3 emozioni da evitare per essere più felici

16 dicembre 2016
Molte di queste emozioni che ci paralizzano ci vengono imposte dall'esterno. Lavorateci su per poterle individuare e neutralizzare e, così, essere più felici con voi stessi

Quante volte vi siete sentiti imprigionati in sentimenti che vi paralizzano? La quantità di emozioni che dovete evitare per essere più felici è infinita e non dovete pensare che sia colpa vostra.

In realtà, l’ambiente che ci circonda ha grande influenza sulla personalità che sviluppiamo crescendo. La nostra famiglia ci insegna determinati valori che cercheremo di rispettare durante gran parte della nostra vita. I nostri amici, inoltre, influiscono sulla nostra opinione, nel bene e nel male. 

Questo non significa che chi ci circonda abbia cattive intenzioni, semplicemente non tutto quello che ci insegnano è davvero positivo nella vita.

Analizzate quali possibili emozioni vi impediscono di essere felici. Poi, lavorateci su, per riuscire a controllarle.

1. Senso di colpa

dita-che-indicano-una-ragazza

Se volete essere felici, la prima emozione che dovete evitare è il senso di colpa. È senza dubbio una delle armi più potenti che gli altri possono usare contro di noi.

Alcune persone vi faranno sentire colpevoli quando non agite come desiderano.

Il problema è che questa emozione si ancora nel profondo della mente e del corpo e può restarvi per sempre.

Con il tempo, potrete ritrovarvi ad agire d’accordo a quanto gli altri sperano solo per il senso di colpa che vi trascinate da diversi anni.  

La buona notizia è che non siete condannati a vivere sentendo di fare meno di quello che desiderate. La prossima volta che vi sentite in colpa, cercate di individuare la radice del problema.

Vi sentite davvero in colpa perché avete fatto male qualcosa in base alla vostra scala dei valori oppure perché qualcuno vi ha detto che quello che facevate non andava bene?

Quando notate che la colpa guida le vostre decisioni e la vostra vita, fermatevi un attimo.

Esprimete il vostro amore e la vostra gratitudine alle persone che amate, ma se una di loro cerca di controllarvi tramite questa emozione, fatele capire chiaramente che non glielo permetterete.

Non si tratta di abbandonare i vostri valori, ma di agire in modo da essere felici. Pensate che il più grande errore che potete commettere è vivere la vita che desiderano gli altri, invece di scoprire la vostra personale felicità.

2. Vergogna

ragazza-che-guarda-tra-la-folla

È normale, e sano, provare vergogna quando si fa qualcosa che non rientra nei propri valori e che gli altri considerano negativo. È altrettanto normale sentirsi così quando le nostre decisioni o le nostre azioni ci portano a vivere una situazione imbarazzante.

In realtà, la vergogna può essere un meccanismo di sopravvivenza molto interessante quando permette di vedere quali stereotipi o paradigmi rompiamo.

Tuttavia, se provate sempre vergogna perché credete di essere meno di quello che dovreste essere o di essere poco coraggiosi, è un problema.

Fermatevi un momento ad analizzare la situazione. Questa vergogna vi sta bloccando? Invece di indurvi ad uscire con la persona che vi piace, vi porta a rimanere in casa perché credete di non valere nulla? Che origini ha questa sensazione?

Forse vi sentite così perché qualcuno, in passato, vi ha fatto sentire così tanta vergogna da non provare altra sensazione quando pensate ad un’azione simile.

Dovete ricordare che voi siete la vostra guida. Questo significa che l’unico momento in cui dovete provare vergogna è quando le vostre decisioni non sono consone con quanto considerate corretto.

Imparate a riconoscere quando sono gli altri a farvi provare vergogna e mettetevi un freno. Non è negativo ascoltare le opinioni altrui, ma senza perdere di vista le proprie.

3. Risentimento

donna-con-fiore-sul-petto

Il risentimento è quell’emozione che compare quando si sente di aver fatto le cose bene, ma gli altri non le apprezzano o non reagiscono come ci si aspettava.

Il problema è che questo sentimento ha origine dalle nostre aspettative. La maggior parte delle persone tende ad agire in funzione di quello che crede corretto e questo può causare loro qualche sofferenza.

È importante imparare ad allontanarsi dal risentimento. Pensate che questo sentimento si è instaurato nella vostra vita perché l’avete affrontata aspettandovi di più dagli altri o facendo di tutto per loro.

Siamo certi che odiate questa emozione, ma non sparirà per magia. Individuate la radice del vostro risentimento e cercate una soluzione.

A volte, sta tutto nel lasciare alcune cose ed andare avanti. Altre volte, forse questo non è sufficiente. In ogni caso, fate quanto ritenete necessario; dal parlare con la persona in questione fino a piangere o prendere a pugni un cuscino.

Tuttavia, l’opzione migliore per combattere il risentimento è sempre l’amore. Mettete da parte i litigi e l’odio.

Solo voi scegliete di essere felici o meno

Dopo avervi parlato di queste tre emozioni che dovete evitare per essere più felici, non vi resta che capire che siete voi gli unici a dover decidere se essere felici o infelici.

Permettere agli altri di esprimere la propria opinione non è sbagliato; in fin dei conti, un’opinione esterna non è mai di troppo.

Semplicemente non permettete che gli altri definiscano come dovete sentirvi né come dovete agire.

Guarda anche