Sensazione di vuoto allo stomaco: le possibili cause

Quando questa sgradevole sensazione di vuoto nello stomaco è accompagnata da crampi e malessere, la prima cosa da fare è rivolgersi ad uno specialista che, dopo una diagnosi accurata, sappia dare un quadro completo della situazione

Abbiamo provato tutti, almeno una volta, la caratteristica sensazione di vuoto allo stomaco che, di norma, attribuiamo ai nervi e alle emozioni forti che, spesso, si accumulano proprio lì, in quello che viene comunemente definito come il nostro secondo cervello.

Nonostante tutto, se questa sensazione compare di continuo e, in più, è accompagnata anche da spasmi e dolori, allora le cose cambiano.

Anche se è frequente che certi fattori, come lo stress, talvolta possono causarci problemi digestivi, ci sono alcune malattie specifiche che si manifestano con questa sintomatologia.

A seguire vi spieghiamo le possibili cause di questo disturbo. In ogni caso, in caso di malessere o di qualsiasi dubbio, è sempre conveniente rivolgersi ad un medico, l’unico che potrà svolgere una diagnosi completa e dirvi con sicurezza di cosa si tratta.

Un vuoto allo stomaco: a cosa è dovuto?

Innanzitutto, dobbiamo mettere in chiaro che esistono diversi tipi di mal di stomaco, tutti generalmente riconoscibili e, in genere, facilmente riconducibili a determinati fattori.

Se, ad esempio, ingeriamo un determinato cibo, e, dopo un po’, iniziamo a notare una certa pesantezza o magari un po’ di acidità, è chiaro che si tratta di un leggero problema di digestione legato all’alimento in questione.

Lo stomaco, inoltre, risente dei periodi di stress. Notiamo un certo malessere generale, perdiamo l’appetito e possiamo soffrire attacchi di dissenteria.

Scoprite anche quali sono i  nove indizi che indicano un accumulo di tossine nel fegato

Il vuoto allo stomaco associato a determinate patologie dell’apparato digerente, invece, va sempre accompagnato da un intenso bruciore. Vediamo dunque quali sono le malattie associate a questo disturbo.

intestino

Gastrite

Uno dei sintomi più comuni della gastrite è proprio quello del vuoto allo stomaco, che in questo caso si manifesta con molto frequenza.

È accompagnato da un bruciore intenso che ci provoca malessere e spossatezza, al punto di impedirci, a volte, di reggerci in piedi.

  • Questo vuoto allo stomaco si deve all’irritazione della mucosa gastrica che riveste le pareti dello stomaco, provocata in genere da un’infezione. Il batterio Helicobacter pylori ne è un esempio ed è associato ad alcuni tipi di gastrite.
  • Anche determinati alimenti molto grassi, l’alcol o certi medicinali possono provocare episodi di gastrite.
  • Oltre al vuoto allo stomaco, la gastrite può presentare anche altri sintomi, quali: febbre, tremiti, vomito, nausea, capogiri, brividi. Nei casi più gravi possono comparire tracce di sangue nelle feci o nel vomito.

In caso di gastrite, è importante rivolgersi ad un gastroenterologo, il quale, dopo aver eseguito un’accurata e approfondita diagnosi, prescriverà la cura più adatta al nostro caso. Se rivolgersi ad uno specialista alle prime avvisaglie è importante per gli adulti, lo è ancora di più quando sono i bambini ad avvertire questa sensazione di vuoto allo stomaco.

Scoprite anche quali sono i rimedi per prevenire i calcoli alla cistifellea

Ulcera peptica

Come abbiamo già detto, ci sono diversi tipi di mal di stomaco. Ve ne uno, però, che può essere facilmente identificato: se il senso di vuoto allo stomaco compare tra le due o tre ore dopo i pasti, si potrebbe trattare di ulcera peptica.

ulcera-gastrica

In questo caso l’ulcera è causata dall’acido gastrico che ha leso un’area delle pareti dello stomaco o del duodeno.

  • La sensazione di vuoto allo stomaco e di bruciore si presenta dopo i pasti oppure di notte provocando forti fitte e impedendoci di riposare in modo adeguato.
  • La causa più comune dell’ulcera peptica è, ancora una volta, il batterio Helicobacter pylori. Ma anche certi farmaci antinfiammatori, come ad esempio l’ibuprofene, possono esserne la causa.
  • Lo stress e il cibo piccante sono due fattori che aggravano ulteriormente la sintomatologia dell’ulcera.

Come alleviare la sensazione di vuoto allo stomaco

Ripetiamo ancora una volta che, in ogni caso, è necessario prima di tutto affidarsi al parere del nostro medico. Solo una volta chiarito il problema, sarà possibile stabilire una cura.

Nonostante tutto, però, esistono diversi rimedi naturali che possiamo facilmente preparare in casa e che sono in grado di darci sollievo sia nei casi di gastrite sia nei casi di ulcera.

Leggete anche: Colite ulcerosa, una malattia ancora poco conosciuta

aloe-vera

Ecco alcuni semplici esempi:

  • Bere un bicchiere d’acqua tiepida -non dev’essere mai fredda e, meno ancora, calda- con un cucchiaio di miele.
  • Bere succo naturale di carota.
  • L’assunzione di infusi di zenzero aiuta a calmare gli spasmi e i dolori.
  • Anche l’acqua di cocco è ottima in questi casi.
  • Il succo di patata è un rimedio molto antico con cui si è sempre trattata l’ulcera peptica in modo naturale: si ottiene grattugiando una patata e pressandola per estrarne il succo.
  • L’aloe vera è una delle piante più utili e benefiche per alleviare i sintomi di tali patologie. Un infuso a base di aloe al giorno può essere un ottimo toccasana per ridurre i fastidi.
  • Anche certi frutti, come la pera o la papaya, sono ottimi in caso di vuoto allo stomaco.

Non dimenticate che il modo migliore per prevenire i disturbi legati allo stomaco è, prima di tutto, curare l’alimentazione ed evitare cibi troppo grassi, così come l’abuso di farmaci. Ai primi segali di vuoto allo stomaco, consultate il vostro medico di fiducia: la vostra salute viene prima di qualsiasi altra cosa.

Guarda anche