguire vi presentiamo una serie di alternative naturali, semplici ed economiche, per contrastare l’insonnia. Gli ingredienti sono facilmente reperibili in qualsiasi supermercato.

1. Tè

Infuso di tè verde

  • Il tiglio è uno degli ingredienti più utilizzati per trattare l’insonnia per via delle sue proprietà calmanti e rilassanti. Questa pianta consente di conciliare il sonno, così da non passare le notti in bianco. Ha un effetto rilassante sui muscoli.
  • Un’altra opzione è la valeriana. Anche questa pianta vanta proprietà rilassanti ed aiuta a combattere l’insonnia.

Vi consigliamo di leggere anche: Insonnia: cosa fare se vi svegliate nel cuore della notte?

2. Latte

Tazza di latte

Il latte caldo è un tradizionale rimedio casalingo per trattare l’insonnia. Grazie all’apporto di melatonina, aiuta a conciliare il sonno. Tuttavia, non bisogna esagerare con il consumo di latte.

I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) hanno dimostrato che gli alimenti ricchi di proteine, come il latte, ostacolano il passaggio del triptofano al cervello, perciò si fa fatica ad addormentarsi. Per ottimizzare gli effetti del latte, potete aggiungere del miele.

 3. Aromaterapia

Donna seduta in ufficio

Gli aromi e i profumi di determinati oli essenziali possono avere un effetto calmante sul cervello. Le fragranze più utilizzate in questo senso sono quelle che rievocano il profumo di rosa, arancia, limone e lavanda.

Potete usate anche candele o oli essenziali di mandarino o verbena per trattare l’insonnia. Vi consigliamo di cominciare la terapia venti minuti prima di andare a letto.

Volete saperne di più? Leggete anche: Infuso di mandarino per combattere l’insonnia

Altre considerazioni contro l’insonnia

Esistono altre piccole abitudini che potete includere nella vostra routine quotidiana per porre fine al problema dell’insonnia.

I risultati non saranno immediati, ma la costanza vi premierà e a lungo andare noterete un miglioramento significativo nella qualità del vostro riposo notturno.

  • Uno dei consigli che vogliamo darvi è quello di eliminare il riposino quotidiano. In questo modo, quando arriva la sera, il vostro corpo sarà sufficientemente stanco e riuscirà a conciliare il sonno più facilmente.
  • Tenete lontano qualsiasi apparecchio elettronico perché stimola la vostra attività cerebrale. Finché tenete acceso il televisore, usate il cellulare o il tablet, sarà difficile che riusciate ad addormentarvi. Le luci, soprattutto quelle più chiare, stimolano il cervello, tenendolo attivo e impedendogli di rilassarsi.
  • Evitate anche di consultare social network e siti di informazione, perché potrebbero trattare temi delicati che alterano il vostro equilibrio emotivo, quindi la qualità del vostro riposo.

Cambiate le vostre abitudini!

  • Fate attività fisica regolarmente. Il vostro corpo consumerà energia e si stancherà progressivamente. Se sommate questo effetto al carico di lavoro, sarete stanchi a sufficienza da tenere lontana l’insonnia dalla vostra vita.
  • Evitate il consumo di caffeina. Il caffè è una bevanda eccitante che vi aiuta a mantenervi attivi e lucidi durante il giorno, ma è sconsigliata nelle ore che precedono il riposo notturno.
  • Anche il cioccolato ha proprietà stimolanti, quindi evitate di mangiarlo la sera. Il consumo di zucchero comporta degli stimoli per il cervello, che quindi si vede obbligato a rimanere attivo.
  • Lo stesso vale per le bevande alcoliche, in quanto alterano i valori normali dell’organismo e impediscono di riposare profondamente.

Cercate di seguire queste abitudini nella vita di tutti i giorni. Probabilmente non noterete subito grandi risultati, ma a lungo andare il vostro corpo ne trarrà beneficio e si abituerà a conciliare il sonno facilmente.

Tuttavia, se il problema dell’insonnia dovesse persistere, vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico in modo da approfondire le cause che lo scatenano.

Guarda anche