Crisi di mezza età: come affrontarla?

Affrontare i cambiamenti da una prospettiva positiva e concentrarsi su quanto è stato raggiunto finora può aiutarci a vedere la crisi dei 40 anni in un modo molto più felice

È solo un cambiamento di prospettiva, ma come possiamo affrontare la crisi di mezza età? Comprenderlo ci aiuterà a vivere pienamente questa fase della vita e a contrastare la depressione e l’ansia prodotta dal passare del tempo.

Cos’è la crisi di mezza età?

A 40 anni le donne si avvicinano alla menopausa, con cambiamenti fisici e psicologici. È uno stadio in cui non sono giovani né vecchie, ma hanno paura di invecchiare.

Negli uomini appaiono i capelli grigi e con essi l’ansia e la paura.

In entrambi i casi, avviene spesso una valutazione di quanto fatto fino a quel momento e di quello che resta da risolvere. È un fatto evolutivo, legato all’età e ai cambiamenti biologici.

L’ambiente esercita anche la sua influenza: le pressioni sociali e familiari hanno il loro peso, generano insicurezza e domande. Può diventare, dunque, un periodo di perdita e ricerca.

Leggete anche: I pensieri che ci limitano

Momento di riflessione

Donna di mezza età

Di solito iniziano conflitti di identità, crisi familiari, coniugali o lavorative. È un momento di riflessione durante il quale si prendono decisioni che portano verso un cambiamento vitale.

Chi ha raggiunto gli obiettivi prefissati affronterà la crisi di mezza età in modo migliore. Chi si abbandona alla routine è insicuro o non ha obiettivi chiari e ha maggiori probabilità di soffrire di depressione. Succede lo stesso anche a chi ha un partner con cui sono in conflitto.

Cambiamenti radicali

La crisi di mezza età porta molte persone a realizzare diversi cambiamenti radicali:

  • Gli uomini optano per impianti di capelli o indossano parrucchini. Le donne cambiano il colore dei capelli e l’acconciatura.
  • Possono ascoltare musica a tutto volume, andare in discoteche alla moda, praticare sport estremi dei quali prima non erano fanatici, etc.
  • Comprano oggetti elettronici di ultima generazione o minigonne molto corte e scollature molto pronunciate.

Nelle donne, la vicinanza della menopausa provoca vampate, capelli e pelle secchi. Affrontano l’idea che non avranno più figli e il loro appetito sessuale spesso diminuiscce.

Mostrano riluttanza verso diversi aspetti della loro vita, sono malinconiche e fantasticano sulle avventure.

Negli uomini, c’è una mancanza di interesse verso il nucleo familiare. Comprano automobili, rinunciano al lavoro, sono infelici… In alcuni casi aumentano il consumo di alcolici per raggiungere un senso di felicità effimero.

Saggezza e mente positiva

Donna con braccia aperte

La menopausa può essere il momento di ripensare alla vita con saggezza, spontaneità e mente positiva. In poche parole, si tratta di cercare un nuovo progetto che motivi ad andare avanti.

Ogni fase della vita ha una sua realtà, che può essere soddisfatta pienamente e con gioia.

In una società che idealizza la gioventù invecchiare con dignità non è un risultato che tutti possono raggiungere. Ci riusciranno coloro che vedono nella crisi di mezza età un’opportunità per rinnovare i propri spiriti e muoversi verso una vita piena, indipendentemente dai loro anni.

Come affrontare la crisi di mezza età

La prima cosa è chiarire il panorama. Se si ha paura del futuro, di invecchiare, fallire, si cerca un colpevole per quello che accade o se non è la vita che si è sognata.

Con le risposte si potrà organizzare il futuro, l’importante è non prendere decisioni dettate dallo sconforto, senza meditarle.

La crisi di mezza età fa parte di un normale processo che non bisogna attraversare da soli. La famiglia, la coppia, gli amici possono aiutare ad affrontarla per quello che è: un altro palcoscenico, proprio come l’adolescenza.

Si può anche ricorrere all’aiuto di un professionista.

Vi consigliamo di leggere: Il bello di essere donna dopo i 40 anni

Un nuovo inizio

Donna che corre

Un modo per contrastare la crisi di mezza età è stabilire nuovi obiettivi. Sono sfide e obiettivi che vi aiuteranno a capire dove volete trovarvi nel prossimo futuro.

I 40 anni non sono la fine di una vita, ma un nuovo inizio che vi permetterà di vivere come o più felicemente di prima.

La crisi di mezza età può distruggere relazioni e famiglie, far sprofondare nella depressione o, al contrario, rafforzare l’essere umano. La differenza risiede nel modo in cui viene affrontato il processo.

Mente positiva

Pensare positivo, ridere di capelli grigi, calvizie o zampe di gallina sono valide opzioni. Il modo in cui si affronta la crisi di mezza età dipenderà dalla capacità di non prendere decisioni dettate dallo sconforto, ma da una mente positiva.

Stabilite nuovi obiettivi senza perdere il piacere del risultato o del quotidiano.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche