Le micosi vaginali: combatterle con alcuni consigli

4 Dicembre 2015
Per evitare la proliferazione di funghi nella zona intima, è importante condurre una dieta sana ed equilibrata per evitare l'alterazione della flora vaginale, così come avere una corretta igiene

Nel corso della loro vita, la maggior parte delle donne sviluppa le micosi vaginali, malattie e dolori che possono dipendere dai cambiamenti ormonali in cui si incorre dalla pubertà alla menopausa.

Detto questo, è normale che ciò desti preoccupazione, specialmente per tutto ciò che ha a che fare con la salute intima, che risulta essere una delle più colpite.

Tra i disturbi femminili più comuni, dicevamo, ci sono le micosi vaginali. Si tratta di infezioni molto fastidiose e a volte anche dolorose, che si sviluppano a causa del fungo Candida albicans.

La vagina, esattamente come la bocca e l’apparato digerente, ha un ambiente umido in cui si insidiano questi funghi. Si stima che tra il 20% e il 50% delle donne sane soffra della loro presenza nell’organismo, ma diventa un problema solo quando questi funghi proliferano in grandi quantità.

Le micosi vaginali, da cosa dipendono?

Le infezioni causate dai funghi si scatenano quando si verifica una loro crescita eccessiva. Ciò avviene quando esiste qualche alterazione della flora vaginale che svolge il ruolo fondamentale di barriera protettiva.

Lo squilibrio della flora vaginale può essere causato da:

Inoltre..

  • Uso di biancheria intima stretta, prodotta con materiali come nylon o lycra che catturano l’umidità e il calore.
  • Eccessiva o scarsa igiene intima.
  • Uso di saponi o deodoranti vaginali.
  • Assorbenti interni ed esterni.

Leggete anche: 5 abitudini di igiene intima che non sono sane

Quali sono i sintomi della micosi vaginale?

micosi-vaginale

Un’infezione causata dai funghi può essere individuata facilmente con la comparsa di alcuni fastidiosi sintomi che aumenteranno in modo graduale. Eccone alcuni:

  • Secrezione vaginale fluida, bianca e dalla consistenza gelatinosa.
  • Leggero odore di pane o lievito.
  • Prurito e bruciore vaginale.
  • Irritazione e arrossamento.
  • Dolore quando si urina o si hanno rapporti sessuali.

Potrebbe interessarvi: Domande da fare al ginecologo

Consigli per prevenire le micosi vaginali

Anche se la micosi vaginale può essere trattata tramite farmaci o rimedi naturali, la migliore misura preventiva è quella di adottare alcune abitudini semplici per evitarne la comparsa frequente.

I seguenti consigli vi aiuteranno ad evitare l’alterazione della flora vaginale prevenendo così l’aumento dei funghi e dei microorganismi che causano le infezioni.

Alimentazione sana

Colazione sana contro le micosi vaginali

Innanzitutto, un’alimentazione equilibrata e ricca di principi nutritivi contribuisce a rafforzare il sistema immunitario per ottenere un organismo più resistente contro l’attacco di funghi e batteri.

In questo caso specifico, gli alimenti maggiormente consigliati sono:

Buona igiene intima per prevenire le micosi vaginali

Donna al mare

La pulizia della zona vaginale è fondamentale per ottimizzare la sua capacità protettiva. Inoltre, è molto importante pulirsi bene tutti i giorni, usando un sapone neutro senza alcun tipo di deodorante aggiunto.

Bisogna, infine, evitare l’umidità eccessiva, infatti i microorganismi proliferano con maggior facilità in questi ambienti.

Evitare gli antibiotici

Il consumo esagerato di antibiotici convenzionali distrugge i batteri buoni e altera il pH naturale della vagina e dell’organismo in generale.

Nel caso in cui si assumano, è conveniente prestare attenzione ai loro effetti secondari e sforzarsi di cercare altre alternative tra i prodotti di origine vegetale.

Assumere più probiotici per evitare le micosi vaginali

Yogurt bianco

I probiotici sono organismi microbici presenti nell’apparato digerente e nella vagina. La loro presenza in alcuni alimenti è un buon modo per procurarli all’organismo quando si verifica qualche squilibrio nella flora naturale.

Conosciuti come “batteri buoni”, aiutano a fermare la crescita degli organismi dannosi come ad esempio i funghi e i batteri.

Si possono ingerire tramite integratori o alimenti di origine naturale come lo yogurt e i latticini fermentati.

Attenzione agli indumenti

Gli indumenti prodotti con materiali sintetici o troppo stretti possono generare un ambiente caldo ed umido ideale per la crescita dei batteri. La cosa migliore da fare è scegliere biancheria e vestiti in cotone.