Scoprite 8 spezie con cui sostituire il sale

· 6 Novembre 2017
Poiché gli alimenti che consumiamo giornalmente contengono già abbastanza sale, per evitare di aggiungerne altro senza sacrificarne il sapore, possiamo ricorrere a diverse spezie che ci offriranno anche numerosi benefici 

Vi piacciono i cibi saporiti? Tendete ad aggiungere molto sale ai vostri piatti? Il sale è l’ideale per esaltare i sapori, ma l’eccesso causa danni anche seri al nostro corpo. Pertanto, vi suggeriamo di imparare a sostituire il sale con delle saporite alternative.

Perché sostituire il sale?

Il sale è uno degli ingredienti che siamo abituati ad includere nelle nostre preparazioni, poiché è ideale per esaltare il sapore degli alimenti.

È una fonte di minerali che, in minime dosi, aiuta l’organismo ad equilibrare i livelli di elettroliti e che favorisce altri processi importanti per la salute.

Il problema è che siamo soliti ingerirlo in quantità eccessive e, sottovalutandone gli effetti negativi, lo aggiungiamo a quasi tutti i nostri piatti.

Sebbene all’inizio possa sembrare inoffensivo, con il tempo causa problemi infiammatori, cardiovascolari e renali. In seguito a ciò, è fondamentale limitarne l’ingestione giornaliera.

Pertanto, possiamo ridurre il consumo degli alimenti che lo contengono e cucinare con altre spezie. Nel seguente spazio vi presentiamo le 8 migliori spezie con cui sostituire il sale.

Spezie con cui sostituire il sale

1. Aglio

tagliere con aglio tritato e coltello

L’aglio è una spezia ricca di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti che, una volta assimilate nell’organismo, aiutano a prevenire un’ampia varietà di malattie.

A differenza del sale, è un ingrediente dalle proprietà antinfiammatorie e diuretiche i cui effetti riducono la ritenzione idrica e i problemi cardiovascolari 

L’aspetto migliore è che il suo delizioso sapore è perfetto per esaltare alimenti come:

  • Carni rosse e bianche.
  • Pesce e frutti di mare.
  • Stufati e zuppe.

Volete saperne di più? Leggete anche: I benefici dell’aglio nero

2. Cipolla in polvere

Con proprietà simili a quelle dell’aglio, oltre ad additivi naturali come l’allicina, la cipolla in polvere è un’altra grande alternativa per ridurre il consumo di sale.

Sebbene in polvere la cipolla perda alcune sue proprietà, i suoi nutrienti la rendono una grande opzione per dare sapore alle ricette.

Ad esempio, potete aggiungere la cipolla in polvere a:

  • Carni e pesci.
  • Zuppe e stufati.
  • Risotti.
  • Verdure saltate.
  • Insalate.

3. Pepe nero

Pepe nero in polvere e in grani

Il pepe nero è una spezia dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che proteggono i tessuti dagli effetti negativi dei radicali liberi.  

Le sue proprietà proteggono l’organismo dall’ipertensione e, di conseguenza, migliorano le funzioni dei reni stimolando l’eliminazione dei liquidi.  

Il suo delizioso sapore si sposa bene con alimenti come:

  • Carni e pesci.
  • Stufati, salse e condimenti.
  • Ricette con verdure.
  • Pasta.

4. Origano

Noto per le sue proprietà medicinali, l’origano è un alimento delizioso che può sostituire il sale in diverse preparazioni.

Offre vitamine, minerali e oli essenziali che gli conferiscono proprietà antisettiche, antimicotiche e antinfiammatorie.

Il suo consumo regolare migliora l’attività del sistema immunitario e riduce il rischio di problemi respiratori.

Traetene beneficio aggiungendolo ad alimenti come ad esempio:

  • Carni bianche e rosse.
  • Pesci e frutti di mare.
  • Pizza e ricette col formaggio.
  • Stufati.
  • Frullati di frutta e verdure.
  • Insalate.
  • Risotti.
  • Salse.

5. Sostituire i sale con il cumino

Cumino in cucchiaio di legno

Un po’ di cumino nei piatti può dare un sapore molto interessante quando si vuole limitare il consumo di sale raffinato.

Questo ingrediente contiene sostanze antiossidanti che riducono gli effetti negativi dei radicali liberi.

Il suo consumo frequente regola i livelli di colesterolo e riduce inoltre il rischio di gravi problemi cardiovascolari.

Potete aggiungere questa spezia a piatti come:

  • Carne e pesce.
  • Zuppe e stufati.
  • Risotti.
  • Legumi.

Leggete anche: 7 spezie che accelerano il metabolismo  

6. Anice

L’anice ha un sapore particolare, ideale per la preparazione di ricette a base di carne e verdure. Le molteplici proprietà nutrizionali di questo ingrediente migliorano anche la digestione degli alimenti.

7. Zenzero

Zenzero in polvere e radice di zenzero

Noto soprattutto per le sue proprietà antinfiammatorie, digestive e antiossidanti, lo zenzero è un’altra proposta interessante per ridurre l’ingestione di sale.

Contiene elevate concentrazioni di una sostanza chiamata gingerolo che, oltre al suo particolare sapore piccante, gli conferisce i suoi principali benefici medicinali.

Potete aggiungerlo, ad esempio, a:

  • Pane e biscotti.
  • Frullati di frutta e verdura.
  • Insalate.
  • Stufati e zuppe.

8. Sostituire il sale con la curcuma

La curcuma è una spezia molto usata in cucina, non solo per il suo particolare sapore, ma anche per il colore aranciato che dona ai piatti.

Questa spezia, che concentra grandi quantità di antiossidanti, è un’ottima opzione anche per insaporire i cibi senza aggiungere il sale.

Le sue proprietà antinfiammatorie, digestive e antibatteriche migliorano la salute e proteggono le cellule dai diversi agenti che causano malattie.

Usate la curcuma per sostituire il sale in piatti come:

  • Zuppe e stufati.
  • Risotti.
  • Legumi.
  • Insalate di verdure.
  • Salse e condimenti.

Conclusione

Preparate tutti i vostri piatti con il sale? Perché non cambiare? Potete scegliere le spezie citate per sostituirlo, scoprendo come donare interessanti sapori alle vostre ricette senza nuocere alla vostra salute.

Anche se non possiamo eliminare del tutto questo ingrediente dalla dieta, evitarlo al massimo è determinante per prevenirne gli effetti negativi.

  • Sánchez, G., Peña, L., Varea, S., Mogrovejo, P., Goetschel, M. L., Montero-Campos, M. de los Á., … Blanco-Metzler, A. (2012). Conocimientos, percepciones y comportamientos relacionados con el consumo de sal, la salud y el etiquetado nutricional en Argentina, Costa Rica y Ecuador. Revista Panamericana de Salud Pública. https://doi.org/10.1590/S1020-49892012001000003
  • Ramón Soto, J. (2018). TRATAMIENTO NO FARMACOLÓGICO DE LA HIPERTENSIÓN ARTERIAL. Revista Médica Clínica Las Condes. https://doi.org/10.1016/j.rmclc.2018.01.001
  • He FJ, Campbell NRC, M. G., & . (2012). Reducción del consumo de sal para prevenir la hipertensión y las enfermedades cardiovasculares. Rev Panam Salud Publica.