Fare del bene senza pensare a chi

25 agosto 2016
Il bene non cerca ricompensa. Le persone buone agiscono in base ai loro principi, per sentirsi bene con se stesse e con gli altri, ma mai per mettersi in mostra

Il bene è qualcosa che si sceglie di fare. Senza dubbio si potrebbe dire che la nobiltà d’animo è una dimensione che nasce direttamente dal cuore, ma che, in realtà, è relazionata alle nostre reazioni di fronte a situazioni negative e complicate.

Per esempio, tutti abbiamo affrontato momenti difficili e pieni di problemi in cui sarebbe stato più facile reagire con un certo egoismo o con un po’ di orgoglio.

Senza dubbio ci risulta impossibile e, dunque, si opta volontariamente per il bene.

Essere buoni non significa peccare di innocenza o lasciarsi manipolare dagli altri a proprio piacimento. La nobiltà d’animo è fedele ai suoi valori e, di fronte a qualche evento negativo, c’è chi preferisce praticare del bene.

Ciò nonostante esistono curiose sfumature riguardo questa personalità, per cui vale la pena riflettere alcuni minuti e approfondire.

Vi invitiamo a conoscerle insieme.

La bontà ci fa sempre dubitare delle nostre azioni

Rick Hanson è un noto neuropsicologo dell’Università di Berkeley (Stati Uniti) che ha scritto interessanti libri come Cambia il tuo cervello. 5 passi per avvicinarti alla mente di Buddha.

Secondo la sua personale esperienza per quanto riguarda lo studio della bontà e della felicità umana, le persone dal cuore nobile si pongono sempre delle domande sulle loro azioni.

  • Si preoccupano spesso se le parole da loro comunicate siano state d’aiuto o se l’impatto sia stato positivo e adeguato.
  • A volte le persone dal cuore nobile sono ossessionate dagli errori commessi in passato nei confronti dei loro simili.
  • Si pongono domande su molte cose che hanno fatto, e il loro essere troppo auto-esigenti procura una certa sofferenza.

Leggete anche: Le persone buone non sospettano della malvagità altrui

Secondo il dottor Hanson, mentre la gente li vede come un punto di riferimento, grazie alla loro autenticità e all’affetto che mostrano, le personalità più nobili pensano sempre che in realtà avrebbero potuto fare di più”.

Per questo motivo è importante riflettere alcuni istanti su questa dimesione.

paesaggio di mare con fiori fare del bene

Mantenete la calma nei momenti d’ira

Anche le persone buone si arrabbiano e vengono pervase dall’ira e dalla rabbia; questo avviene perché siamo tutti esseri umani, soggetti all’effetto che hanno su di noi aspetti quali l’ingiustizia e l’egoismo.

  • Un dettaglio che bisogna tenere in considerazione per quanto riguarda la bontà è che, nei momenti di rabbia e di ira, è meglio mantenere il controllo emotivo.
  • Le persone dal cuore d’oro sono le più autoesigenti in quanto valutano sempre i pro e i contro, pensano alle conseguenze prima di compiere certe azioni e cercano, prima di tutto, il bene comune e mai il disprezzo e l’aggressione.
  • Le brave persone credono in una giustizia democratica e costruttiva, e non che condanni. Per questo motivo, di fronte a momenti d’ira, mantengono sempre la calma in modo da agire nel modo migliore possibile per tutti.

Leggete anche:  Gli amici fanno veramente bene alla salute

Il bene non si pensa, significa trovare armonia nella vita

Gli aspetti fondamentali della bontà sono il rispetto, la reciprocità, la necessità di fare il bene comune, l’equilibrio, la pace interiore e cercare di far coincidere sempre i propri valori con le azioni realizzate.

“Praticare il bene senza pensare a chi” non è una cosa così semplice in quanto, a volte, si possono notare comportamenti che non rispecchiano gratitudine verso ciò che si è ricevuto. Senza dubbio si opta sempre per la parte buona della bilancia e per la necessità di essere coerenti con se stessi.

In questo modo, troverete armonia dentro e fuori.

Fare del bene significa saper riconoscerlo

Riprendiamo l’idea del dottor Hanson di cui vi abbiamo parlato all’inizio: le brave persone di solito non si vedono come tali in quanto si fanno molte domande sulle loro azioni e perché a volte si fissano troppo sugli errori commessi in passato.

Leggete anche: Bisogna apprezzare le persone quando sono al nostro fianco, non quando le abbiamo perse

famiglia felice fare del bene

Vale la pena pensare a queste semplici idee.

Avete principi solidi e valori che contraddistinguono ognuna delle vostre azioni. Tutte le volte che fate qualcosa per qualcuno, prendetevi qualche minuto per riflettere su ciò che state compiendo.

  • Per esempio, una vostra amica ha dei problemi in casa o con il partner. La invitate a passare alcuni giorni con voi per riflettere, rilassarsi e prendere delle decisioni.
  • Dopo di che, lei vi ringrazierà per l’aiuto e vi dirà che siete molto importanti nella sua vita. Per lei rappresentate quel pilastro così solido senza il quale non saprebbe cosa fare.

Pensateci e siate di questo vincolo perché, in fin dei conti,  ciò che conta davvero è relazionarci con i nostri simili per mostrare il meglio di noi stessi e fare il bene comune.

Fare del bene senza pensare a chi non costa niente e vale molto. 

Guarda anche