Endometriosi: 5 aspetti per migliorare la qualità della vita

Anche se l'endometriosi è una malattia cronica, ci sono determinati fattori che ci possono aiutare ad affrontare meglio questa condizione e ad ottimizzare la nostra vita quotidiana

L’endometriosi, come sappiamo, è una malattia cronica. Oggigiorno non esiste un trattamento efficace per curare questa condizione medica che affligge buona parte della popolazione femminile.

Inoltre, non si conoscono nemmeno le cause certe che determinano questa malattia, caratterizzata da una crescita inusuale del tessuto dell’endometrio, anche fuori dalla cavità uterina.  

È senza dubbio un problema molto complesso, e le donne che lo sperimentano vedono peggiorare la qualità della loro vita. 


È un dolore silenzioso il cui impatto dipende dalla gravità delle lesioni causate dalla crescita del tessuto, che può arrivare fino all’intestino e alla vescica.

Alcune pazienti presentano casi delicati: ragazze giovani che, ad esempio, hanno bisogno di una sonda per poter urinare senza provare dolore. Altre, invece, devono sottomettersi a tutta una serie di complesse operazioni in cui la speranza di vivere senza dolore sembri non realizzarsi mai.

Il trattamento associato all’endometriosi si basa quasi sempre su interventi chirurgici e trattamenti ormonali che regolano la produzione degli estrogeni.

D’altro canto, vale la pena ricordare che, al momento di affrontare una malattia cronica, non bisogna mai optare per un’unica soluzione.

L’approccio multidimensionale è quello che combina le terapie mediche con i trattamenti naturali o anche psicologici, che possono rivelarsi di grande aiuto.

Oggi nel nostro spazio vi proponiamo, se è il vostro caso, di provare tutte quelle alternative che credete possano sopperire alle vostre necessità particolari.

Eccone 5 di seguito.

1. Migliorate la vostra dieta: alimenti che aiutano a ridurre il dolore

 Vogliamo ricordarvi, prima di tutto, che modificare le proprie abitudini alimentari non curerà l’endometriosi.

Si riuscirà, però, a ridurre l’infiammazione, a regolare la produzione di estrogeni e a rafforzare il sistema immunitario.

Prendete nota dei seguenti consigli:

  • Aumentate il consumo di fibre.
  • Riducete il consumo di grassi, ma aumentate, allo stesso tempo, quello di grassi sani come l’omega 3:
    • Salmone
    • Noci
    • Olio d’oliva
    • Avocado
    • Sardine
    • Semi di lino
    • Broccoli

Leggete anche: 10 alimenti per trattare l’ipotensione

  • Assumete prodotti biologici, perché la vostra dieta dovrà essere il più naturale possibile:   
    • Riducete il consumo di glutine
    • Sostituite i latticini con bevande naturali
  • Altri alimenti che potranno rivelarsi di grande aiuto:
    • Aglio
    • Agrumi
    • Spinaci
    • Dente di leone e finocchio
    • Aceto di mele
    • Verdure (cipolla, cetriolo, carote)
    • Quinoa
    • Papaya

2. Aumentate le dosi di vitamina D

La parte dei trattamenti per le pazienti che soffrono di endometriosi prevede farmaci volti a regolare la produzione di estrogeni.

Questo potrebbe implicare una carenza di calcio: è necessario che consultiate il vostro medico per assumere degli integratori di vitamina D.

3. Annotate i sintomi del problema

Il corpo delle donne segue un ciclo e l’endometriosi è regolare nella sua sintomatologia.

  • Per anticipare determinanti sintomi, è bene appuntare su un’agenda quello che si prova, cosa provoca dolore e cosa causa preoccupazione.
  • Poco a poco, si otterranno maggiori informazioni sulla propria malattia, e questo ha sempre i suoi vantaggi.

Leggete anche: 8 curiosità sul ciclo mestruale che forse non sapete

4. Esercizi che possono aiutare a ridurre il dolore causato dall’endometriosi

L’attività fisica è particolarmente indicata quando si soffre di endometriosi.

Tuttavia, è necessario specificare alcune cose:

  • Realizzate gli esercizi che vi fanno sentire meglio: l’obbiettivo è, innanzitutto, incrementare la produzione di endorfine. Non si tratta, pertanto, di stancarsi, ma di godere dell’attività fisica.
  • Realizzate sessioni di esercizi che non durino più di 10 minuti consecutivi; attività moderate che aiutino a rilassarsi e, allo stesso tempo, favoriscano la sudorazione.   
  • Potete camminare, ballare o nuotare: il vostro cuore deve battere in maniera adeguata per migliorare la circolazione sanguigna.
  • Realizzare attività fisica abitualmente vi aiuterà a ridurre la quantità di estrogeni prodotti dal corpo.

Scoprite anche: La carota viola: salutare e ideale per perdere peso

5. Concedetevi un riposo regolare

L’endometriosi può colpire molti ambiti della vita: quello fisico, emotivo, professionale e anche sessuale.

  • È una situazione complicata, delicata e, soprattutto, indisponente sotto molti aspetti.

Ci sono donne che si sentono incomprese, che non trovano nella famiglia e nell’ambiente lavorativo il supporto di cui hanno bisogno.

Siamo sicuri che, poco a poco, le cose miglioreranno, e che la società diverrà più sensibile a questa malattia. Nel frattempo, è fondamentale che, se soffrite di endometriosi, diate la priorità a voi stesse e vi prendiate cura del vostro corpo.

Fattori come lo stress, la stanchezza, vedere come durante alcune giornate non si riescono a svolgere tutte le attività necessaria, è faticoso. Quando vi sentite così, dovete distrarvi, riposare: regalate del tempo a voi stesse.

Dovete farlo, perché in questo modo immagazzinate energie per affrontare meglio la costante lotta contro il dolore.