Depressione atipica: i sintomi del disturbo più difficile da diagnosticare

· 24 giugno 2017
Il principale problema della depressione atipica è che chi ne soffre non ne è cosciente. Si sente stanco e sono molte le cose che lo fanno stare male anche se non è capace di identificarle. 

La depressione atipica è un sottotipo di depressione. Non è semplice da diagnosticare, perché la sua sintomatologia è relazionata a condizioni che possono essere confuse con altre problematiche, come ad esempio semplice stanchezza, stress e persino malattie metaboliche.

Quando parliamo di questo disturbo dello stato d’animo, non possiamo dimenticare che le persone non sempre sono del tutto coscienti di ciò che sta capitando loro.

I medici di famiglia sono, senza dubbio, i primi a dover prestare attenzione a questa sintomatologia che, a volte, viene camuffata da un aumento di peso e dalla sonnolenza.

Non è semplice. Parlare di depressione atipica significa parlare di una malattia di cui, al giorno d’oggi, possono soffrire molte persone senza saperlo.

Oggi vogliamo parlarvi di tale condizione e mettere in evidenza le caratteristiche che devono attivare un campanello d’allarme. 

La depressione atipica: quando il corpo soffre perché l’anima piange

I medici dispongono di un protocollo di base per identificare un quadro depressivo. Pensieri negativi ricorrenti, senso di indifesa, insonnia e istinti suicidi sono tra i sintomi più comuni.

Da ciò si parte per effettuare una diagnosi e stabilire il tipo di patologia e il trattamento farmacologico da seguire.

Tuttavia, quando parliamo di depressione atipica, la malattia non risulta chiara finché la persona non mostra tendenze suicide, un campanello d’allarme che spinge il paziente ed i familiari a chiedere aiuto.

Ebbene, prima di arrivare a tale stadio, però, la persona avverte cambiamenti che influiscono negativamente sulla sua qualità di vita.

Vediamo adesso le caratteristiche fondamentali di tale patologia.

Scoprite: 4 tecniche per contrastare l’ansia

Sintomi fisici che si confondono con altre condizioni mediche

Le persone che soffrono di depressione atipica aumentano di peso senza comprenderne il motivo. Non si ha solo più fame o ansia del solito: il metabolismo cambia e si presenta una tendenza smisurata ad accumulare grassi.

  • Altro sintomo abituale è la stanchezza e il dolore fisico soprattutto a braccia e gambe: li si nota pesanti, tanto che ci sono alcune ore in cui si avverte una certa difficoltà nel muoversi.
  • Tale stanchezza porta ad escludersi dalle attività sociali perché ci si sente gradualmente con poca o nessuna voglia di compierle.

Ipersonnia

Se nelle altre forme di depressione si fatica a conciliare il sonno, in quella atipica si ha un sonno estremo.

Si può dormire fino a 10 ore di fila, cosa che fa sprofondare in uno stato di stanchezza e debolezza continua e che fa vedere la realtà come un sogno del quale non ci si sente partecipi.

Ipersensibilità

Questo disturbo dello stato d’animo è collegato a cattivo umore, irritabilità e incapacità di farsi contagiare dalle emozioni positive. 

Le buone notizie, i momenti di divertimento, le risate e i festeggiamenti visti da lontano risultano fastidiosi o addirittura incomprensibili. Chi ne è affetto non può farsi “contagiare” da quelle emozioni associate alla felicità.

Come se non bastasse, è piuttosto comune avere pensieri catastrofisti. Si pensa che qualsiasi cosa andrà male, che non vale la pena reagire perché non si ha il controllo su nulla.

Leggete anche: Come combattere la tristezza in modo naturale

Periodo di grande ansia

Anche l’ansia elevata è vincolata a questo tipo di depressione.

Le persone che soffrono di depressione atipica sono coscienti del proprio stato di indifesa e ne soffrono. Per questo possono arrivare a provare avversione nei loro stessi confronti, cosa che causa ancora più ansia.

Per queste persone, è molto comune attraversare periodi di calma e sonnolenza e mesi in cui i nervi, lo stress e l’ansia attanagliano la mente, il corpo e ogni ambito della vita. Si tratta di una condizione che ha un serio impatto a livello sociale e lavorativo.

Cosa scatena la depressione atipica?

La depressione atipica danneggia uomini e donne allo stesso modo. Tuttavia, come sempre accade con questo tipo di malattie, sono le donne quelle più propense a chiedere aiuto, a gestire il momento con più facilità e a concedersi uno sfogo emotivo.

Bisogna dire che non esiste una causa unica ed esclusiva che determina la depressione atipica. Infatti si tratta di una condizione che dipende da molteplici fattori.

Leggete: Anch’io ho avuto una relazione tossica e dannosa

Vediamo nel dettaglio i possibili fattori scatenanti.

Molte volte la causa è principalmente genetica.

Se i nostri genitori hanno sofferto di questa malattia, abbiamo maggiori possibilità di soffrirne se, ad esempio, ci troviamo a dover affrontare una perdita, una separazione, un trauma, ecc. 

  • Gli esperti spiegano che di solito si sviluppa a causa della combinazione di due fattori: trauma e predisposizione genetica alla depressione.
  • Altre volte si tratta, invece, dell’accumulo di molti piccoli fattori che insieme scatenano questo stato: problemi familiari, insoddisfazione personale, stress quotidiano e le dinamiche apprese per gestire il nostro mondo emotivo.

Infine, per quanto riguarda il trattamento, come spesso avviene, è multidimensionale: farmaci, terapia psicologica e supporto sociale.

La depressione atipica compare e scompare nell’arco di due anni.

Tuttavia, è solo un sottotipo della classica depressione e, di conseguenza, ci troviamo di fronte ad una condizione grave. La famiglia in queste situazioni deve essere sempre vicina e in allerta.

Guarda anche