Trucchi per dare un sapore squisito alla verdura

30 dicembre 2017
Con l'aggiunta di spezie o condimenti differenti nella preparazione della verdura, possiamo esaltarne il sapore e renderli più appetitosi e deliziosi

Cucinare non è mai stato qualcosa che può essere definito un compito semplice.

Inoltre, riuscire a bilanciare tutti gli alimenti per accontentare il gusto di ogni membro della famiglia è una sfida, in particolare se all’equazione aggiungiamo la verdura.

Ricordiamo che il modo in cui il corpo umano assimila il piacere è legato al sapore che hanno i cibi. A conti fatti, una misura ingiusta.

Il sapore che hanno gli alimenti è ciò che dà quella sensazione di piacere quando si mangia.

Con le verdure la questione è un po’ diversa. Fin da quando eravamo bambini forse il rifiuto per questo gruppo di alimenti è andato crescendo per via dell’associazione tra quello che la mamma ci dava da mangiare e ciò che la nostra bocca indicava rispettivamente al gusto.

Tuttavia, oggi la cucina è più una questione di praticità che di dedizione.

In base al tempo che abbiamo per dedicarci a cucinare e agli svariati ed eloquenti modi in cui ci ha formati la nostra cultura, possiamo dare sapore alla verdura e ottenere in questo modo delle sensazioni gustative davvero piacevoli.

Ecco un elenco di trucchi, ideali per poterne approfittare quando dobbiamo cucinare.

Trovare la formula migliore e più semplice da applicare nelle preparazioni non deve essere qualcosa che ci faccia perdere tempo e che ci costi fatica. Scoprite come e divertitevi.

Trucchi per dare sapore alle verdure

Vegetali

Salato, dolce, amaro, piccante: tutto è possibile

Chiunque può confermarvi che le verdure sono molto nutrienti per la salute.

Ma questo ci porta ad un’altra domanda: perché sembra così difficile consumarle se fanno così bene? Probabilmente ha qualcosa a che fare con il sapore che lasciano in bocca.

Scoprite qui di seguito questa serie di piccoli trucchi, cambiamenti utili affinché tanto voi quanto coloro che assaggeranno le vostre nuove creazioni possano godere del delizioso sapore delle verdure.

Si consiglia di leggere: 5 frullati agli spinaci che aiutano a dimagrire

Dolce

Anche se può sembrare discutibile, la maggior parte delle verdure hanno un contenuto significativo di zucchero distribuito in percentuale in base alla tipologia.

In altre parole, il ravanello e il cavolo sono entrambi verdure, ma non hanno la stessa quantità di zucchero, e variano a seconda di come li si prepara.

Ora, i metodi di cottura a secco, come alla griglia o la frittura, possono contrastare qualsiasi amarezza propria dei vegetali caramellizzando i loro zuccheri e intensificandone il loro sapore.

Se le verdure sono ricoperte da uno strato di olio, avviene ciò che è noto come “reazione di Maillard“.

L’olio caldo fa evaporare rapidamente l’umidità dalla superficie. Come risultato otteniamo verdure più morbide e con una parte esterna spettacolare.

Inoltre, il sapore è una prelibatezza tra il dolce e sano, oltre al fatto di essere un accompagnamento ideale per altri ingredienti.

Salato

mano versa sale

Qui entriamo in un campo afflitto da una soggettività proliferante. La salatura dei piatti tende a dipendere dal tipo di cultura da cui si proviene.

Per esempio, in India è comune l’uso di condimenti molto carichi (curry, aglio, scalogno, salsa di soia, peperoncino piccante) per dare un sapore caratteristico.

Tuttavia, se siete il tipo di persone che amano la tendenza verso il sale, relativamente alle verdure dovete sapere come utilizzarlo:

  • Con funghi, coriandolo, aglio o cipolla, bisogna essere cauti con l’uso di sale. Questi ingredienti sprigionano abbastanza sapore, quindi un eccesso di sale sarebbe controproducente.
  • Tuttavia per accompagnamento e cibi più dolci, quali zucchine o manioca, l’uso del sale è assolutamente consigliato.

Dovete provare e valutare se abbiamo ragione o meno.

Amaro

I sapori amari, per quanto sorprendente vi possa sembrare, vi saranno più utili di quanto possiate immaginare. Grazie agli elementi propri del carattere amaro, contrastano con i sapori dolci.

La menta agrodolce combinata con i piselli e le patate, oppure il prezzemolo nelle insalate con salse dolci, sono esempi evidenti.

Il cumino, per esempio, è perfetto per accompagnare le carote al forno.

Piccante

Peperoncino piccante

Rispetto a questo trucco, si deve tenere bene a mente che l’uso sproporzionato di elementi piccanti negli alimenti tende ad essere controproducente per la salute.

Anche se è giusto sottolineare che, se avete la possibilità di sperimentarne l’uso con frequenza, il tocco piccante farà risaltare i piatti per il suo sapore potente ed esotico.

L’esempio più noto di vegetale piccante è il peperoncino. Questo piccolo ingrediente produce nelle papille gustative una marcata sensibilità e reazione.

Accompagnato da altre verdure darà ai vostri pasti uno squisito piacere di sensazioni.

Vedere anche: Il peperoncino: un miracolo contro il cancro

Acido

Di per sé, il gusto delle verdure difficilmente contiene acidità al gusto del palato umano.

Tuttavia sappiamo che in cucina tutto si può fare. Se si desidera aggiungere un tocco acido al modo di preparare le verdure, il limone (che è un frutto) sarà il vostro migliore alleato.

Che si tratti di aggiungere succo di limone o semplicemente una spruzzata, il risultato si farà sempre sentire.

È più comune trovare questo trucco acido nelle insalate, e quasi sempre in base al gusto di ogni palato. Così come con olio d’oliva, l’aceto o la senape, l’acidità è una questione puramente soggettiva.

Non dimenticate che cucinare è un’arte caratterizzata da libertà, creatività, amore e dedizione.

Se si decide di optare per le combinazioni più audaci tra verdure e altri tipi di cibo, è possibile farlo.

Guarda anche