Cosa significa essere un “bambino cristallo”?

· 29 giugno 2018
"Indaco" o "cristallo" non sono etichette. Questi aggettivi si riferiscono a bambini con diversi livelli di coscienza e abilità straordinarie. Tuttavia, cosa significa esattamente essere un "bambino cristallo"?

I bambini cristallo fanno parte di una generazione che promette di cambiare il mondo attraverso l’amore, la pace e l’armonia. In questo articolo vi mostriamo come identificare un bambino cristallo. Forse ne avete uno a casa.

I bambini del terzo millennio

I bambini del 21 ° secolo.
Si dice che i bambini siano la pietra angolare per la trasformazione del mondo. Da anni esiste una teoria secondo la quale l’umanità migliorerà poco a poco attraverso l’alterazione genetica di una o più generazioni. I suoi seguaci hanno una certa tendenza spirituale.

Secondo questa teoria, i bambini sono classificati secondo i loro schemi psicologici e comportamenti insoliti. Alcuni dicono che la prima generazione di bambini spirituali arrivò sulla terra negli anni ’50 o ’60. Tuttavia, i loro tentativi di migliorare il mondo non sono stati presi in considerazione.

Di conseguenza, dagli anni ’70 fino ai primi anni ’90, arrivò un’altra generazione, nota come i bambini indaco. D’altra parte, i bambini indaco, dal carattere più agguerrito, sono noti come coloro che “rovesciano il potere”. Questa nuova generazione di bambini ha la missione di combattere le azioni e gli atteggiamenti che non provengono dall’amore.

I bambini indaco cercano di ristabilire il rispetto per i valori umani e l’onestà. Tuttavia, in periodi più recenti sono “apparsi” bambini di diversa natura: i bambini cristallo. Il primo a identificare questa generazione di bambini fu Steve Rother, nell’anno 1999.

Già nel 2002, Rother pubblicò ufficialmente le sue scoperte in un capitolo del suo libro Re-cuerda. Un manuale per l’evoluzione umana. Da allora, sono state condotte ricerche per definire con precisione i loro attributi e le loro caratteristiche.

Chi sono i bambini cristallo?
Neonato sorridente è un bambino cristallo

I bambini cristallo sono esseri pacifici che cercano la verità e l’equilibrio tra l’intuitivo e l’irrazionale. A differenza dei bambini indaco, che porteranno l’umanità a concentrarsi sul benessere umano attraverso il cambiamento, il bambino cristallo ha come missione la guarigione.

In effetti, il bambino cristallo di solito è molto bello, con un’aura pura e luminosa, con occhi grandi e molto espressivi. Sono bambini con due attributi molto particolari: hanno potenti abilità che tendono ad essere percepite come magiche e hanno una straordinaria sensibilità all’energia con vibrazioni più basse.

Cosa significa “bambino cristallo”?

“Indaco” o “cristallo” non sono etichette. Si riferiscono a diversi livelli di espansione della coscienza. Questa generazione di bambini è associata alla vibrazione del cristallo, un’energia presente in tutti gli esseri viventi.

La frequenza vibratoria del cristallo è una delle forme più pure che la materia può manifestare. In effetti, l’energia cristallina manifesta l’esatto equilibrio tra le polarità energetiche (maschio-femmina, pensare-sentire emozioni). Quindi, questo tipo di energia è quella che vibra in un modo particolare nei bambini cristallo.

Quali sono le caratteristiche dei bambini cristallo?
Bambina con cuore di carta

Questa generazione di bambini è calma, guaritrice, conciliante, pacifica, amorevole e compassionevole. Nel libro “Bambini Indaco e cristallo. Domande e risposte”, l’autore sottolinea che i genitori di questa generazione di piccoli li definiscono come piccoli angeli.

Questo perché hanno un temperamento equilibrato; ad esempio, amano portare pace, baci e abbracci, anche prima che imparino a parlare. Inoltre, sono molto discreti. Solitamente non si distinguono e preferiscono passare inosservati, nonostante attirino l’attenzione delle persone sensibili.

All’interno della medicina tradizionale, il bambino cristallo è solitamente associato a certi disturbi dello sviluppo; per esempio: alla sindrome da deficit di attenzione con o senza iperattività, Asperger o disturbi all’interno dello spettro autistico. Tuttavia, la prognosi non ha nulla a che fare con le cause del suo comportamento; semplicemente, questi bambini hanno uno scopo di vita più importante.

Attributi

Nell’articolo “Il risveglio dei bambini cristallo”, Steve Rother identifica ampiamente le principali caratteristiche di questi bambini con l’obiettivo di offrirne una migliore descrizione.

Ad esempio, il bambino cristallo ha abilità psicocinetiche, ipersensibilità vibrazionale, connessione con la terra. Inoltre, sente empatia emotiva, allergia alla paura, tra le altre caratteristiche.

Conclusioni

La teoria dei bambini del terzo millennio non ha ancora prove scientifiche. In effetti, gli specialisti sostengono che queste qualità e attributi possano essere applicati a qualsiasi bambino, ovunque e in qualsiasi momento. D’altra parte, dobbiamo ricordare che ogni bambino e ogni persona è diversa e irripetibile.

Essere un bambino cristallo o indaco è semplicemente un modo di descrivere le caratteristiche psicoenergetiche. L’obiettivo di questa classificazione è capire questi bambini, ma soprattutto il loro messaggio.

Guarda anche