Come semplificare la casa con uno stile minimalista

7 Maggio 2019
Lo stile minimalista non è né monotono né noioso. Al contrario, offre semplicità, eleganza, funzionalità e ordine. Prendete nota di questi consigli e otterrete uno stile minimalista nella vostra casa.

Nelle nostre case sono presenti molti oggetti che non sappiamo come sistemare e che ci impediscono di preservare l’ordine. Così, le stanze finiscono per essere un agglomerato caotico di oggetti sparsi ovunque. L’opposto di questa condizione è lo stile minimalista.

Questo stile, infatti, cerca di decorare con il minor numero possibile di elementi. In questo modo, la decorazione guadagna in funzionalità, spazio e ordine.

Il suo scopo è quello di eliminare ogni saturazione, in modo che l’ideale (anche in relazione al mobile) siano solo gli elementi basilari.

Per questo motivo, nello stile minimalista si valorizzano principalmente lo spazio e gli elementi architettonici.

Semplificare gli spazi con lo stile minimalista

1. Selezionare gli oggetti

Selezionate e tenete solo gli oggetti fondamentali. Siete sicuri che tutti quelli presenti nelle vostre case siano indispensabili? Spesso tendiamo ad accumulare cianfrusaglie: scegliete quelli da tenere e regalate quelli che non vi servono.

In questo senso, seguendo le premesse dello stile minimalista, dobbiamo chiederci il perché vogliamo conservare un certo oggetto. Infatti, in questo stile tutto deve avere una funzionalità. Così che, non si dovrebbe essere troppo permissivi o sentimentali riguardo agli oggetti. Meno è meglio.

2. Una cosa entra e un’altra esce

Soggiorno con pareti bianche
L’arredamento minimalista cura la luce offrendo la sensazione di maggiore spazio.

Se ci pensiamo, è l’unico modo per mantenere lo stile minimalista e non finire per accumulare nuovamente oggetti inutili. In questo modo, quando compriamo qualcosa di nuovo, dovremo sostituirlo con qualcosa che avevamo già in casa.

Per questo motivo, quando acquistiamo o otteniamo qualcosa di nuovo per la casa, dovremo decidere se includerlo nella decorazione o nell’arredamento o, al contrario, se è meglio non usarlo.

3. Stile minimalista: non mettere niente sui tavoli

Un altro modo per semplificare la propria casa per uno stile minimalista è quello di mantenere sgombre le superfici dei tavoli. Infatti, spesso tendiamo ad appesantire con fiori, ornamenti, tovaglie, ecc. Secondo questo stile, dobbiamo tenerli liberi per un maggiore senso di semplicità, funzionalità e ordine.

4. Forme geometriche semplici

Quando si tratta di scegliere i mobili e gli oggetti decorativi, è meglio optare sempre per forme semplici e linee rette. Pertanto, dimentichiamoci i mobili multiformi con abbondanti angoli o che sono troppo decorati.

Vi raccomandiamo di leggere: Consigli per arredare i corridoi di casa

5. Minimalismo anche nelle pareti

Parete con quadri
Le pareti non devono essere appesantite con troppi elementi piccoli e di scarsa qualità.

Lo stile minimalista non si riduce solo ai mobili e agli ornamenti. Al contrario, deve essere rispettato anche quando si tratta delle pareti. Per questo motivo, dobbiamo evitare di sovraccaricarle con molti quadri, specialmente sui mobili.

È possibile includere alcuni quadri, anche se dovrebbero essere semplici e conformi al resto della decorazione, senza appesantire troppo.

D’altra parte, è possibile scegliere di utilizzare gli specchi per decorare le pareti. Daranno allo spazio una maggiore profondità.

6. Stile minimalista: l’importanza dell’illuminazione

Uno degli elementi più importanti nella decorazione è l’illuminazione.

Per questo motivo, lo stile minimalista evita ombre e spazi scuri e predilige ambienti con molta luce. Più ce n’è meglio è.

Si dovrebbero evitare tende pesanti e opache che non lasciano filtrare la luce esterna. È meglio utilizzare tende in grado di diffondere la luce.

Inoltre, è fondamentale studiare una stanza prima di scegliere i punti di luce da inserire. L’obiettivo è quello di evitare di posizionare nella stanza lampadine inutili.

Pertanto, studiando bene l’ambiente, potremo scegliere i punti giusti in cui è necessario includere una lampada ed evitare l’esistenza di impianti inutili.

Vi raccomandiamo di leggere: 5 lampade decorative dal design originale

7. Scegliere mobili minimalisti

Come suggerisce il nome, questo stile d’interni predilige mobili sobri. Tuttavia, questo non significa che debbano essere piatti o noiosi. Al contrario, dobbiamo scegliere mobili semplici e, soprattutto, eleganti nella loro semplicità.

Poiché il minimalismo vale anche per i mobili, è meglio scegliere mobili con diverse funzionalità. In questo modo, saremo in grado di accumulare meno in casa. Inoltre, è molto meglio optare per mobili bassi e larghi, scartando l’idea di mobili enormi e alti, che occupano troppo spazio.

8. Bianco e nero, con un tocco di colore

Soggiorno con decorazione minimalista
In spazi monocromatici, si possono inserire alcuni elementi colorati che attirano l’attenzione.

I colori che regnano nello stile minimalista sono il bianco e il nero. In particolare, il bianco è in grado di dare la sensazione di maggiore spazio, motivo per cui predomina in questo stile.

Il nero, invece, offre il contrasto ideale per una semplicità ed eleganza superiori.

Tuttavia, sono necessarie anche le sfumature di colore. Infatti, è molto meglio che siano date dagli oggetti.

Mentre le pareti e i mobili possono essere principalmente bianchi e neri, una pianta con grandi foglie verdi può dare il tocco perfetto, così come altri elementi che apportano un colore diverso.