Difficoltà nel tuo nuovo lavoro? 5 consigli per adattarsi

Le difficoltà quando si ha un nuovo lavoro sono normali. Scopri come affrontare l'insicurezza, la paura e cosa puoi fare affinché questo adattamento sia più veloce.
Difficoltà nel tuo nuovo lavoro? 5 consigli per adattarsi

Ultimo aggiornamento: 04 ottobre, 2022

Hai un nuovo lavoro? Congratulazioni, perché questo è sempre motivo di gioia. Tuttavia, ogni cosa ha le sue luci e le sue ombre. Le difficoltà nel tuo nuovo lavoro possono apparire quando ti senti insicuro e non ti senti in grado di adattarti alle aspettative dell’azienda, per cui è bene apprendere rapidamente e integrarsi nel team.

Si tratta comunque di dubbi legittimi, perché hai appena lasciato la tua zona di comfort e devi attraversare quel periodo di adattamento che tutti abbiamo vissuto quando abbiamo un nuovo lavoro. Come ha detto sul Twitter Mario Alonso Puig, medico e autore di diversi libri, “quando lasci la tua zona di comfort, ti sentirai peggio, ma paradossalmente starai meglio” e questo è qualcosa che bisogna sempre tenere a mente.

Quali sono le difficoltà nel tuo nuovo lavoro?

Nel tuo nuovo lavoro, potrebbero apparire alcune difficoltà, ma per ogni persona saranno diverse. Per questo ti consigliamo di prendere carta e penna per fare un elenco di tutto ciò che ti preoccupa. Può essere il fatto di non fare amicizia con i colleghi, il fatto di essere troppo lenti o non essere in grado di imparare la posizione da svolgere.

La paura dell’ignoto e del nuovo è qualcosa che ci accompagna sempre. Inoltre, nel caso in cui tu abbia dovuto svolgere quel lavoro per molto tempo o, semplicemente, sei riuscito a far terminare quel colloquio con un contratto di lavoro, ti mette in una posizione di massima responsabilità affinché i tuoi superiori non rimangano delusi.

Stress da lavoro per non saper dire "no".
Non lasciare che le difficoltà del tuo nuovo lavoro offuschino la felicità per aver ottenuto la posizione.

All’inizio le difficoltà nel tuo nuovo lavoro sono normali e devi accettare, dal primo momento, che farai degli errori. Anche quelli intorno a te, quei professionisti che ammiri, sono stati nel tuo stesso posto. Fai attenzione, impara da tutti gli errori che fai e fai tante domande. Ti stai adattando, non dimenticarlo.

Suggerimenti per adattarsi al tuo nuovo lavoro

È facile consigliare tutto quanto sopra, ma è più complicato metterlo in pratica. Nonostante questo, ti offriamo alcuni consigli che ti permetteranno di superare queste difficoltà nel tuo nuovo lavoro in modo da adattarti in modo migliore. Ci siamo passati tutti, quindi parliamo della nostra esperienza. Ci auguriamo che questi consigli ti siano utili quanto lo sono per noi.

1. Ottenere quante più informazioni possibili sull’azienda

Avresti dovuto farlo prima del colloquio per conoscere l’azienda, la sua filosofia e i suoi valori, quali obiettivi che vuole raggiungere, ecc. Ma non preoccuparti se non l’hai fatto prima. Informarsi per scoprire che cosa ci aspetta fa parte del processo.

2. Non aver paura di chiedere

Un altro consiglio che ti aiuterà ad adattarti meglio al tuo lavoro è chiedere sia ai tuoi superiori che ai tuoi colleghi. A volte potresti sentirti imbarazzato per fare troppe domande. Tuttavia, questo è positivo. Gli altri ti vedranno come qualcuno che vuole imparare, fare le cose al meglio e che ha un atteggiamento proattivo che si adatta alla posizione.

3. Chiedi un feedback, se non te lo danno

Donna con contratto psicologico al lavoro.
Avvia una conversazione con i tuoi superiori e colleghi.

In alcune aziende, potrebbero non darti feedback su come vedono la tua evoluzione o su come hai affrontato i primi giorni nel tuo nuovo lavoro. Se è così, non fa male chiedere agli altri come ti vedono ed evidenziare gli aspetti in cui potresti migliorare. Questo ti darà un’idea delle cose su cosa dovresti concentrarti per continuare a dare il meglio.

4. Fai amicizia con i tuoi colleghi

Sei stato invitato a una festa di compleanno? Escono tutti a bere qualcosa dopo il lavoro? Non isolarti, anche se vedi che ci sono già dei gruppi formati e delle persone che vanno d’accordo. Tu sei il nuovo, ma andare a mangiare insieme, o uscire durante la pausa per una passeggiata sono occasioni uniche per integrarsi.

5. Non rimanere in silenzio

Nelle riunioni, restare in silenzio non è positivo, anzi è il momento di fare domande. L’azienda si è fidata di te e, affinché tu possa essere utile per loro, devi essere propositivo. Inoltre, gli altri sapranno come la pensi e questo può farti andare d’accordo con i colleghi.

Conclusioni

Le difficoltà nel tuo nuovo lavoro ci saranno sempre, ma potrai superarle nel migliore dei modi, partendo con il piede giusto grazie ai consigli di cui sopra. Speriamo di averti aiutato e che tu possa goderti questo periodo di adattamento in cui imparerai sicuramente molto e avrai esperienze molto interessanti.

Potrebbe interessarti ...
Lo stress da lavoro associato al rischio di infarto
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Lo stress da lavoro associato al rischio di infarto

Lo stress da lavoro è associato al rischio di infarto. In questo articolo vi spiegheremo tutto ciò che si sa al riguardo.



  • Havriluk, L. O. (2010). El Teletrabajo: Una opción en la era digital. Observatorio laboral revista venezolana3(5), 93-109.
  • Nusshold, P. (2019). Pensar la acción: Acerca de cómo cambiar el trabajo. El trabajo: entre el placer y el sufrimiento, Lanús, Ediciones de la UNLa, 223-251.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.